Brevi calcio (e mercato)

24.01.2020 20:30 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Brevi calcio (e mercato)

Anche durante il mese di gennaio il calciomercato diventa argomento quotidiano, che accompagnerà tifosi, giocatori e società fino alla chiusura della finestra di riparazione, fissata per venerdì 31 alle ore 20.

Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori un appuntamento fisso con le principali notizie riguardanti le restanti 19 partecipanti alla Serie A oltre la Roma, non limitandosi alle consuete voci di mercato, ma aggiungendo anche curiosità e dichiarazioni dei protagonisti.

ATALANTA - Gian Piero Gasperini alla vigilia della sfida contro il Torino: "Come si riparte dopo lo stop con la SPAL? Non è un inciampo, nell'arco del campionato capita. Dopo la partita con l'Inter c'è stato un po' di calo, più nervoso che fisico. Con la SPAL ha pesato molto, anche per come si era messa la partita. Non siamo stati capaci di vincere una gara che si era messa bene, ora bisogna ripartire. Tutte sono dentro ai propri obiettivi, sono coinvolte diverse squadre nel giro di pochissimi punti. Il girone di ritorno sarà una battaglia. Il campionato entra in una fase equilibrata, credo che la cosa migliore sia concentrarsi su ogni gara e non guardare gli obiettivi. Il calo nervoso? Anche la partita d'andata con il Torino è stata simile, ogni tanto questa situazione c'è stata, si possono fare tante considerazioni. Con la SPAL abbiamo avuto qualche problema sugli esterni, ma dobbiamo pensare a domani. Il Torino è una squadra forte, è costruita per l'Europa. Sarà uno scontro di livello, dobbiamo concentrarci su questa gara. Come stanno Gomez e Castagne? Gomez sta bene e ha recuperato, Castagne ancora non si è allenato. È una gran perdita, ha subito l'intervento ad agosto e si è trascinato qualche acciacco, anche se poi ha giocato tante partite. Speriamo che possa rientrare al più presto".

Il Chelsea mette nel mirino Gosens: pronta un'offerta da 25 milioni di euro. 

BOLOGNA - Emilio De Leo alla vigilia del derby contro la SPAL: "Dobbiamo tornare al trend che avevamo avuto a dicembre. Credo ci siano state comunque delle buone prestazioni pur con cose da sistemare, per esempio con il Verona avremmo dovuto essere più lucidi anche con l'uomo in meno e in generale dovevamo essere più cinici. Dobbiamo iniziare a capitalizzare di più. Emergenza in difesa? Numericamente sì, è chiaro. Giocare con gli stessi facilita il lavoro di tutti però chi ha giocato di meno ha lavorato sempre con grande umiltà e siamo tranquilli che chi giocherà darà il massimo. Credo che nelle ultime gare, tolta la fase concitata contro il Verona, il gruppo stia facendo dei miglioramenti. È ovvio che se siamo in difetto nella differenza reti dobbiamo lavorare meglio, essere più concentrati sapendo che per come giochiamo non è facile difendere con tanti uomini. Se riusciamo a rimanere corti facciamo bene entrambe le fasi".

BRESCIA - Per arrivare a Tonali, la Juventus sarebbe disposta a offrire i due giovani Nicolussi-Caviglia e Touré.

CAGLIARI -  Una volta sistemata la questione Pjaca, il Cagliari cercherà di regalare a Maran un difensore per completare il reparto. Il Genoa ha tolto dal mercato Goldaniga, stesso cosa ha fatto il Milan con Gabbia. Restano in piedi le piste De Maio, Djidji e Magnani. Piace anche il terzino Retsos del Bayer Leverkusen, seguito dall'agente Ramadani che con Carli, ds dei sardi, ha un ottimo rapporto.

