Brevi calcio (e mercato)

30.01.2020 20:30 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Brevi calcio (e mercato)

Anche durante il mese di gennaio il calciomercato diventa argomento quotidiano, che accompagnerà tifosi, giocatori e società fino alla chiusura della finestra di riparazione, fissata per venerdì 31 alle ore 20.

Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori un appuntamento fisso con le principali notizie riguardanti le restanti 19 partecipanti alla Serie A oltre la Roma, non limitandosi alle consuete voci di mercato, ma aggiungendo anche curiosità e dichiarazioni dei protagonisti.

ATALANTA - La Dea potrebbe dare un centrocampista in più a Gian Piero Gasperini. Si tratta di Adrien Tameze, mediano francese - di passaporto camerunense - di proprietà del Nizza. I contatti stanno andando avanti da una decina di giorni, con i provenzali che sono orientati ad accettare l'offerta di prestito con diritto di riscatto dei nerazzurri, fissato a 8 milioni di euro. Ecco quanto riportato dal sito ufficiale:

Atalanta B.C. comunica l’acquisizione a titolo definitivo del calciatore Bosko Sutalo dall’Osijek.

Ufficiale anche Bellanova, che torna in Italia dopo la parentesi al Bordeaux: "Sono un terzino molto offensivo, mi piace attaccare gli spazi e avere la palla tra i piedi, devo migliorare difensivamente. Negli anni il mister ha esaltato molto i giocatori nel mio ruolo, Conti, Spinazzola, Hateboer e Gosens, per me è un onore essere in questo grande club. Da due anni ho iniziato a seguire bene l'Atalanta, ma non mi sarei mai aspettato una crescita del genere, la forza di questa squadra è il gruppo e il duro lavoro, a volte sembra andare al doppio delle altre. Obiettivi? Sono venuto qui con tutte le aspettative del mondo, ma non mi pongo obiettivi, sono a disposizione del mister. La squadra ha un gran tifo, l'ho notato già a livelli di Primavera".

BOLOGNA - Ecco quanto si legge dal sito ufficiale del Mestre:

È ufficiale la cessione di Riccardo Martimbianco al Bologna, a titolo definitivo. L’Associazione Calcio Mestre ringrazia il giovane centrale difensivo per l’impegno e l’apporto che ha dato ai nostri colori in questi mesi. Auguriamo a Riccardo un futuro pieno di successi, nel calcio e nella vita.

Lunga intervista a Orsolini: “Con Mihajlovic mi lega un rapporto splendido, lo sapete tutti. Abbiamo legato tanto perché entrambi eravamo a caccia di riscatto, lui in panchina io dopo sei mesi così così con Inzaghi. Quest’ultimo a Benevento sta dimostrando di essere un bravo allenatore, ma non nascondo che quando mi chiese di fare la mezzala storsi un po' il naso, ora a distanza di tempo dico che non sono stati sei mesi da buttare. Panchina d’Oro a Sinisa? Gliela darei perché quel che ha fatto con noi è un mezzo miracolo. Per diventare un top player devo mangiare ancora tante bistecche. Devo lavorare con dedizione per migliorare soprattutto i miei punti deboli come il destro. O imparo a usare entrambi i piedi alla perfezione o rischio di diventare prevedibile. Apprezzo tantissimo l’affetto dei bolognesi, specialmente quello dei bambini che mi hanno fatto emozionare l’altro giorno gridando il mio nome. Bologna mi sta dando tanto, mi ha fatto crescere e lo farà ancora. Qui c'è una società sana come poche in Italia e c'è Mihajlovic. Godiamoci il presente e, perché no, sogniamo insieme qualcosa di grande, che sia riportare il Bologna dov'era un tempo". Parla anche Mitchell Dijks: “Sinisa è il nostro capo, quando è presente sei portato a dare qualcosa in più. Vederlo sofferente, calvo e magro è stata molto dura, ma lui è sempre stato inflessibile come quando, pur essendo ancora in cura, si arrabbiò moltissimo dopo una sconfitta rompendo anche una bottiglietta e urlandoci che dovevamo vergognarci. Inzaghi invece era un vero disastro, i risultati non arrivavano, ma lui ci disse che poteva smettere quando voleva perché aveva 60 milioni in banca. In allenamento la sua mentalità era sempre sbagliata e fino al giorno della partita non sapeva mai che formazione avrebbe messo in campo”.

