Il filo di Roma-Genoa: Davide Zappacosta

06.03.2021 17:40 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Il filo di Roma-Genoa: Davide Zappacosta
Vocegiallorossa.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Domenica alle 12:30 la Roma torna in campo allo stadio Olimpico per affrontare il Genoa di Davide Ballardini. Questa rubrica di Vocegiallorossa.it vuole analizzare ogni volta un personaggio diverso, legato per qualche motivo al match che si disputerà: oggi abbiamo scelto Davide Zappacosta.

Davide Zappacosta nasce a Sora l’11 giugno 1992. Cresciuto nel vivaio del club del suo paese, nel 2008 viene acquistato dall’Isola Liri con i quali esordisce nel calcio professionistico giocando in Lega Pro Seconda Divisione.

Nel gennaio 2011 viene acquistato dall’Atalanta, che lo aggrega alla formazione Primavera. L’estate seguente, gli orobici lo cedono in compartecipazione all’Avellino per permettergli di fare esperienza tra i “grandi”. Rimane in Irpinia per tre anni, dove conquista una Promozione in Serie B che lo rende talmente entusiasta da farsi tatuare la data in cui essa è stata conseguita, ovvero il 5/5/2013.

Il 19 giugno 2014 viene ulteriormente rinnovata la compartecipazione tra i club, con Zappacosta che però passa a vestire la maglia dell’Atalanta. Il 31 agosto successivo esordisce in Serie A nello 0-0 casalingo contro l’Hellas Verona, realizzando il primo gol in 6 gennaio 2015 nel 2-2 contro il Chievo.

Il 10 luglio 2015, insieme al centrocampista Baselli, viene ceduto per 3,5 milioni di euro al Torino. Dopo una prima stagione conclusa con 25 presenze, spesso da subentrante, complice la cessione di Bruno Peres alla Roma, trova molto più spazio, mettendo in luce tutte le sue qualità sulla corsia esterna.

Le sue prestazioni non passano inosservate, tanto da venire acquistato nientemeno che dal Chelsea il 31 agosto 2017 per 25 milioni di euro. Con Antonio Conte sulla panchina, debutta con i Blues in Premier League il 9 settembre nel 2-1 inferto al Leicester. Tre giorni esordisce in Champions League nel 6-0 inflitto al Qarabag, dove realizza un gol che lo fa entrare nella storia, diventando il 100° calciatore italiano a segnare nella massima competizione europea per club. Rimane a Londra anche nella stagione seguente, trovando decisamente meno spazio con Maurizio Sarri alla guida.

Il 21 agosto 2019 approda nella Capitale alla corte della Roma, che lo preleva in prestito sino a gennaio 2020 con possibilità di estensione sino a fine stagione. Debutta con i giallorossi il 25 agosto nel 3-3 al Genoa, dove si divora un clamoroso gol nel finale. La sua avventura romana, però, risulta essere molto sfortunata, dal momento che Zappacosta subisce la rottura del legamento del crociato destro il 4 ottobre.

Nonostante questo il terzino, sfruttando suo malgrado lo stop dei campionati causa pandemia Coronavirus, riesce a tornare in campo alla ripresa delle ostilità in giugno, arrivando a collezionare 8 presenze.

Conclusa la deludente parentesi a Roma, il 19 settembre 2020 ritorna in Italia passando in prestito al Genoa, dove debutta con un gol all’esordio con il Crotone. Mercoledì scorso va a segno anche nel derby contro la Sampdoria, pareggiato 1-1 con Tonelli a replicare la sua marcatura.

Infine, per quanto concerne il suo capitolo con la Nazionale, vanta 13 presenze con la selezione maggiore, senza mai andare in gol.

Identikit: Davide Zappacosta

Presenze in A: 108

Reti in A: 7

Palmarès: 1 Europa League (Chelsea, 2018/2019), 1 FA Cup (Chelsea, 2017/2018), 1 Lega Pro Prima Divisione (Avellino, 2012/2013), 1 Supercoppa di Lega Pro Prima Divisione (Avellino, 2012/2013).