FIORENTINA - Il tecnico della Viola Giuseppe Iachini ha presentato la sfida contro il Genoa: «Io confido solo sul lavoro, sia sulla fase difensiva che sul possesso palla. Stiamo crescendo, cominciamo a conoscerci. Voglio un calcio che porti a mettere la palla "nei tre legnetti", come dico io. Nel frattempo voglio lavorare anche sulla mentalità, e i calciatori hanno risposto bene. I nostri comportamenti ci devono permettere di avere una mentalità che ci faccia arrivare al massimo dei punti, sia in casa che fuori casa. Quando sono arrivato c'era sfiducia e paura vista la classifica. Abbiamo ribaltato questa situazione in poco tempo, tra virgolette. Però teniamo la testa bassa, ancora non abbiamo fatto niente. Pensiamo una partita per volta con umiltà. Tridente Chiesa-Cutrone-Vlahovic? Tutti pensano che io da mediano non faccia fare gol ai miei giocatori, ma non è così. Quando ho avuto la macchina giusta ho sempre valorizzato i miei attaccanti. Ricordo Icardi, Belotti, Dybala o Vazquez, tanto per fare qualche nome. Il mio compito è lavorare per inserire al meglio i miei giocatori. A me piace un calcio propositivo, nel quale tutti gli interpreti stiano bene. In passato ho giocato con Dybala-Vazquez-Belotti, questa volta possiamo anche tentare il tridente Chiesa-Cutrone-Vlahovic». Il profilo Twitter della società riporta il coro che i tifosi hanno dedicato a Cutrone:

GENOA - Il tecnico Davide Nicola ha parlato alla vigilia del match contro la Fiorentina, trattando anche temi di mercato: "Quando può tornare Zapata Spero che dalla prossima settimana possa iniziare con noi. È chiaro che per noi sarebbe un'alternativa in più. Masiello? In ogni caso è molto chiaro quanto ci diciamo con la società. Io sono chiaro con le richieste, questa squadra è costruita per giocare in un modo e secondo me va migliorato quanto si era già iniziato. Stiamo operando per consolidare il reparto difensivo perché secondo me c'è bisogno di alternative. Quanto sarebbe fondamentale vincere in trasferta? Le vittorie sono sempre fondamentali. Dobbiamo già avere un'adrenalina particolare ma prima bisogna raggiungere un'identità sicura e più hai probabilità di fare risultati in casa e fuori". Per Masiello pronto un contratto sino al 2023. 

HELLAS VERONA - Lo Spezia prepara un doppio colpo dall'Hellas: piacciono Di Gaudio e Vitale

INTER - L'attaccante Lukaku ha parlato di Conte: "Non è una persona che vuoi contrariare. Ti dice in faccia se fai bene o se sbagli. Ricordo una delle mie prime partite di Champions League contro lo Slavia Praga. Ho giocato davvero male, come se fossi spazzatura e me lo ha detto di fronte a tutta la squadra. Non mi era mai successo in carriera. Mi ha detto che mi avrebbe tolto dopo cinque minuti se fosse accaduto di nuovo. Abbiamo giocato il derby di Milano subito dopo e ho giocato una delle mie migliori partite della stagione. Ha rafforzato la mia fiducia e mi ha svegliato allo stesso tempo. Conte lo fa con tutti, non importa chi sei. Tutti sono uguali. Lavori duro, ti alleni duramente e giochi. Se non fai quello che dice, non giochi". Ufficiale Lazaro al Newcastle:

FC Internazionale Milano comunica sul proprio sito ufficiale la cessione di Valentino Lazaro al Newcastle United FC. Il calciatore austriaco si trasferisce a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2020 con opzione per la trasformazione del prestito in trasferimento definitivo.