BRESCIA - Trovato l'accordo con il Bari per la cessione di Tremolada: resta da convincere il calciatore. Cambia l'orario della sfida contro la Fiorentina: si giocherà domenica 8 marzo alle 12:30.

CAGLIARI - Il club sardo per rinforzare il proprio reparto offensivo starebbe guardando in Olanda. L’obiettivo è Cyriel Dessers, classe ‘94, dell’Heracles. Il belga ha segnato 15 reti in 23 presenze stagionali fra Eredivisie e Coppa d’Olanda ed è seguito dal Cagliari da diversi mesi, ma non sembra intenzionato a lasciare il club prima della fine della stagione

FIORENTINA - Giuseppe Iachini commenta il ko in Coppa Italia contro l'Inter: "C'è un po' di rammarico perché avevamo preparato un certo tipo di partita. Nel primo tempo abbiamo concesso pochissimo all'Inter, siamo stati bravi nell'organizzazione difensiva, nelle letture, nei tagli. Nella fase di possesso abbiamo commesso qualche errore tecnico di troppo, il campo probabilmente non ha aiutato nessuno dei due perché la partita di 120 minuti di martedì sera lo ha ridotto un po' così... Dovevamo legare meglio il gioco nella prima uscita per avere chance importanti per attaccare la profondità. Nella ripresa siamo stati ancora più incisivi, ho cambiato qualcosa sul piano tattico e la squadra è stata brava a recipirlo. Avevamo preparato una partita per forzarla nella seconda parte, siamo pervenuti al pareggio e poi nel nostro momento migliore è arrivato l'eurogol di Barella dove potevamo respingere meglio il pallone, ma sono situazioni. Episodi su Caceres con l'Inter e Milenkovic con il Genoa? Non ci hanno detto niente, non so neanche se ci hanno ammonito. Da quando sono qui c'è stato qualche episodio... Napoli, Genoa, Inter. Non sta a me giudicare, ma sono episodi che possono cambiare il corso di un lavoro. Andremo a Torino con questo spirito, come sempre. Mi dà noia una cosa anche se non è un alibi: non capisco come si possa fare noi una partita infrasettimanale, la Juventus una settimana tipo, io non le capisco queste cose onestamente. A San Siro si gioca due volte a distanza di 24 ore rischiando anche infortuni... Non me le spiego, forse sono arretrato, ma non è equiparata come cosa". Parla il centrocampista Benassi, "rinato" sotto la gestione Iachini: "Penso che il rammarico più grosso sia di non essere riusciti ad andare in vantaggio con Vlahovic. Resta comunque una grande prestazione anche se dobbiamo migliorare sulla concentrazione perché con queste squadre le paghi. Abbiamo difeso in maniera ordinata, ci siamo messi subito a disposizione del mister ed i risultati si vedono, ma possiamo migliorare tanto. Ora pensiamo partita per partita e se stiamo bene possiamo giocarcela con tutti. Rigore su Caceres? Non abbiamo parlato di questo. Mi ha detto Milenkovic che è stato toccato in area prima del loro secondo gol, ma Doveri mi ha detto che non c'era niente". Breve commento anche dal presidente Commisso: "Il risultato poteva essere differente per le opportunità che abbiamo avuto. Ci sta perderne una anche nel regno di Iachini, alla sesta partita. Speriamo che la scelta dell'allenatore sia azzeccata, fino ad oggi ha la mia fiducia e sta andando benissimo. Sta riportando la Fiorentina a fare quasi due punti a partita". Ecco quanto si legge dal sito ufficiale dell'Empoli:

Szymon Żurkowski è un nuovo calciatore azzurro: il centrocampista classe 1997 arriva a titolo temporaneo dalla Fiorentina.

