Il filo di Feyenoord-Roma: Giovanni van Bronckhorst

25.02.2015 15:00 di Marco Rossi Mercanti   vedi letture
Il filo di Feyenoord-Roma: Giovanni van Bronckhorst
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Dopo l'1-1 dell'andata, la Roma è chiamata a uscire vittoriosa dalla Rotterdam Arena (o a pareggiare col almeno due gol) per approdare agli ottavi di finale di Europa League. Questa rubrica di Vocegiallorossa.it vuole analizzare ogni volta un personaggio diverso, legato per qualche motivo al match che si disputerà: oggi abbiamo scelto Giovanni van Bronckhorst.

Giovanni van Bronckhorst nasce a Rotterdam il 5 febbraio 1975 da madre moluccana (le Molucche sono delle isole indonesiane) e padre olandese. La sua carriera da calciatore inizia nelle giovanili del Feyenoord, squadra della sua città natale. Inizialmente, viene ceduto in prestito all’RKC Waalwijk, con i quali colleziona 12 presenze e 2 gol nella stagione 1993/1994.

In seguito, il Feyenoord lo riprende e decide di puntare su di lui e van Bronckhorst ripaga la fiducia del club, rimanendovi sino al 1998, totalizzando oltre 100 presenze e 22 gol.

In estate, si trasferisce in Scozia ai Rangers Glasgow allenati dal connazionale Dirk Advocaat. Oltremanica, si mette in luce come centrocampista, contribuendo alle vittorie nazionali della squadra in maglia blu.

Nel 2001 passa all’Arsenal, voluto da Wenger alla caccia di un sostituto per Petit da affiancare a Vieira. Con la maglia dei Gunners, in Champions League, giocherà anche una partita all’ex Highbury contro la Roma di Capello: il match terminerà 1-1, con Totti che verrà ingiustamente espulso per un presunto fallo su Keown.

Al termine della parentesi londinese, passa al Barcellona (con il 16enne Fabregas che effettua il percorso inverso) e con i blaugrana viene schierato come terzino sinistro. Con gli spagnoli, il giocatore olandese alzerà al cielo la Champions League 2005/2006 a Parigi contro i suoi ex compagni dell’Arsenal, togliendosi la soddisfazione di essere l’unico giocatore ad aver giocato tutti i match della competizione.

Una volta scaduto il suo contratto con i blaugrana il 21 agosto 2007, opta per il ritorno al Feyenoord, dove rimane sino al 2010, collezionando altre 88 presenze e 8 gol. Appesi gli scarpini al chiodo dopo la sconfitta nella finale di Coppa del Mondo proprio nel 2010 contro la Spagna, van Bronckhorst diventa prima vice-allenatore di Cor Pot nell’Under 21 degli Oranje e poi vice di Koeman nel Feyenoord. Attualmente, invece, è sempre parte dello staff della squadra della sua città come allenatore dello Jong Feyenoord, selezione giovanile del club di Rotterdam.

Identikit: Giovanni van Bronckhorst

Palmarès (da calciatore): 2 Coppe d’Olanda (Feyenoord, 1994/1995 - 2007/2008), 2 Scottish League (Rangers Glasgow, 1998/1999 – 1999/2000), 2 Coppe di Scozia (Rangers Glasgow, 1998-1999 – 1999/2000) 1 Coppa di Lega scozzese (Rangers Glasgow, 1998/1999), 1 Premier League (Arsenal, 2001/2002), 2 FA Cup (Arsenal, 2001/2002 – 2002/2003), 1 Community Shield (Arsenal, 2002), 2 Liga (Barcellona, 2004/2005 – 2005/2006), 2 Supercoppe di Spagna (Barcellona, 2005 – 2006), 1 Champions League (Barcellona, 2005/2006).