Brevi calcio (e mercato)

22.01.2020 23:45 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Brevi calcio (e mercato)

Anche durante il mese di gennaio il calciomercato diventa argomento quotidiano, che accompagnerà tifosi, giocatori e società fino alla chiusura della finestra di riparazione, fissata per venerdì 31 alle ore 20.

Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori un appuntamento fisso con le principali notizie riguardanti le restanti 19 partecipanti alla Serie A oltre la Roma, non limitandosi alle consuete voci di mercato, ma aggiungendo anche curiosità e dichiarazioni dei protagonisti.

ATALANTA - Per la difesa spunta il nome del croato classe 2000 Josip Sutalo, che gli orobici hanno affrontato quest'anno in Youth League. Ecco quanto riportato dal sito ufficiale:

Atalanta B.C. comunica l’acquisizione a titolo definitivo del calciatore Lennart Czyborra dall’Heracles Almelo.

Programmata per venerdì le visite mediche di Bellanova, ex Milan, che torna così in Italia dopo l'esperienza in Francia al Bordeaux. 

BOLOGNA - Sinisa Mihajlovic si espone pubblicamente in favore di Matteo Salvini: "Tifo per Matteo Salvini e spero che possa vincere in Emilia-Romagna con Lucia Borgonzoni. Ci siamo visti l’altro giorno. È stato un incontro più che piacevole. Lui è mio amico, ci conosciamo da tanti anni, dai tempi del Milan. Mi piace la sua forza, la sua grinta, è un combattente. Mi ispira fiducia. Quello che dice, poi lo realizza. E il fare è sempre più raro nei nostri tempi. Cambiare tanto per cambiare non serve. Io posso solo dire che sono in Italia dal 1992 e anche se non è il mio Paese di origine, è come se lo fosse diventato. E, da allora, trovo l’Italia peggiorata. Quindi bisogna avere idee e la forza di migliorare".

BRESCIA - Nonostante il presidente Massimo Cellino abbia dichiarato non essere intenzionato a rispondere alle richieste per Sandro Tonali, la Juventus continua a insistere per arrivare al gioiellino delle Rondinelle sin da ora, onde evitare pericolose aste in estate. Oltre che a una cifra importante, i bianconeri vorrebbe aggiungere delle contropartite tecniche dal vivaio per convincere il numero uno lombardo. Giornata di presentazione per Bjarnason: "La squadra si può salvare? Sì, abbiamo giocatori bravi e una squadra che secondo me gioca bene. Io credo che possiamo salvarci. Mi sento molto bene, sono stato in Qatar e ho giocato tante partite. Ho giocato l'ultima partita il 22 dicembre. Ho fatto un solo allenamento prima del Cagliari, i ragazzi mi aiutano tantissimo. Cresciuto professionalmente? Ho giocato in sei paesi fino ad oggi, ho fatto tante esperienze e ho visto tante culture. Sono pronto a giocare in Italia, sono cresciuto tantissimo".

CAGLIARI - Alberto Cerri resta nel mirino di diverse squadre italiane ma non solo: sulle sue tracce, infatti, ci sarebbe anche il Galatasaray. Sembra in dirittura d'arrivo il contenzioso fra il club e Nandez. Le parti, nei mesi scorsi erano entrati in discussione per una discrepanza sugli emolumenti del giocatore ex Boca Juniors legati anche ai diritti d'immagine. La querelle dovrebbe essere chiusa nelle prossime ore con l'inserimento di una clausola rescissoria nel contratto per una cifra prossima ai 40 milioni di euro che permetterebbe al giocatore di accettare nuove proposte di alto livello e, al tempo stesso, alla società d'incassare una cifra consistente da reinvestire sul mercato. Intervista a Paolo Faragò in vista dell'Inter: "Ci siamo un pochino ripresi, abbiamo giocato bene e avremmo meritato di vincere, era importante raccogliere una buona prestazione. La piccola crisi? Abbiamo giocato contro squadre molto forti, abbiamo offerto un po' di meno quanto ci saremmo aspettati ma ora dobbiamo voltare pagine, domenica c'è un'altra squadra fortissima. Come mi trovo in difesa? Mi sto applicando, ogni giorno in allenamento provo a migliorare e ascolto i consigli dei miei compagni di reparto. Con l'Inter abbiamo giocato meno di una settimana fa, ma sappiamo di doverla affrontare in modo diverso. Il campionato del Cagliari? Stiamo al di sopra delle aspettative, ma il mercato estivo ci ha portato grandi giocatori, sia dal punto di vista tecnico che del carisma, quindi una crescita era fisiologica. Siamo sesti e ce lo siamo meritato. Adesso ritroveremo Cragno e Pavoletti, sono sicuro che ci daranno una mano".

