Brevi calcio (e mercato)

23.01.2020 20:30 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Brevi calcio (e mercato)

Anche durante il mese di gennaio il calciomercato diventa argomento quotidiano, che accompagnerà tifosi, giocatori e società fino alla chiusura della finestra di riparazione, fissata per venerdì 31 alle ore 20.

Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori un appuntamento fisso con le principali notizie riguardanti le restanti 19 partecipanti alla Serie A oltre la Roma, non limitandosi alle consuete voci di mercato, ma aggiungendo anche curiosità e dichiarazioni dei protagonisti.

ATALANTA - Non solo Josip Sutalo per l'Atalanta. Il difensore classe 2000 della Dinamo Zagabria è un nome per il futuro della difesa della Dea, ma gli scout orobici sono sulle tracce anche di un omonimo dell'NK Osijek, ovvero Bosko Sutalo. Stesso anno di nascita, il secondo è un giocatore che viene definito più pronto e maggiormente duttile, potendo agire sia da centrale in una retroguardia a 3 che da esterno.

BOLOGNA - Dalla Turchia scrivono che Nagatomo sia in uscita dal Galatasaray: i felsinei ci pensano, con l'obiettivo di proporre delle corsie laterali tutte nipponiche, avendo già in rosa Tomiyasu. Prime parole ufficiali di Barrow: "Perché ho deciso di venire a Bologna? Volevo giocare con più continuità e penso che qui potrò trovare spazio. Ruolo preferito? Per me non importa. Posso giocare esterno o seconda punta ma in generale in attacco posso ricoprire qualsiasi ruolo. Come mi sono lasciato con l'Atalanta? Con Gasperini bene, era contento con me e mi ha detto che a Bologna posso fare bene. Mihajlovic mi sta chiedendo di aiutare di più la squadra, devo imparare a farlo". Durante la presentazione di Barrow, il ds Bigon ha dichiarato che Dzemaili sarà ceduto: "Attraverso il suo agente ha espresso la sua volontà di lasciare il club e se possiamo accontentarlo lo faremo. Altrimenti resterà qui ad aiutare la squadra. Siamo in attesa di offerte ufficiali. Potrebbe arrivare qualcuno in prestito di sei mesi? Non escludo questa possibilità ma queste operazioni non mi entusiasmano. Se potremo migliorare la rosa ci penseremo".

BRESCIA - Previsto il "tutto esaurito" al Rigamonti per la sfida contro il Milan: le due tifoserie, infatti, sono gemellate. Eugenio Corini presenta la sfida in conferenza stampa: "La squadra ha dimostrato la cattiveria anche domenica, purtroppo non siamo riusciti a vincerla. Affrontiamo una squadra in salute, ha trovato un gran calciatore. Dobbiamo continuare il nostro percorso, per cercare di fare risultato. La squadra è stata più incisiva? Questa è sempre stata una nostra idea, sapevo che mi avrebbero garantito solo un'ora di gioco. Hanno portato tanta personalità. La squadra stava facendo un'ottima partita, purtroppo non siamo riusciti a gestirla. Come si prepara la partita con Ibrahimovic? Ha dimostrato il suo valore straordinario. Su un paio di situazioni di gioco abbiamo lavorato per trarne vantaggio. Siccome è un giocatore di livello può essere incontenibile. A prescindere da lui dobbiamo considerare anche ciò che crea intorno a sé".

CAGLIARI - Domani ci sarà l'arrivo di Pjaca in Sardegna: accordo per un prestito gratuito con diritto di riscatto fissato a 12 milioni di euro e controriscatto in favore dei bianconeri. 

FIORENTINA - Intervista al talento Gaetano Castrovilli: "Da piccolo facevo il ballerino, quando vado in campo voglio giocare spensierato. Ora stiamo attraversando un buon momento e vogliamo continuare così. Il rinnovo di Sottil? Spero trovi più spazio, gli ho fatto i complimenti per il rinnovo contrattuale e sono molto contento per lui. Chiesa? È un giocatore fortissimo che dà una grandissima mano alla squadra. Sono rimasto molto impressionato da lui". Patrick Cutrone: "I primi giorni a Firenze? Mi sto trovando benissimo, la squadra è fantastica e la città bellissima. Sarà veramente bello viverci. Nel tempo libero sono andato un po' in giro, ho visto anche il Duomo. Prima di arrivare sapevo che non c'era tranquillità, quindi sono contento che abbiamo vinto queste partite fondamentali dimostrando che siamo un bel gruppo". Marco Benassi giura fedeltà: "Sono pronto a prolungare, ho superato le mie difficoltà anche grazie all'aiuto dei tifosi viola. Firenze è la mia seconda casa e sono pronto a chiudere qui la mia carriera. Con Iachini ci siamo capiti subito".