Joe Barone dallo Sheraton di Milano: "Com'è nata l'idea Kouame? Per il momento non è ufficiale il suo arrivo ma parliamo di un giocatore conosciuto che ha avuto un infortunio importante ma fa gol e dà profondità. Vediamo di fare annunci entro la fine del mercato. Criscito potrebbe arrivare? Non abbiamo notizie su Mimmo per il momento. È il capitano del Genoa e ovviamente è importante per loro. Vedremo cosa succederà. Come procede la trattativa per Amrabat? Abbiamo parlato con il Verona, per il momento non c'è accordo ma vedremo se riusciremo a raggiungerlo".

GENOA - Lasse Schöne accoglie il connazionale Eriksen, approdato all'Inter: "È un giocatore fantastico, basterebbe guardare le sue statistiche in Premier League. È il numero uno negli assist e nelle occasioni create, davvero incredibile. È un ragazzo eccezionale, anche fuori dal campo; lo chiamerò nei prossimi giorni, quando tutto sarà più tranquillo. Mi ha ringraziato per il messaggio di benvenuto. Gli auguro il meglio ad eccezione di due partite, quelle contro di noi. Chi tira meglio le punizioni? Lui è fortissimo, ma forse io sono più bravo". Spunta l'Inter su Pandev. Anche il settore giovanile del Grifone è molto attivo in questa finestra di mercato. Si registrano infatti gli arrivi in prestito di Nicolò Radaelli (18), portiere cresciuto nell'Inter e che viene prelevato dal Pescara, e del centrocampista Stefan Dimitrijevic (16), proveniente dal Bologna. Vi sono inoltre i rientri alla casa madre dei centrocampisti Fabiano Ascioti (17) Alessio Erroi (16), Cristian Fossati (18) e Simone Porotto (17), rientranti rispettivamente da Carrarese, Virtus Entella, Vado e Lavagnese. Dopo essere stato offerto alla Fiorentina, Criscito riflette sul futuro: si sente deluso dalla società. 

HELLAS VERONA - Incontro terminato con la Fiorentina per Amrabat: la chiusura per la cessione del centrocampista appare molto vicina. Si avvicina l'approdo di Dimarco in prestito secco. Ecco quanto si legge sul sito ufficiale:

Hellas Verona FC comunica di aver ceduto a titolo definitivo a Juventus Football Club i diritti alle prestazioni sportive del calciatore David de Oliveira Andrade Wesley, terzino brasiliano classe 2000. Hellas Verona FC augura a Wesley le migliori fortune per il prosieguo della sua carriera sportiva.