FIORENTINA - Il sindaco Nardella sulla possibilità di costruire un nuovo stadio a Firenze: "Ho grande rispetto per la proprietà gigliata, così come conosco tutti i calcoli del caso che deve fare. Il mio obiettivo è quello di realizzare uno stadio nella mia città, ma non farò pressioni a nessuno. Tra pochi giorni pubblicheremo il bando e la Fiorentina prenderà la decisione migliore. Come prenderei l'eventualità di uno stadio fuori dalla città? Non la vedrei come una sconfitta, poiché un impianto nuovo sarebbe in ogni caso un successo. Allo stesso tempo noto che gli stadi si trovano all'interno dei territori comunali, in quanto il legame con la città è importante. Chiaramente poi contano le infrastrutture: non posso spendere 150 milioni per costruire lo stadio e altrettanti per il resto, perché poi devo portarci la gente". Domenica la Viola sfiderà il Genoa e presenta la gara l'ex giocatore ligure Claudio Onofri: "Iachini ha questo tipo di tendenza, subentrando, a coordinare alcuni intendimenti soprattutto difensivi per sistemare la squadra in una certa maniera. E poi a livello mentale riesce a calcare la mano sui tasti giusti, tentando di rimettere in piedi un qualcosa che in questo caso pareva allarmante. L'ultima vittoria dei viola è stata corroborante rispetto al prossimo futuro. Chiesa rivitalizzato? Con lui c'è stata anche la problematica di quest'estate: si tratta di cose che però non dovrebbero essere così determinanti per i professionisti. Sono quelle situazioni per cui poi, alle prime prestazioni negative, viene fuori una tendenza a pensare che la testa del giocatore sia altrove. E invece non è così, è qualcosa di inconscio". Sottil annuncia in conferenza stampa il rinnovo sino al 2024 con opzione: "Ringrazio tutta la Fiorentina per il rinnovo. Una dimostrazione che la società crede in me. È uno stimolo ulteriore per continuare a crescere. Ipotesi prestito? Ho voglia di affermarmi a Firenze. La Fiorentina mi ha lanciato nel mondo del calcio e voglio affermarmi qui. Poi si vedrà. Un ragazzo come me è normale che vuole giocare. La mia volontà è comunque quella di rimanere in viola". A margine parla anche il ds Pradé, soffermandosi su Pedro e Zurkowski: "Zurkovski è stato preso dalla precedente gestione. Ha fatto un Europeo con la Polonia eccezionale e deve fare un percorso di crescita. Sono felice del suo percorso e con lui dovremo fare una valutazione simile a quello di Sottil. Pedro è arrivato con un deficit muscolare importante. Sapevamo che il percorso sarebbe stato lungo e una volta rientrato a disposizione è arrivato il Flamengo e si è concretizzata l'operazione. Si può parlare di fallimento tecnico, ma a livello economico può ancora essere un ottimo investimento per la Fiorentina avendo anche la possibilità di riportarlo a Firenze. Lui ci ha messo tutto per fare bene, grande sacrificio. A Roma prendemmo Mancini senza giocare. Andò a Venezia giocando poco. Poi rientrò nella Capitale ed è diventato il giocatore che tutti conosciamo. I giocatori, soprattutto i brasiliani, devono essere aspettati. Se non fosse arrivato il Flamengo magari Pedro sarebbe stato ancora qua".

GENOA - Per rinforzare il reparto offensivo spunta anche l'ipotesi di un ritorno di Iago Falque. Ufficiale l'addio di Saponara, che passa al Lecce per il rilancio. Vicino un colpo dall'Argentina: secondo media locali, sarebbe molto vicino l'arrivo di Lucas Konig, centrocampista classe 2002 del Velez Sarsfield. Goldaniga nel mirino del Cagliari: per sostituirlo spunta Masiello

HELLAS VERONA - Interesse per Agudelo del Genoa: il giocatore, infatti, con l'avvento di Nicola sta trovando meno spazio e può lasciare la Liguria. Giornata di presentazione ufficiale per Fabio Borini: "Continuo a pensare che sia stata una scelta coraggiosa, ma non individualmente. So quello che posso dare a questa squadra, quindi è coraggiosa fino a un certo punto. Da come mi ha descritto il mister sono caratteristiche perfette per quello che posso fare. L'impatto è stato emozionante e positivo, sognavo di fare un esordio così. Aprire un ciclo all'Hellas Verona? Non c'è tempo per riflettere, dobbiamo pensare di partita in partita. Il contratto di sei mesi è stimolante per tutti, è una dimostrazione che non me ne sto con le mani in mano".