GENOA - Dalla Spagna scrivono di un interesse dell'Alaves nei confronti di Sanabria, con l'attaccante che avrebbe già dato l'ok al trasferimento. Proposto a Masiello un contratto sino al 2022. Ecco quanto si legge dal sito ufficiale: 

Il Genoa Cricket and Football Club comunica di aver acquisito da IFK Goteborg, a titolo definitivo, i diritti alle prestazioni sportive del centrocampista Sebastian Eriksson (Bralanda, Svezia, 31 gennaio 1989). Il giocatore, che ha svolto in giornata il primo allenamento con i compagni presso il Centro Sportivo Signorini, ha scelto la maglia numero 16.

HELLAS VERONA - Pietro Parente, agente di Claude Adjapong, sul suo assistito: "Il ragazzo attualmente preferirebbe trasferirsi altrove per trovare maggior minutaggio. In realtà, stiamo aspettando una chiamata dalla massima serie che, ad oggi, non è ancora arrivata. Su di lui ci sono tantissime squadre di B che hanno già chiesto informazioni ma, ad onor del vero, dalla Salernitana non mi è giunta alcuna telefonata. A prescindere, Salerno è una piazza importante che fa sempre gola, ma al momento non esistono possibilità concrete. Comunque, nella vita, e soprattutto nel calcio, mai dire mai”.

INTER - Il Napoli vorrebbe provare a inserire Llorente nella trattativa per portare Politano alle pendici del Vesuvio. Il giocatore, tuttavia, vorrebbe riprovare a passare alla Roma dopo il mancato accordo per lo scambio con Spinazzola. Rilancio del Lipsia per Lazaro, ma il Newcastle appare ancora in vantaggio. Ufficiale l'arrivo di Moses, che si presenta subito: "È un onore per me essere qui ed essere un calciatore dell'Inter. Ringrazio tutti per l'accoglienza, non vedo l'ora di iniziare. Lavorare ancora con Antonio Conte è un'opportunità che mi rende molto felice. Gli ho parlato e mi ha già spiegato il progetto del Club. Voglio farne parte, sono contento di essere qui. Darò il massimo, voglio aiutare la squadra. Qui c'è tanta qualità, io voglio dare il mio contributo in campo e divertirmi. Queste sono le cose più importanti". Milan Skriniar alla tv ufficiale: "L'Inter è stata importante per la mia crescita, quando sono arrivato a Milano ero solo un ragazzino che giocava a calcio, nella Sampdoria, un club che mi ha dato tanto: qui sono cresciuto tanto anche come uomo". 

JUVENTUS - Luca Toni commenta il successo bianconero in Coppa Italia: "Obiettivo Triplete? È chiaro, la Juventus ha la forza per cercare di fare il Triplete, hanno investito tanto, hanno speso tanto e secondo me è arrivato il tempo di riuscire a fare questo triplete. La Juventus sa di essere destinata a vincere: il campionato lo deve vincere, la Coppa Italia deve cercare di vincerla e la Champions è l'unica competizione dove davvero si incontrano veramente le squadre più forti in Europa. La Juventus di Sarri sta migliorando di partita in partita e può dire la sua in tutte le competizioni". Con la vittoria in Coppa Italia sulla Roma, Sarri ha conquistato la vittoria numero 14 su 15 gare casalinghe disputate da quando allena la Vecchia Signora. Bentancur: "Nel primo tempo la squadra ha fatto molto bene, nella ripresa abbiamo mollato un po' anche se difensivamente siamo stati bravi. Il gol? Sono felice. Il mio momento di fiducia? In ogni gara mi sento meglio. La Juventus, così come i tifosi, hanno hanno grande fiducia e me lo dimostrano ogni giorno". Interviene anche Pjanic: "Siamo contenti di aver passato il turno, avevamo studiato la gara di campionato. È stata una bella gara, nel secondo tempo potevamo fare di più ma siamo contenti. L'obiettivo sarà rivincere la Coppa, speriamo di riuscirci. Non molliamo niente? È una caratteristica nostra, non molliamo su tutti i fronti. Sarà così fino in fondo. Il campionato sarà combattuto fino alla fine, non dobbiamo mollare. Sono contento di come vanno le cose".