INTER - Antonio Conte dopo la vittoria in Coppa Italia contro la Fiorentina: "Come cambierà l'Inter con Eriksen? Partiamo dal fatto che Eriksen si è allenato con noi solamente martedì, l'ho catapultato subito in campo, una cosa che io non ho mai fatto perché i nuovi giocatori devono entrare dentro la nostra idea di calcio. Per tantissime cose, abbiamo improvvisato visto che abbiamo giocato con un sistema preparato ieri. Ho saputo dell'indisponibilità di Sensi e Borja al campo, avevamo solo due centrocampisti. Questa situazione con Eriksen trequartista potrà tornarci utile; lui è anche interno sinistro, può giocare nei due centrocampisti. È uno intelligente, vede il gioco, ha senso della posizione. Detto questo, da giovedì capirà i movimenti. Barella è un giocatore eclettico, ha fatto bene davanti alla difesa perché ha schermato bene ed è riuscito a far partire l'azione nella giusta maniera. Sta tornando ai livelli di performance del pre-infortunio, ora sta entrando in forma con il passare delle partite. Lui davanti alla difesa è una situazione che ci potrà tornare comoda in futuro". Contento Godin per il raggiungimento delle semifinali di Coppa Italia: "Ci siamo trovati bene con il 3-4-1-2. Mano a mano abbiamo preso le misure. La Fiorentina si è difesa bene: non era facile trovare spazi e creare occasioni da rete. Ma alla fine, perseverando, abbiamo vinto e adesso ci andiamo a giocare le semifinali. Il secondo gol? Una bella rete. C'è tanto lavoro dietro ogni nostra azione: prepariamo in settimana tutte le mosse in entrambe le fasi. Abbiamo fatto molto bene quella difensiva. Questo è il cammino giusto: proseguiamo su questa strada". Candreva: "Abbiamo fatto un'ottima partita. Ci tenevamo tanto a passare il turno. Adesso penseremo al campionato: ci aspetta una trasferta dura e difficile. La mia esultanza? Uno scherzo con Lautaro, già esternato contro la SPAL in casa. Il 3-4-1-2? Abbiamo provato negli scorsi giorni questa alternativa. Questo risultato ci dà fiducia, dopo i tre pareggi che avevamo ottenuto. Ripartiamo da qui". Interviene anche Barella: "La vittoria era quello che ci era mancato un po' nelle altre partite. Abbiamo giocato con tanta voglia, ce lo meritavamo. Spesso non abbiamo raccolto ciò che meritavamo. Col Napoli sarà una gara difficile: quando si restringe il cerchio va così. Ci prepareremo. Ho segnato in tutte e tre le competizioni? Mi fa sicuramente un piacere, non tanto per questo record quanto piuttosto perché mi piace aiutare la squadra con i miei gol. Spero di farne sempre di più. Eriksen è un grandissimo calciatore, ci aiuta ancora di più ad alzare il livello e quindi è ben accetto". Intervista a Young: "Mi trovo molto bene all’Inter, mi sto divertendo. Mi sono sentito subito a mio agio. Giocatori e staff mi hanno accolto bene: è facile inserirsi in un posto come questo. Ci siamo qualificati alla semifinale di Coppa Italia ma sono un po' deluso del pari in campionato. Penso che avremmo dovuto vincere. Ho avuto la possibilità di venire a giocare a Milano e giocare regolarmente, cosa che non stavo facendo al Manchester United. L’ho detto al club e ho chiesto di fare una nuova esperienza per la mia carriera. Loro volevano aspettassi l’estate ma io volevo giocare subito. E quando mi si è presentata questa opportunità l’ho colta al volo". 

JUVENTUS - Intervista all'ex portiere Michelangelo Rampulla: “Le parole di Sarri a fine gara con il Napoli? Le ho trovate in linea, ci sta che ogni tanto si facciano le pulci su qualunque parola. È normale che dopo tanti anni passati al Napoli ci stia una frase del genere, anche se sicuramente non fa piacere ai tifosi della squadra attuale. La frase sulla maglia a strisce è stata abbastanza brutta, senza senso. Non so se volesse essere sarcastico, ma è sicuramente infelice per qualsiasi allenatore di qualsiasi squadra, soprattutto della Juventus. La squadra vuole tendere più al concreto che al bel gioco? Sicuramente le squadre che vincono sono molto concrete, il bel gioco lascia il tempo che trova, è dato dalle belle giocate dei singoli. Raramente si vede un’azione corale, azioni simili succedono sempre in campo aperto, in contropiede”. Fulvio Collovati sui bianconeri: "Certo che Ronaldo, Higuain e Dybala possono giocare sempre insieme. Quello degli equilibri secondo me è un luogo comune. Non è di sicuro per colpa delle tre punte se la Juventus ha per esempio perso contro la Lazio o contro il Napoli: il problema è che tutta la squadra a tratti sembrava camminare per usare le parole dello stesso Sarri. Se a livello di intensità e di condizione la squadra è al di sotto degli standard, potrebbe esserci anche solo un attaccante e i problemi ci sarebbero ugualmente. Bisogna insistere? Secondo me sì, anche perché fin qui si è visto ancora troppo poco per avere un giudizio reale. Già contro la Fiorentina Sarri dovrebbe riproporre sia Ronaldo che Higuain e Dybala, per dare un messaggio importante a tutti quanti. In termini di fame, di voglia, di coraggio". Si va verso la chiusura per Emre Can al Borussia Dortmund: 30 milioni di euro più bonus. 