INTER - Kylian Mbappé, attaccante del Paris Saint-Germain, sul razzismo e sulla presa di posizione da parte di Romelu Lukaku: "Se il belga fa bene a prendere posizione? Certo che fa bene, anche perché è incomprensibile che nel 2020 siamo ancora a questo punto. Bisogna però anche chiedersi se sia stato fatto tutto il necessario al di fuori degli stadi per risolvere il problema del razzismo negli stadi". Dall'Inghilterra scrivono che i nerazzurri sono in vantaggio per Chong, sebbene ci sia da battere la concorrenza del Barcellona. 

JUVENTUS - Intervista all'ex difensore Antonello Cuccureddu: "Ronaldo super? Non è una novità. È al di sopra di tutti gli altri. Se CR7 va, gira tutta la squadra. Sicuramente lui fa la differenza ma deve fare bene anche il resto del gruppo per poter crescere tutti insieme. De Ligt? Le sue qualità non sono mai state in discussione. È giovane ma ha anche grandissime potenzialità. Bisogna dargli un po’ di respiro, soprattutto quando sbaglia. Il fatto che è costato tanto lo espone a troppe critiche, a volte esagerate. Se l’hanno pagato così tanto è perché ha qualità importanti, tutto qua".

LAZIO - La showgirl Anna Falchi, nota tifosa biancoceleste, promette un nuovo spogliarello in caso di scudetto: “Non succede, ma se succede sarò pronta a pagare ancora dazio. Chi vivrà vedrà, l’importante è volare, come un’aquila nel cielo”. L'ex biancoceleste Pasquale Foggia, oggi ds del Benevento, ha parlato del club capitolino: "Stanno raccogliendo i frutti di un lavoro cominciato tempo fa. La squadra è forte. Ci sono giocatori di grandissimo livello".

LECCE - Il centrocampista Mancosu sulla lotta scudetto: "Chi lo vincerà? Juventus o Inter. Peseranno tanti i punti che perderanno contro squadre come il Lecce. Certo, la Lazio è una mina vagante, non la escluderei del tutto". Dell'Orco nel mirino della Fiorentina ma Liverani non vorrebbe privarsi del suo terzino. Intervista a Gianluca Lapadula: "Domenica scorsa con l’Inter abbiamo cercato fin dal primo minuto di interpretare bene la partita ed alla fine è arrivato un punto che ci da grandissima soddisfazione. Era molto importante che anche noi punte interpretassimo bene la gara, che è stata di sacrificio e alla fine lo abbiamo fatto nel modo giusto. Lo stop che ho avuto nel mese di dicembre dopo la partita con il Cagliari è stata una mazzata, ma ora sono in ottime condizioni per tornare a far bene. A Verona, come sempre, ci aspetterà una battaglia, loro hanno una grandissima intensità, conosco bene il loro allenatore, che chiede molto. Sarà una bella gara. A mio modo di vedere nella lotta per la salvezza tutto può accadere, non è un discorso che riguarda solo le ultime quattro in graduatoria. Può succedere di tutto e dobbiamo stare belli svegli".

MILAN - L'allenatore Walter Novellino consiglia l'addio a Suso, Piatek e Paquetà: "Sono giocatori che hanno fatto molto bene con Gattuso e che quest'anno hanno fatto fatica. Hanno bisogno di aiuto e fiducia. Se andranno via dimostreranno tutto il loro valore. Non sono stati aiutati neanche da Pioli. Con il suo 4-4-2 Suso viene penalizzato molto e viene fischiato dal pubblico". Il West Ham vuole Kessié: il Diavolo chiede 20 milioni di euro per iniziare a trattare. Intervista a Bennacer che ripercorre l'esordio con il Milan: “La mia prima maglia da titolare è stata contro il Brescia, quando l’ho messa la prima volta è stato bello. In allenamento e in partita, vedo il logo del Milan e le 7 Champions sulla spalla ed è sempre un’emozione. Voglio fare bene, sicuramente, so che devo fare ancora meglio. Piano piano, sto imparando, sono molto contento di essere qui. Sto imparando tanto, sono uno di quelli che lavora tanto”. Interesse da parte dell'Arsenal per Hakan Çalhanoglu. Samu Castillejo non usa giri di parole: "Dobbiamo andare piano perché abbiamo mangiato la m***a negli ultimi mesi. Adesso stiamo giocando le nostre migliori partite, ci sarà una partita molto importante venerdì, poi martedì la coppa. Abbiamo capito che correndo l'uno per l'altro è più facile vincere e ci stiamo riuscendo. Dobbiamo aiutarci".

