Il filo di Genoa-Roma: Andrea Bertolacci

13.12.2014 15:00 di Marco Rossi Mercanti   vedi letture
Il filo di Genoa-Roma: Andrea Bertolacci
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dopo il deludente quanto rocambolesco pareggio casalingo contro il Sassuolo e la sconfitta contro il Manchester City, la Roma scenderà in campo domani pomeriggio a Marassi contro il lanciatissimo Genoa, solo al terzo posto, con un punto di vantaggio sui cugini della Sampdoria, impegnati ad ora di pranzo contro la Juventus. Per i giallorossi si prospetta un match molto ostico in un campo dove Garcia è già capitolato la scorsa stagione, sebbene quella sconfitta per 1-0 nell’ultima giornata di campionato non abbia compromesso nulla, dal momento che la Roma, quel giorno imbottita di riserve, era comunque da tempo già seconda e certa di un posto in Champions League. Questa rubrica di Vocegiallorossa.it vuole analizzare ogni volta un personaggio diverso, legato per qualche motivo al match che si disputerà: oggi abbiamo scelto Andrea Bertolacci.

Andrea Bertolacci nasce a Roma l’11 gennaio 1991 e all’età di 15 anni entra a far parte del settore giovanile della squadra giallorossa. Il centrocampista, però, non riuscirà ad esordire in un nessun match ufficiale con la maglia della prima squadra e, nel gennaio 2010, viene ceduto in prestito ad un’altra squadra giallorossa, ovvero il Lecce, club con il quale racimolerà 6 presenze in B.

Al termine della stagione, la Roma lo lascia in Puglia, con i salentini che nel frattempo raggiungono la massima serie. Il suo esordio in A avviene il 21 novembre 2010 contro la Sampdoria, mentre per il primo sigillo Bertolacci dovrà attendere il 20 febbraio 2011, in un match contro la Juventus.  Il 22 giugno 2011 il Lecce esercita il diritto di riscatto per la compartecipazione del giocatore, ma due giorni la Roma, facendo valere il diritto di contro-opzione, lo riporta alla base per 500.000 euro. Nonostante questo, il 23 agosto successivo, Bertolacci passa nuovamente al Lecce con la formula del prestito secco. Nel corso della stagione, terminata con la retrocessione in B, il centrocampista romano avrà modo di segnare proprio alla sua Roma allo Stadio Olimpico il 20 novembre: la sua rete, però, risulta ininfluente ai fini del risultato (2-1 per i padroni di casa).

Il 16 luglio 2012 rinnova il contratto con la Roma e, tre giorni dopo, passa in compartecipazione al Genoa, società con la quale Bertolacci maturerà definitivamente. Infatti, il centrocampista romano diventa una pedina quasi fondamentale prima di Del Neri (esonerato) e poi di Davide Ballardini. Conclude la sua prima stagione con la maglia del Grifone con un buon score recitante 29 presenze e 4 gol.

Il 20 giugno 2013 viene ancora rinnovata la compartecipazione tra Genoa e Roma e Bertolacci inizia la stagione con Liverani, allontanato a fine settembre in favore del ritorno di Gasperini. Anche con l’ex tecnico di Inter e Palermo il centrocampista si ritaglia il suo spazio, finendo il campionato con 25 presenze e 2 gol.

Infine, per la terza volta consecutiva, la compartecipazione viene rinnovata ed anche per la stagione corrente Bertolacci è un giocatore del Genoa. Il 18 novembre scorso, inoltre, l’ex Lecce esordisce con la maglia della Nazionale italiana nell’amichevole contro l’Albania, decisa da un gol di Okaka, e giocata proprio a Genova.

Domani pomeriggio, Bertolacci si troverà di fronte la squadra per la quale tifa ma con la quale non ha avuto modo (in futuro chissà) di giocare in un incontro ufficiale. In realtà, al centrocampista era stato proposto di restare nella Capitale ma egli ha deciso di continuare la sua esperienza con il Genoa che, a differenza della Roma, gli può garantire un impegno costante.

Identikit: Andrea Bertolacci

Presenze in A: 104

Reti in A: 13