Il filo di Roma-Lecce: Gabriel

22.02.2020 22:10 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Il filo di Roma-Lecce: Gabriel

Dopo aver sfidato il Gent nell’andata dei sedicesimi di finale di Europa League, la Roma torna a pensare al campionato ospitando il Lecce. Questa rubrica di Vocegiallorossa.it vuole analizzare ogni volta un personaggio diverso, legato per qualche motivo al match che si disputerà: oggi abbiamo scelto Gabriel.

Gabriel Vasconcelos Ferreira, semplicemente noto come Gabriel, nasce a Unaì il 27 settembre 1992. Cresciuto nelle giovanili del Cruzeiro, non riesce a debuttarvi rimanendo sempre come terzo portiere. Tuttavia, nel 2012 viene acquistato dal Milan per 700.000 €, venendo spedito a giocare nella Primavera.

Il 19 ottobre 2013 esordisce in Serie A nella vittoria interna per 1-0 contro l’Udinese. Sino a fine stagione difende la porta rossonera in altre 6 occasioni, per poi essere ceduto in prestito al Carpi neopromosso in Serie B. Con il club romagnolo disputa ben 39 partite, contribuendo alla storica promozione della società.

Il 15 luglio 2015 il Milan, dopo aver brevemente riaccolto, lo presta al Napoli. Con i partenopei debutta nelle competizioni europee giocando in Europa League contro il Legia Varsavia il 1° ottobre 2015. Invece, nell’unica apparizione in campionato, datata 3 aprile 2016 contro l’Udinese, para un rigore a Bruno Fernandes, rendendosi poi protagonista di un clamoroso errore sulla rete del 2-1 friulano, con i bianconeri che chiuderanno l’incontro sul 3-1 finale.

Tornato al Milan, nel gennaio 2017 passa a titolo temporaneo al Cagliari, con i sardi che contestualmente cedono Storari ai rossoneri. Dopo 3 presenze con i sardi sino a fine stagione s’aggrega alla rosa del Diavolo sino al 30 gennaio 2018, giorno del suo passaggio all’Empoli. Una scelta che porta l’estremo difensore a essere nominato “Miglior portiere del campionato”, con tanto di promozione conseguita, la seconda in carriera dopo quella con il Carpi.

A fine stagione viene ceduto a titolo definitivo al Perugia, firmando un triennale con gli umbri. Dopo un solo anno, però, decide di tornare in Serie A accettando la corte del neopromosso Lecce. Proprio nel match d’andata contro la Roma, dopo un intervento goffo sulla rete decisiva di Dzeko, si riscatta parzialmente opponendosi al calcio di rigore di Kolarov, al primo errore dal dischetto in maglia giallorossa.

Infine, per quanto concerne il suo capitolo con il Brasile, vanta una presenza con la Seleçao risalente al 15 agosto 2012 nel 3-0 inferto in amichevole alla Svezia. Con la formazione carioca partecipa da titolare alle Olimpiadi del 2012 di Londra, classificandosi secondo a causa del ko in finale contro il Messico per 2-1.

Identikit: Gabriel Vasconcelos Ferreira

Presenze in A: 32

Palmarès: 1 Supercoppa Italiana (Milan, 2016), 2 Serie B (Carpi, 2014/2015 – Empoli, 2017/2018), 1 Campionato Mineiro (Cruzeiro, 2011), 1 Campionato del Mondo Under 20 (Brasile, 2011), 1 Campionato Sudamericano Under 20 (Brasile, 2011).