Il filo di Roma-Fiorentina: Federico Chiesa

25.07.2020 22:30 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
© foto di Image Sport
Il filo di Roma-Fiorentina: Federico Chiesa

Ultimo turno casalingo per la Roma di Paulo Fonseca, che domenica alle 19:30 ospiterà la Fiorentina di Giuseppe Iachini. Questa rubrica di Vocegiallorossa.it vuole analizzare ogni volta un personaggio diverso, legato per qualche motivo al match che si disputerà: oggi abbiamo scelto Federico Chiesa.

Federico Chiesa nasce a Genova il 25 ottobre 1997. Figlio d’arte dell’attaccante Enrico, dal 2002 al 2007 cresce nella Settignanese prima di trasferirsi a Firenze nel 2007.

Dopo una lunghissima trafila nelle giovanili dei gigliati, il tecnico Paulo Sousa lo lancia da titolare in Serie A durante la prima giornata del campionato 2016/2017, direttamente all’Allianz Stadium di Torino il 20 agosto. Il 29 settembre seguente debutta in Europa giocando i 29’ finali della sfida di Europa League contro il Qarabag. Proprio nel match di ritorno contro gli azeri, realizza la prima rete assoluta tra i “grandi”, venendo però espulso nel finale. In Serie A, invece, la prima gioia arriva il 21 gennaio 2017 nel 3-0 inflitto al Chievo in trasferta.

Nella stagione seguente, con l’avvento in panchina di Stefano Pioli, viene spesso schierato come attaccante esterno, avanzando così la sua posizione. Rispetto alla stagione precedente, viene impiegato con più continuità, divenendo un titolare fisso dello scacchiere viola. Ben presto, s’impone tra i migliori giovani talenti italiani, suscitando l’interesse da parte di diversi club tra cui la Roma.

Infatti, in occasione della cessione di Alisson nell’estate 2018, si era ipotizzato di un possibile investimento dei soldi ricavati dal suo addio proprio per finanziare l’arrivo di Chiesa, valutato circa 70 milioni di euro dalla proprietà gigliata. Una trattativa, però, mai realmente iniziata e spenta ancora prima di poter iniziare.

Nel corso della passata stagione, Chiesa conferma il suo rendimento, attirando su di sé diverse critiche e venendo spesso accusato di simulare contatti in area di rigore al fine di provocare il penalty. Il presidente della SPAL Walter Mattioli è stato tra i primi a criticare il giocatore dopo il 4-1 subìto in casa dai viola: “Sappiamo che Chiesa inventa falli, è una sua dote. Persona poco seria e poco onesta, questo è il suo modo di fare”.

Il 30 gennaio 2019, in occasione dei quarti di finale di Coppa Italia contro la Roma, realizza la prima tripletta in carriera nel clamoroso 7-1 rifilato ai giallorossi. La grande prestazione contro i capitolini riporta in auge le voci su un suo possibile futuro nella Capitale ma, come in passato, una vera e propria trattativa non è mai stata intavolata.

Durante la corrente annata, caratterizzata da alterne prestazioni, arriva comunque a quota 7 gol in campionato, stabilendo il primato personale di realizzazioni in un singolo anno di Serie A.

Infine, per quanto concerne il suo capitolo con la Nazionale, vanta 17 presenze con la Selezione maggiore. Il debutto è avvenuto il 23 marzo 2018 nel ko casalingo contro l’Argentina, mentre l’ultima apparizione – coincidente con l'ultima assoluta della Nazionale fermata dal Coronavirus – risale al 18 novembre 2019 nello spettacolare 9-1 di Palermo inferto all'Armenia, dove sigla il primo gol con gli azzurri.

Identikit: Federico Chiesa

Presenze in A: 131

Reti in A: 22