Il filo di Roma-Genoa: Panagiotis Tachtsidis

19.12.2015 15:00 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Il filo di Roma-Genoa: Panagiotis Tachtsidis
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

Domani pomeriggio alle ore 15, la Roma chiude l’anno solare 2015 ospitando in casa il Genoa. Questa rubrica di Vocegiallorossa.it vuole analizzare ogni volta un personaggio diverso, legato per qualche motivo al match che si disputerà: oggi abbiamo scelto Panagiotis Tachtsidis.

Panagiotis Tachtsidis nasce a Nauplia il 15 febbraio 1991. Cresciuto nelle giovanili dell’AEK Atene, esordisce con i gialloneri il 27 gennaio 2008 contro il Thrasyvoulos Fylis, diventando il più giovane tra i debuttanti con i suoi 16 anni e 348 giorni. Curiosamente, è proprio contro quest’ultimi che Tachtisidis, pochi giorni dopo, sigla la sua prima rete tra i professionisti. L’anno seguente, debutta in Europa League entrando nel match contro il Vaslui.

Il 21 aprile 2010 il Genoa acquista il suo cartellino per 200.000 euro e viene subito girato in prestito al Cesena. Non trovando spazio con i romagnoli, passa al Grosseto nel gennaio successivo: con i toscani scenderà in campo appena 8 volte, la prima il 12 marzo contro il Pescara.

Nel luglio 2011, sempre in prestito, passa all’Hellas Verona. Preso inizialmente come riserva di Hallfredsson, il greco riesce a ritagliarsi uno spazio importante, annoverato a fine stagione tra i migliori giovani della B insieme a Nicola Sansone, Alessandro Florenzi e Lorenzo Insigne.

Il 19 luglio 2012, su precisa richiesta del nuovo allenatore della Roma Zdenek Zeman, viene acquistato in comproprietà dalla squadra giallorossa, debuttando nella vittoria esterna contro l’Inter per 3-1 del 2 settembre. Il greco, però, non riesce a esprimersi come a Verona e, nonostante venisse spesso preferito a un certo Daniele De Rossi, non dà mai l’impressione di essere pronto per una piazza importante e calda come quella romana. Conclude la stagione con 23 presenze complessive e un gol contro il Bologna.

Il 20 giugno 2013 viene riscattato dal Genoa, per poi passare in prestito al Catania. Con la squadra etnea, però, Tachtsidis trova poco spazio e, nel gennaio 2014, si trasferisce al Torino, dove resta per i sei mesi successivi, nei quali sigla anche un gol alla Lazio.

Dopo l’ennesimo passaggio al Genoa, Tachtsidis ritorna all’Hellas Verona, squadra con la quale riesce nuovamente a esprimersi ai suoi massimi livelli. I numeri, infatti, parlano per lui: 34 presenze e 3 reti nella sua seconda esperienza scaligera.

Tuttavia, l’Hellas Verona non esercita il diritto di riscatto e il greco torna al Genoa, rimanendo in Liguria nel corso della stagione corrente, durante la quale è l’artefice della vittoria contro il Chievo del 18 ottobre 2015 con un gol in pieno recupero.

Infine, Tachtsidis vanta anche 12 presenze e un gol (contro l’Ungheria) con la maglia della Grecia.

Identikit: Panagiotis Tachtsidis

Presenze in A: 85 (21 con la Roma)

Reti in A: 6 (1 con la Roma)