NAPOLI - Gattuso analizza il successo in Coppa Italia contro la Lazio, che regala la semifinale ai partenopei: "Venivamo da un periodo imbarazzante, oggi la squadra ha fatto una grande partita, giocavamo contro una squadra molto forte. Ho visto grande spirito, per giocare contro una Lazio così ci vuole grande intensità. In questo momento bisogna pensare partita dopo partita. Dobbiamo pensare partita dopo partita, al momento la classifica è molto deficitaria". Il match-winner Insigne: "Sono più contento per il passaggio del turno che per il gol, ci voleva. Da capitano volevo ringraziare i tifosi che sono rientrati oggi dopo tanto tempo, hanno mantenuto la promessa di sostenerci dal primo minuto fino al 95', cosi bisogna fare, soffrire tutti insieme ed uscire uniti da questo momento. Abbiamo capito gli errori che stiamo commettendo, ci siamo parlati tra di noi, da ragazzi maturi che siamo stiamo cercando di venire fuori. La partita di stasera deve essere l'inizio e non la fine, il campionato è lungo è possiamo ancora toglierci tante soddisfazioni". Interviene anche Di Lorenzo: "Il mio ruolo naturale è l'esterno ma se c'è necessità di giocare centrale non ci sono problemi. Sappiamo che hanno una coppia d'attaccanti molto forte, dovevamo stare concentrati per tutta la partita, dovevamo riuscire a contenerli. Venivamo da una bruttissima prestazione contro la Fiorentina, la più brutta della gestione del mister. Siamo riusciti a fare una grande partita, siamo rimasti uniti e compatti". 

PARMA - Si tratta per il rinnovo di Scozzarella di un anno sino al 2021. Secondo indiscrezioni, il tecnico dell'Inter Antonio Conte vorrebbe portare Faggiano in società in qualità di ds. 

SAMPDORIA - Tonelli sempre più vicino al ritorno: la formula dovrebbe essere il prestito gratuito con obbligo di riscatto fissato a 4 milioni di euro. Il West Ham offre 14 milioni di euro per Vieira

SASSUOLO - Movimenti "minori" di mercato in casa neroverde: ceduto al Parma il classe 2001 Mattia Nucci. Domenica pomeriggio Pedro Obiang tornerà da avversario a Genova contro la Sampdoria: "Sarà emozionante. Già due settimane fa tornando a Marassi per la partita con il Genoa qualche scossa emotiva la avevo avuta. Ho passato tanti anni a Genova e nella Sampdoria, non ho mai negato che proverò sempre qualcosa di speciale per quei colori. Detto questo, me lo sarei sicuramente gustato di più questo appuntamento con il destino, lo spettacolo dello stadio, se fosse stato all'ultima giornata senza preoccupazioni di classifica per nessuno. Adesso non è così, quindi avrò poco tempo per le emozioni. Devo pensare al mio Sassuolo". 

SPAL - La bella vittoria di Bergamo dà ulteriore fiducia ai tifosi in vista della corsa salvezza: i gruppi organizzati hanno già chiamato a raccolta la gente per il derby di sabato pomeriggio contro il Bologna. Il Napoli chiede Petagna: secco rifiuto da parte degli estensi. 

TORINO - I granata sono alla ricerca di rinforzi in avanti, soprattutto a causa dei tanti guai fisici di Zaza: nel mirino Cerri e Scamacca. In mezzo al campo, invece, si segue Fofana: l'affare può concretizzarsi negli ultimi giorni di mercato. 

UDINESE - La Fiorentina bussa alla porta per Mandragora, ma il club friulano difficilmente si priverà a gennaio di un perno del suo centrocampo. Opoku s'appresta a lasciare il Friuli: previste per domani le visite mediche con l'Amiens, prestito di 18 mesi. L'Inter offre Agoumé per arrivare a de Paul.