JUVENTUS - Nuova intervista a Rodrigo Bentancur: "Mi sento molto bene, l'obiettivo è quello di diventare un titolare della squadra. La concorrenza è alta, le partite sono tante, quindi non si può pensare di venire sempre utilizzati dal mister. Se gioco sono felice, se scende in campo un mio compagno che sta meglio lo sono altrettanto per lui. La gara con il Napoli? Al di là del loro momento, è una sfida che vale sempre tre punti e che dobbiamo vincere, perché il margine sulle inseguitrici non è ampio. Chi temo di più fra Inter e Lazio? Non mi interessa, dobbiamo pensare solo a noi. Vogliamo vincere tutto. Lavoriamo sulla cattiveria in campo e sulla continuità nel corso delle partite. Siamo intorno al 60-70% del potenziale". L'ex Claudio Gentile: "Il Napoli avrà modo di non perdere contro la Juventus? Nel calcio può sempre accadere di tutto. Basta un episodio. Tante vole ho visto squadre convinte di vincere uscire da campo con le orecchie basse. È un Napoli in ripresa, stando a quanto mostrato contro la Lazio. Cosa penso di Maurizio Sarri e del suo lavoro in bianconero? Quando arriva un allenatore con un mentalità diversa, il cambio totale non si fa la domenica dopo, le migliorie arrivano con il tempo. Mi sembra che ci sia stata una certa progressione nelle ultime gare, si vede più gioco ed un rendimento generale altissimo. Mi auguro che sia la scuola Sarri, che sia perché è entrata nelle teste dei giocatori, che ora si esprimono come vuole lui. Stiamo migliorando, ma non siamo ancora al top". 

LAZIO - Paolo Di Canio in vista del derby: "Sarà straordinario per me questo derby, perché per la Roma è importante per mantenere la posizione in classifica e continuare ad inseguire il piazzamento Champions, e ne ha tutte le possibilità anche se ritengo l'Atalanta quella più forte tra le squadre in corsa. I giallorossi possono inoltre fermare una Lazio lanciatissima. Qualcuno mette in dubbio il sogno scudetto della squadra di Inzaghi, ma se vince anche questa partita e il recupero e continua in questo campionato senza la fatica delle coppe, allora qualcuno potrebbe davvero crederci. La Roma ha dunque due obiettivi: vincere per sè e per fermare la Lazio".

LECCE - Giornata di presentazione ufficiale per Riccardo Saponara: "Arrivo qui con grandi motivazioni, voglio raggiungere la salvezza con questa squadra. Ho trovato un gruppo di calciatori importanti, adesso tocca a me ripagare la fiducia. Sto bene, sono contento di avere un'opportunità importante come quella che mi ha presentato il Lecce. Ora tocca al mister decidere quando utilizzarmi. Problemi avuti al Genoa? Onestamente non lo so, è una cosa che non mi è mai capitata in carriera. Non provo comunque rabbia nei confronti dei rossoblù, oggi penso e soltanto al Lecce e al mio futuro qui". Bourabia e Mazzitelli le alternative ad Acquah

MILAN Giannis Antetokounmpo, stella dei Milwaukee Bucks e attuale Mvp della NBA, ha parlato da Parigi a margine della partita che giocherà contro i Charlotte Hornets. La stella greca, ospite del PSG, ha parlato anche della sua passione per il calcio: "Ho sempre ammirato il PSG, lo prendo sempre quando gioco ai videogames. Ci sono due dei più grandi calciatori del mondo come Neymar e Mbappé e qui ha giocato uno dei miei preferiti di sempre: Zlatan Ibrahimovic". La società ha deciso: Gabbia non sarà ceduto. Wladyslaw Piatek, padre dell'attaccante del Milan Krzysztof, ha parlato del figlio: "Kris non vuole fare la riserva, vuole giocare ed essere in forma per gli Europei, se non può farlo al Milan, lo farà volentieri altrove. In molti chiedono di Kris, ci sono delle proposte di prestito ma il Milan vuole cederlo a titolo definitivo, per una cifra simile a quella sborsata un anno fa. La prossima settimana il suo futuro sarà deciso. Si sta allenando molto ma è un uomo, non è una macchina".