LAZIO - Ciro Immobile all'evento benefico organizzato da Suor Paola: “Siamo contenti, è un rituale ritrovarci da Suor Paola per fare compagnia a tanti bambini. Siamo molto divertiti. Siamo in un buon momento, abbiamo fatto una buona prestazione a Napoli e abbiamo pareggiato il derby. Non abbiamo perso fiducia e dobbiamo continuare così, divertendoci e facendo divertire i nostri tifosi”. Interviene anche Acerbi: “Serata bella, significativa soprattutto. Non vedo l'ora di fare il cameriere, gentilissimi ad invitarci. Partecipare a queste esperienze è sempre bellissimo. Cataldi mi sembra più portato come cameriere, ma sono bravo anche io. Ci aspettano tre sfide importanti che indirizzeranno la nostra stagione, due in casa ed una a Parma. Dovremo fare molto bene, vogliamo dar seguito ai risultati positivi. Vogliamo ottenere il massimo. Pensavo fosse successo qualcosa in occasione del gol nel derby, abbiamo sofferto ma è stato un punto fondamentale: c'è stato molto spirito di gruppo perché non volevamo perdere”. Marco Parolo: "Contro la SPAL abbiamo perso all'andata, vogliamo riscattarci per dar seguito a quanto stiamo facendo in campionato dopo il pari con la Roma". Danilo Cataldi: “Conosciamo quest'iniziativa e sapevamo cosa avremmo fatto. Sappiamo cosa fa Suor Paola e siamo felici di passare questa serata in compagnia di tanti bambini. Sto abbastanza bene e sto procedendo verso il recupero, spero di tornare presto. Questa settimana è importante, nella prossima tornerò a lavorare. Ci aspettano tante gare importanti nell'immediato futuro”. Ufficiale Valon Berisha al Fortuna Dusseldorf:

LECCE - Continua la campagna di rafforzamento del club pugliese: si tratta Rogel del Tolosa.

MILAN - Si sblocca la situazione legata all'addio di Rodriguez: il terzino non andrà al Napoli ma firmerà per il PSV Eindhoven. Offerto Paquetà alla Fiorentina per sei mesi. Ecco quanto riportato dal sito ufficiale:

AC Milan comunica di aver ceduto a titolo definitivo le prestazioni sportive del calciatore Krzysztof Piątek alla società tedesca Hertha BSC. Il Club desidera ringraziare il calciatore per la professionalità sempre dimostrata nell'indossare la maglia del Milan e gli augura le migliori soddisfazioni sportive e personali.

NAPOLI - Petagna ha svolto le visite mediche: sarà un nuovo giocatore del Napoli da giugno. I partenopei rifiutano un'offerta di 8 milioni di euro per Mertens

PARMA - C'è il placet dell'Inter per l'approdo del portiere Radu, che andrà a sostituire Sepe che sarà infortunato per diversi mesi. Questo il commento del suo agente Crescenzo Cecere: "È stata un'operazione dell'ultimo minuto, il Parma aveva l'esigenza di prendere un portiere e si è fiondato su Radu. Ionut è un giocatore importante, giovane ma con già cinquanta partite in Serie A. L'anno scorso ha aiutato il Genoa a salvarsi, siamo contenti della scelta fatta. La scelta del Genoa è legittima, Radu era in prestito e a fine anno sarebbe tornato all'Inter. Le questioni tecniche non sono di mia competenza, dico solo che Radu ha dato tanto al Genoa e viceversa. L'anno scorso ha dimostrato di essere un portiere importante. Quest'anno ha portato punti, poi è cambiato il management e sono cambiati allenatori. Noi ne abbiamo preso atto e siamo felici della scelta". 