LAZIO - Rischia di saltare l'arrivo di Paloschi: gli agenti del giocatore hanno chiesto garanzie sull'impiego, ma Inzaghi con Immobile e Caicedo non sembra disposto a promettere nulla. Anche il tecnico Stefano Colantuono mette la Lazio tra le candidate per lo scudetto: “Occhio alla Lazio, ha soltanto il campionato da giocare e potrebbe diventare una pretendente accreditata. La Juventus la metto sempre un gradino sopra le altre, anche se all’Inter dovessero arrivare Eriksen e Giroud che sarebbero giocatori che arriverebbero in corsa. Conte avrebbe comunque bisogna di tempo”. Claudio Lotito elogia Inzaghi: “Vive la Lazio come la sua famiglia, ha intrapreso tutto il percorso da allenatore partendo dagli allievi regionali. Si è conquistato tutto con merito, è una persona di grande qualità. Su Simone ho puntato, quando ha avuto dei momenti difficoltà come calciatore, l’ho chiamato e gli ho detto che mi sembrava giunto il momento di iniziare un percorso diverso. Andò in Primavera perché Bollini seguì Reja e si era liberato il posto, poi sarebbe dovuto andare alla Salernitana. Ho ritenuto che Simone avesse le qualità per poter dirigere la squadra. Ha sempre avuto un carattere predisposto verso questo tipo di attività, lavora 24 ore al giorno".

LECCE - L'ennesimo infortunio di Inglese spinge il Parma a cercare una nuova punta: tra i nomi vagliati anche Falco. Passato al Perugia, si presenta Benzar: "Ho parlato con Dragomir, veniamo dalla stessa città, prima vi venire qui per sentire com’era l’ambiente e mi ha parlato molto bene della squadra e della città. Questo mi ha convinto ad accettare l’offerta. Ho anche parlato con alcuni miei connazionali che sono stati allenati da Cosmi e mi hanno detto solo cose positive, anche mister Liverani è stato allenato da lui. Sono qui per giocare e contribuire al raggiungimento degli obiettivi. La cosa più importante è remare tutto dalla stessa parte. Che giocatore sono? Mi piace tantissimo salire in attacco, crossare, tirare, ho una buona velocità e spero che le mie qualità si vedano nelle prossime partite. E poi mi piace battere le punizioni, lo faccio fin da piccolo e credo sia una delle mie qualità”.

MILAN - L'ex presidente della Juventus Giovanni Cobolli Gigli su Ibrahimovic: "È un uomo eccezionale. Anche caratterialmente è impressionante: sotto questo aspetto è forse meglio di Cristiano Ronaldo. Ama il rischio e adesso è già riuscito a dare una carica al Milan molto importante. Parliamo di uno di quei giocatori che non possono non essere apprezzati". Stefano Pioli presenta in conferenza stampa la sfida di domani sera contro il Brescia: "Vincere in trasferta attitudine per il Milan? Se i numeri dicono questo, i numeri non mentono. Le gare esterne sono state positive per noi, dobbiamo provare a farlo ancora. Non abbiamo fatto ancora nulla, c'è ancora tanta strada da fare. L'assenza di Balotelli pesa? Senza Mario il Brescia perde delle giocate individuali importanti, ma troverà ancora più compattezza e dinamismo, vorrà fare una partita aggressiva che gioca bene al calcio. Dobbiamo essere ancora noi determinati. A Brescia è il primo bivio? Ogni partita mi chiedete del bivio o della gara della svolta, per noi tutte sono importanti. Solo così possiamo svoltare la stagione. La classifica? Non è il momento di pensare dove saremo il 24 maggio, ma tenere la testa sul manubrio, lavorare e spingere. Rafforzare le cose positive che abbiamo fatto fin qui". L'ex ds Mirabelli: "L'arrivo di Ibrahimovic al Milan? Sono contrario all'arrivo di giocatori di 38-39 anni. Non bisogna accontentarci e cercare di competere con le società inglesi, spagnole e tedesche. È una bella storia perché il giocatore ha scritto delle pagine importanti in Italia e nel Milan. Sicuramente non è più l'Ibra di un tempo, ma nel mercato di gennaio bisogna accontentarci. È stato un bel ritorno per i tifosi".

NAPOLI - Lorenzo Tonelli ufficializza sui social il suo addio ai partenopei: "Vi saluto uno ad uno tutti quanti come foste in fila indiana davanti a me. Vi lascio un’altra volta col rimpianto di non avervi reso sul campo l’affetto che mi avete sempre dimostrato. Un grazie speciale va ai miei compagni che in questi anni mi hanno sempre fatto sentire importante e ciò mi ha permesso di poter dare il mio piccolo contributo! Porterò sempre Napoli nel cuore". In estate l'Everton può piombare su Lozano, voluto al Napoli proprio da Carlo Ancelotti. Torna a parlare Ospina: "L'errore contro la Lazio? La posizione del portiere è speciale, per questo siamo diversi e possiamo usare anche le mani. Quando commetti un errore è un più visto rispetto ad un attaccante che se sbaglia poi l'azione successiva può segnare e rimediare. La cosa importante è continuare a lavorare e mettersi giù per la prossima partita. Oggi abbiamo la fortuna di allenarci con un ottimo allenatore dei portieri, grandi compagni come Alex ed Orestis, siamo una famiglia. Dobbiamo continuare a lavorare. La vittoria di martedì può essere la svolta? Aspettiamo, la cosa più importante è tenere i piedi per terra. Questa stagione è difficile, abbiamo l'esperienza per uscire da questa situazione ed andare avanti". Mario Rui in vista della sfida contro la Juventus: "Sarri? Credo che sarà accolto benissimo per quello che ha fatto, lui mi ha cambiato in tutti i sensi visto che sono stato con lui sin dai tempi di Empoli. Rivedo Sarri in Gattuso nel modo di giocare dal basso, ci sono tante similitudini, anche se non esistono allenatori uguali. Sono molto contento di poter lavorare con lui. Ronaldo? È un idolo, una motivazione e una ispirazione, gli auguro tutto il bene del mondo tranne che nella gara di domenica".