NAPOLI - Mario Giuffredi, agente di Hysaj, è intervenuto sul futuro del suo assistito: "Sembra che abbia ricominciato a fare ciò che faceva con Sarri. Ha piena fiducia, questo gli fa aumentare l'autostima. E per questo sta facendo prestazioni importanti, proprio come con Sarri. Gattuso vuole avvicinarsi al modo di giocare di Sarri per uscire dal tunnel, ma dipenderà anche dal mercato. Vedremo se coi calciatori che vuole riuscirà a replicare quel tipo di gioco. Abbiamo parlato nelle scorse settimane del rinnovo di contratto, ma poi vediamo. Non siamo disponibili ad aspettare a vita. Nella vita ci vuole rispetto per le persone, per i calciatori che hanno dato tanto. Non siamo disposti ad aspettare a vita le volontà del Napoli. Potremmo scegliere di non rinnovare più e andare via in estate. I rinnovi o li fai o non li fai. Se sono così lunghi e logoranti diventano un male. Io avrei definito quanto prima queste situazioni per dare serenità ai calciatori e farli esprimere al meglio nella stagione in corso. È un segnale di continuità perché io butto le basi e do fiducia, invece così si creano incertezze per il futuro". Giuffredi cura anche gli interessi di Di Lorenzo: "Ha fatto bene anche da centrale. Le prestazioni sono state importanti, poi è stato sfortunato in un paio di episodi, specie in quello con l'Inter. Sicuramente nel ruolo di terzino destro si esprime al massimo e può alzare il livello delle prestazioni". Dall'Inghilterra rimbalzano le voci di un interesse del Liverpool nei confronti di Fabian Ruiz, considerato l'alternativa a Isco. Il Monaco tenta Mertens con un ingaggio da 5 milioni di euro sino al 2022. 

PARMA - Il ds Daniele Faggiano sul mercato crociato: "Valuterò i punti a fine campionato, siamo felici, ma bisogna aspettare Maggio. Ce l'aspettavamo? Non lo so, ma lo speravamo. Ci abbiamo messo impegno, soldi e tanto lavoro da parte di tutto lo staff. Llorente al Parma? Nessun contatto con Giuntoli, dobbiamo guardare il bilancio e le nostre casse. Mi dispiace per Roberto Inglese, dopo l'infortunio dell'anno scorso, è una sfortuna, ma tornerà più forte di prima". Anticipato di sei mesi il riscatto di Brugman.

SAMPDORIA - Il club ha deciso: s'interverrà sul mercato per un attaccante solo in caso di cessione di Caprari, altrimenti l'organico offensivo resterà tale. Ranieri a due giorni dal match contro il Sassuolo: "Come ci arriva la Samp? Tutte le gare per noi in questo momento sono importanti. Contro il Sassuolo sarà importante perché i neroverdi sanno quello che vogliono e lo fanno a memoria. Dobbiamo fare una grande partita e il pubblico ci deve aiutare. Ci arriviamo arrabbiati perché a Roma, per la prima volta nella mia gestione, non siamo stati squadra. Mi dispiace per tutto il popolo sampdoriano. Ora pensiamo alla prossima partita, difficilissima. Come si riparte ora? Si riparte con i piedi per terra. Non credo che i ragazzi si siano fatti prendere dall'euforia dei cinque gol realizzati al Brescia. Giocavamo contro una squadra che volava sulle ali dell'entusiasmo. La cosa che mi ha lasciato un po' esterrefatto è che siamo stati un po' aperti mentre io avevo chiesto di stare più chiusi. Tonelli? L'ho visto bene. Già faceva parte di questo gruppo, è entrato tranquillamente come se non fosse mai andato via".

SASSUOLO - L'attaccante della selezione femminile Daniela Sabatino è intervenuto per parlare della sfida contro la Juventus: "Sfide come queste sono sempre le più belle da affrontare. La Juventus punta vincere il campionato, a differenza nostra che vogliamo fare bene e vogliamo migliorare il piazzamento dello scorso anno. Il nostro obiettivo è quello di far crescere le ragazzine presenti, è una squadra giovane con molta potenzialità. La Juventus rappresenta una importante occasione di crescita. Pronostico? Nel calcio mai dire mai, si parte sempre sullo 0-0 e può sempre succedere di tutto. La Juve è una squadra forte, organizzata, le cui calciatrici giocano insieme ormai da diversi anni e si conoscono a meraviglia. Nonostante un finale di anno molto bello, siamo partiti un po' in sordina ma contiamo di ritrovarci al più presto. Cercheremo, domani, di giocare il nostro calcio. Come fermare la Juventus? Si può provare a fermarle cercando subito di aggredirle, non bisogna dar loro modo di fare il loro calcio. Le bianconere sono tutte titolari nelle loro nazionali, quelle italiane poi le conosco davvero molto bene. Il Sassuolo non dovrà chiudersi, perché altrimenti così il gol lo prendi sicuro. Però ciò che penso davvero è che non bisogna soffermarsi solo sull'avversario, ma prima dobbiamo guardare a noi stesse". Bloccato Tripaldelli, che resterà almeno sino a giugno. 

SPAL - Ecco quanto comunicato dal sito ufficiale della SPAL:

SPAL srl comunica di aver acquisito dal Torino Fc a titolo temporaneo con obbligo di riscatto al verificarsi di determinate condizioni, le prestazioni sportive di Kevin Bonifazi. Il calciatore ha firmato un contratto che lo legherà alla società biancazzurra fino al 30 giugno 2024. SPAL esprime grande soddisfazione per il ritorno a Ferrara del difensore che inizia così la terza esperienza in biancazzurro dopo aver contribuito da protagonista, con 47 presenze e 5 gol, alla salvezza nella scorsa stagione di serie A ed alla storica vittoria del campionato di serie B 2016/2017. Bonifazi ha scelto la maglia numero 41. Bentornato Kevin!

Semplici in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro il Bologna: "Per Kevin Bonifazi stiamo attendendo gli ultimi documenti per capire se poterlo schierare o meno. Siamo contenti del suo arrivo e ringrazio la società per lo sforzo fatto, per un giocatore che volevamo da tempo. La vittoria di lunedì ha alzato il morale ma non vuol dire niente. Abbiamo portato a casa tre punti importanti. Domani bisognerà migliorare la prestazione di Bergamo. Bonifazi sarebbe già utilizzabile? Si. Sta bene e sarebbe utilizzabile. La carica della curva? Per noi è importante. La loro vicinanza è sinonimo di unità di intenti. Ci sono sempre stati vicini e non ci hanno mai fatto mancare il loro apporto. Questo deve essere la garanzia per arrivare all'obiettivo".

TORINO - Diversi club hanno bussato alla porta dei granata per Lyanco, ma per Cairo il giocatore resta incedibile. Walter Mazzarri in conferenza stampa alla vigilia della sfida contro l'Atalanta: "Stessi punti dell'anno scorso? Conoscete la matematica, queste considerazioni le fate voi. I confronti non li faccio io, ma penso solo all'Atalanta e a dare le indicazioni giuste ai miei ragazzi. Loro sono forti, l'ho vista contro l'Inter ed è una squadra di altissimo livello. Serve una partita eccezionale per metterli in difficoltà. Cosa manca a Verdi per tornare al top? Ha la fiducia mia, del club e dei compagni. A volte quando uno vuole spaccare il mondo bisogna aiutarlo, vuole strafare, è un ragazzo sensibile e magari può capitare che non sia tranquillo. Deve giocare semplice e metterla sulla quantità, gli capita anche di disperdere troppe energie che poi gli mancano nella ripresa. Non pensa solo a se stesso, da un giorno all'altro possiamo vedere un giocatore diverso e magari vedremo giocate come il palo contro il Bologna. Gli basta un episodio che possa cambiargli il momento".

UDINESE - Molto difficile l'addio di de Paul già in questa sessione di mercato: il suo agente, infatti, è appena ripartito per l'Argentina senza offerte sul piatto. Ecco quanto riportato dal sito ufficiale:

Udinese Calcio è lieta di annunciare il ritorno in Friuli dell'esterno sinistro olandese Marvin Zeegelaar, proveniente dal Watford. Zeegelaar arriva a titolo definitivo, sottoscrivendo un contratto fino al 30 giugno 2022. Si è messo in evidenza nel girone di ritorno dello scorso campionato, in cui colleziona 12 presenze prima di rientrare al Watford per fine prestito. Adesso si appresta a vivere le prossime due stagioni e mezzo in bianconero, vestendo la maglia numero 77.