SAMPDORIA - Lunga intervista all'ultimo arrivato Lorenzo Tonelli: «Appena si è aperto il mercato ho mandato subito un messaggio al direttore Osti dove gli ho detto che il mio intento era quello di tornare qua per dare una mano. Mi disse che dovevano decidere cosa fare ma dopo due settimane mi ha dato l'ok. Ringrazio il presidente Ferrero che ha contribuito tanto. Per me, come avevo detto anche l'anno scorso, è un traguardo e questo mi crea tanta gioia. Mi sembra di vivere un sogno, non so se è realtà o finzione, visto i tanti viaggi tra Genova e Napoli. Il mister si è presentato e mi ha detto "devi giocare domenica". Non ero al 100% ma sono stato bene in campo. Era tanto che non giocavo. Le mie sensazioni sono positive, anche su Ranieri, un uomo elegante che trasmette tranquillità alla squadra. La situazione è diversa rispetto all'anno scorso, la classifica è negativa ma vogliamo migliorare. Lunedì contro il Napoli per me sarà una partita dal valore molto importante, non ho giocato tanto ma ho vissuto lì per tanto tempo e per me è una seconda casa. Gli azzurri sono in crescita, sarà una partita dura, ma vorrò dimostrare loro che si sono persi qualcosa lasciandomi andare. Dobbiamo avere spirito combattivo per arrivare alla salvezza, appena sono arrivato ho visto subito che questo spirito è maggiore rispetto a un anno fa». Accordo trovato per il ritorno di Rigoni allo Zenit San Pietroburgo. Ecco quanto si legge sul sito ufficiale:

L’U.C. Sampdoria comunica di aver acquisito a titolo temporaneo con obbligo di riscatto dalla Juventus F.C. i diritti alle prestazioni sportive dei calciatori Nicolò Francofonte (nato a Palermo il 31 gennaio 2001), Erik Gerbi (nato a Ivrea, Torino, l’11 giugno 2000) e Matteo Stoppa (nato a Biella il 27 settembre 2000).

Nel contempo la società comunica di risolto consensualmente con l’A.S. Cittadella l’accordo di cessione a titolo temporaneo relativo ai diritti alle prestazioni sportive del calciatore Giacomo Vrioni. Gli stessi diritti sono stati ceduti a titolo definitivo alla Juventus F.C.

SASSUOLO - Daniel Boga, agente di Jeremie Boga, ha parlato del futuro del suo assistito: “Non so se ci siano stati contatti tra Sassuolo e Napoli e siamo fermi sulla posizione del Sassuolo che ci ha comunicato di non volerlo vendere in questa sessione di mercato, per cui dobbiamo aspettare in estate. A quando risalgono gli ultimi contatti con Giuntoli? Prima della finestra del mercato di gennaio. Non posso aggiungere molto, dipenderà molto da quello che vuole fare il Sassuolo e cosa vorranno fare le due società. Ne parleremo direttamente quando il Sassuolo e il Napoli troveranno un accordo, nella mia testa, al momento non escludo nessuna possibilità. Se e quando troveranno un accordo i due club, vedremo il da farsi. Non c’è solo il Napoli che cerca Jeremie, esistono club spagnoli, inglesi e anche italiani che hanno mostrato il loro interesse". Duncan approderà alla Fiorentina per 15 milioni di euro più 1 di bonus. 

SPAL - Per rinforzare il centrocampo spunta anche Eysseric, praticamente inutilizzato nella Fiorentina. I Viola, però, hanno proposto il giocatore anche al Parma. 

TORINO - Trapelano delle dichiarazioni di Mazzarri dal ritiro di Novarello: "Lavoriamo concentrati e lontano dai rumori. A Lecce dobbiamo vincere".

UDINESE - Ecco quanto si legge sul sito ufficiale:

Javier Sotomayor e Stefan Holm: il gotha della storia del salto in alto mondiale in visita alla Dacia Arena. La leggenda cubana, tutt'ora primatista del mondo della specialità con 2,45 mt (misura monstre fatta registrare nel 1993), e il campione svedese Stefan Holm hanno ammirato il nostro stadio e fatto un tour nelle strutture dell'Udinese, accompagnati dal friulano Alessandro Talotti, ex grande saltatore italiano e organizzatore del "Jump Meeting" , in programma al pala indoor "Ovidio Bernes" di Udine ed evento del quale i due sono testimonial. Un bel momento di incontro con due eccellenze assolute dello sport mondiale a contatto con la realtà bianconera nella splendida cornice della Dacia Arena.

Il Monaco piomba su Okaka.