Il filo di Roma-Chievo: Filip Djordjevic

15.09.2018 11:00 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Il filo di Roma-Chievo: Filip Djordjevic
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

Domani alle 12:30, la Roma giocherà contro il Chievo nel per la quarta giornata di Serie A. Questa rubrica di Vocegiallorossa.it vuole analizzare ogni volta un personaggio diverso, legato per qualche motivo al match che si disputerà: oggi abbiamo scelto Filip Djordjevic.

Filip Djordjevic nasce a Belgrado il 28 settembre 1987. Cresciuto nelle giovanili della Stella Rossa per 10 anni, debutta nel calcio professionistico con tale club nella stagione 2005/2006: nonostante l’unica apparizione, annovera nel palmarès le vittorie del campionato e della coppa nazionale.

L’anno seguente viene ceduto in prestito al Rad Belgrado, squadra della seconda divisione serba, ove si mette in mostra con 16 reti in 35 incontri.

Tornato alla Stella Rossa, resta sei mesi con il club prima di passare a titolo temporaneo al Nantes, squadra militante in Ligue 2. Grazie al suo contributo (7 reti in 19 presenze), la squadra viene promossa in Ligue 1 e la società decide di riscattarlo ufficialmente.

Debutta nel massimo campionato francese il 9 agosto 2008 nel ko per 2-1 contro l’Auxerre. Per il primo gol, dovrà attendere il 29 novembre nella sfida con il Le Havre, vinta 2-0. Nonostante l’immediata retrocessione, Djordjevic resta in Francia e, quattro anni dopo, trascina nuovamente i suoi alla risalita, toccando quota 20 realizzazioni.

Il 19 marzo 2014, mentre è impegnato in Ligue 1 ancora con il Nantes, annuncia di aver firmato un nuovo contratto con la Lazio a partire dal 1° luglio. Esordisce in Serie A il 31 agosto nel ko di San Siro contro il Milan. Il 29 settembre realizza una tripletta in trasferta contro il Palermo, match terminato 4-0. La stagione, tuttavia, subisce una brusca frenata il 24 gennaio 2015, quando s’infortuna alla caviglia destra: sottoponendosi a esami clinici, gli viene riscontrata una frattura spiroide scomposta del malleolo peroneale destro, che lo porterà a stare fuori dai campi di gioco per 3 mesi.

Torna in campo a inizio maggio e pienamente arruolabile per il derby della penultima giornata del 25 maggio. Le compagini sono in piena lotta per il secondo posto, valevole per l’accesso diretto alla Champions League, con i giallorossi che si presentano all’appuntamento avanti di un punto. Il match è rocambolesco e si decide tutto nella ripresa: al vantaggio di Iturbe, risponde lo stesso Djordjevic, entrato da 5’ al posto di capitan Mauri e, quando tutto sembra rimandato all’ultima giornata, ci pensa Yanga-Mbiwa di testa a infilare Marchetti e regalare derby e qualificazione in Champions League alla Roma.

Nella stagione seguente, Djordjevic realizza i primi gol in ambito europeo, segnando una doppietta in Europa League in casa del Rosenborg. In campionato, tuttavia, chiuderà l’annata con sole 3 reti all’attivo. Con l’arrivo di Simone Inzaghi, gli spazi per il serbo diminuiscono tanto che trascorre fuori rosa l’intera ultima stagione 2017/2018: per questo motivo, non è annoverato tra i vincitori della Supercoppa Italiana contro la Juventus.

Per tale motivo, il 13 giugno 2018, decide di accasarsi al Chievo, con l’obiettivo di rilanciarsi. Debutta con la nuova maglia il 18 agosto in casa proprio contro la Vecchia Signora di Cristiano Ronaldo, subentrando nella ripresa a Stepinski.

Infine, per quanto concerne il suo score con la nazionale serba, vanta 4 reti in 14 presenze.

Identikit: Filip Djordjevic

Presenze in A: 70

Reti in A: 11

Palmarès: 1 Campionato della Serbia e Montenegro (Stella Rossa, 2005/2006), 1 Coppa della Serbia e Montenegro (Stella Rossa, 2005/2006).