PARMA - Intervista a Matteo Scozzarella: "Che allenatore è D'Aversa? Lui, intanto, ha dimostrato negli anni di essere un grande allenatore. Perché i risultati contano nel calcio, ho sempre sposato questa linea. E credo che abbia delle grosse qualità sul campo, quando prepara le partite. Quando giochiamo contro gli altri siamo veramente preparati e a volte ho la sensazione di esserlo più degli altri in campo. Sul fatto che sa cosa devo fare di più rispetto ad altri è una cosa che nasce sicuramente dagli anni che siamo insieme. Ho imparato a conoscerlo caratterialmente e in campo. Per me è un vantaggio sotto questo aspetto magari rispetto ad altri che sono arrivati dopo. A chi dedicherò il prossimo gol? Amo alla follia la mia famiglia, mia moglie e mia figlia. Penso che mio padre ne possa essere particolarmente orgoglioso nel calcio in cui dovesse succedere. Mi è sempre stato vicino, ha sempre fatto tanti sacrifici. Ha sempre condotto una vita abbastanza umile per potermi permettere di fare quello che volevo. Penso che molti meriti siano suoi". Il dirigente Perinetti consiglia al collega Faggiano di non lasciare Parma per approdare all'Inter: "Gli consiglio di non andare all'Inter, non è il momento di fare il vice di qualcuno. C'è tempo e, secondo me, deve continuare a essere il leader di una società". Perfettamente riuscito l'intervento di Inglese. Tentativo per il prestito di sei mesi di Kean, che andrebbe a rimpiazzare proprio Inglese. Il ds Faggiano sul mercato: "Sto cercando prima di tutto di non fare danni. La squadra ha 28 punti, ma abbiamo avuto parecchie defezioni: mi accontenterei, si fa per dire, di fare gli stessi punti dell' andata, ma sarà dura. Il mio obiettivo è salvarsi quanto prima, inutile fare calcoli cambia sempre. Stiamo sempre sul chi va là. Esposito e Pinamonti? Sono due giocatori che vorrebbero tutti. Però bisogna pensare al bilancio riguardo Pinamonti e su Esposito c' è da aspettare, non so se il giocatore possa andare via: dipende dall'Inter ma anche dal ragazzo, dalla voglia di crescere nell'Inter".

SAMPDORIA - Massimo Ferrero ha ribadito ancora una volta che sta cercando acquirenti per cedere la Sampdoria, che resta dunque in vendita. Ufficiale Tonelli: "Sono davvero felice di essere tornato, volevo fortemente la Sampdoria".

SASSUOLO - Dopo una prima parte di stagione alla Virtus Entella, il terzino Sernicola, di proprietà dei neroverdi, è in procinto di approdare all'Ascoli. Summit con l'entourage di Caprari per provare a prendere l'esterno della Sampdoria. Djuricic in conferenza stampa: "Il ruolo? Mi piace giocare in questa posizione, l'ho fatto per tutta la mia vita. Quest'anno sto giocando di più in questa posizione e il rendimento a metà stagione è più alto rispetto all'anno scorso. Sono molto fiducioso ma noi dobbiamo abituarci a giocare anche in altre posizioni, dipende da cosa chiede il mister, nessun problema per me. Ho giocato anche a destra e a sinistra, siamo pagati per questo. Obiettivo? Voglio segnare di più, fare altri 3-4 gol, voglio andare nuovamente in Nazionale a marzo".

SPAL - Buone notizie per gli estensi: Iago Falque avrebbe aperto a un trasferimento in Emilia-Romagna. 

TORINO - Brutte notizie per Walter Mazzarri: Baselli, a un passo dal recupero, si ferma nuovamente in allenamento e dovrà restare ancora ai box per una sofferenza al polpaccio sinistro.

UDINESE - Rifiutata una prima offerta da parte del West Ham per Seko Fofana. A un passo il ritorno di Zeegelaar. Ufficiale la cessione di Ingelsson al Kalmar come comunicato dal profilo Twitter del club svedese: