Brevi calcio (e mercato)

30.08.2019 23:00 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Brevi calcio (e mercato)

In estate inevitabilmente il calciomercato diventa argomento quotidiano, che accompagnerà tifosi, giocatori e società sino all'inizio dei campionati. 

Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori un appuntamento fisso con le principali notizie riguardanti le restanti 19 partecipanti alla Serie A oltre la Roma, non limitandosi alle consuete voci di mercato, ma aggiungendo anche curiosità e dichiarazioni dei protagonisti.

ATALANTA - Il presidente Antonio Percassi sulla Champions League: "La musichetta? È da stordimento anche se la stiamo sentendo da due mesi. Prima piangevamo, ora ci chiediamo solamente se sia tutto vero. Speriamo di passare il turno. Spesso ripenso a dove siamo arrivati, da società piccola, di provincia. A livello di introiti viviamo degli incassi dello stadio. Riuscire ad essere qui, ritrovarsi nella competizione che giocano gli squadroni, è una grande immagine".

BOLOGNA - Dopo aver acquistato Donsah, il Cercle Brugge bussa nuovamente alla porta felsinea per Falcinelli

BRESCIA - Eugenio Corini alla vigilia della sfida contro il Milan: "Quale Milan troveremo? Sicuramente molto concentrati, saranno arrabbiati sportivamente dopo Udine. Sappiamo il valore complessivo della squadra, ci saranno comunque tanti spettatori, ci sono tutti gli ingredienti per vedere una gran gara. La vittoria contro il Cagliari va dimenticata? Le cose che fai bene ti devono responsabilizzare di più. La squadra ha avuto un impatto importante, abbiamo giocato a calcio. Sono prerogative che ci portiamo dallo scorso anno. Vincere fuori casa è sempre complicato".

CAGLIARI - Radja Nainggolan spiega il suo ritorno in Sardegna: «Il ritorno a Cagliari ha fatto clamore? Mi avevano chiamato anche Di Francesco e Montella. Ma Giulini è stato il primo a volermi. Già più di un anno fa mi aveva detto: "un giorno devi tornare da me, devi finire la carriera a Cagliari". Un ritorno anticipato? Una mia scelta. Resa più facile anche dai problemi di mia moglie. Ora sta con la sua famiglia, i genitori, le amiche del cuore e questo le fa bene. È una situazione difficile, ma sta lottando alla grande. Lei è una donna forte. Magari capita un giorno o due che sta più debole, ma poi si riprende. Ho pensato subito alle nostre due bambine. Questa cosa di Claudia l’ho già vissuta con mia madre. Nel caso di mia moglie, la fortuna è che l’abbiamo operata subito. L’altra fortuna è che gioco a calcio. Mi aiuta a liberare la mente. Le bambine hanno capito qualcosa? La più grande di sette anni, Aysha. Non sa il vero problema, ma ha capito che la mamma non sta bene. Cerca di svagarla in tutti i modi». Giovanni Simeone all'arrivo a Cagliari: "È una scelta di cuore, è stato importante vedere l'interesse della società, del presidente e dei compagni per volermi qui. Per me può essere anche l'occasione per tornare in Nazionale. Adesso farò le visite mediche, poi vediamo di chiudere il tutto”. Ceduto Han alla Juventus per 5 milioni di euro. 

FIORENTINA - Il ds Pradé durante la presentazione ufficiale di Dalbert: "Rimpiazzare Simeone? Abbiamo anche altre soluzioni oltre a Vlahovic e Boateng. Abbiamo riflettuto da inizio mercato alla possibilità di cedere Simeone che voleva andare a giocare. Ci guarderemo intorno se c'è una possibilità, ma se non ci sono possibilità non lo faremo. Abbiamo condiviso ogni parola e ogni scelta con Montella, anche la possibilità che Chiesa giochi centravanti. Llorente sarebbe stata un'operazione importante per noi ma avrebbe chiuso Vlahovic. Boateng è un nove, anche se falso. Se cambi il modulo non è un centravanti come punta vera. I gol non ci mancano perché abbiamo già fatto sei gol tra Coppa Italia e Serie A. Non è l'anno per preoccuparsi. Se quest'anno Vlahovic fa meno gol di quanto pensiamo non mi preoccupa, vale lo stesso per gli altri attaccanti. L'anno prossimo mi preoccuperebbe".

GENOA - Messo sotto contratto il 19enne Tiago Goncalves: il terzino sinistro portoghese è stato prelevato a titolo definitivo dal Belenenses.

HELLAS VERONA - Ufficiale la cessione di Lee al St. Truiden.

Ivan Juric in vista della sfida contro il Lecce: «Dobbiamo essere coraggiosi, con lo spirito giusto e l'ambizione di giocare per vincere. Liverani ha fatto un grande lavoro, hanno un gioco sviluppato nel corso degli anni, e questo è il loro punto di forza, come hanno dimostrato anche contro l'Inter dove nonostante il risultato hanno fatto la loro partita. Come l'ultima, è una gara che vale molto perché contro una diretta concorrente. Il nostro obiettivo è chiarissimo, ovvero la salvezza e tutto sarà pensato in quest'ottica. Ogni gara deve essere affrontata tenendolo presente, fermo restando che abbiamo le caratteristiche per fare un bel calcio aggressivo, su questo abbiamo lavorato costruendo la squadra. Bologna? Abbiamo difeso con ordine e senso del sacrificio, il pubblico ha apprezzato il fatto che i ragazzi abbiano dato tutto. E anche per loro è importante questa vicinanza. La squadra fino all'espulsione mi era piaciuta molto, avevamo fatto anche qualcosa in più dei rossoblù, dopo il gol abbiamo dovuto difenderci e lo abbiamo fatto bene. Mercato? Gli ultimi arrivati, Pessina e Amrabat, sono in grande condizione e gli servirà solo entrare negli schemi della squadra, ma sono pronti. Sappiamo quello di cui abbiamo bisogno, cioè un attaccante forte e la società sta lavorando in questo senso».

INTER - Possibile svolta su Mauro Icardi: il giocatore avrebbe aperto all'ipotesi prestito, con l'Atletico Madrid in pole position. Per facilitare l'operazione, l'Inter potrebbe anche prolungargli il contratto per una stagione. Il vicepresidente Zanetti a riguardo: "La società si è espressa,la situazione non è cambiata. Aspettiamo la fine del mercato e poi vediamo di trovare una soluzione che vada bene a tutti. Possibilità di un prestito? Sì, credo che sapete qual è la linea della società. Andremo avanti per migliorare la squadra e vedremo la soluzione migliore anche per questo argomento. Icardi in lista Champions in caso di permanenza? Non abbiamo ancora parlato, si faranno le valutazioni dopo la chiusura del mercato. La nostra squadra è costruita per tornare tra i protagonisti: da qui la scelta Conte e del gruppo che stiamo formando. Vogliamo qualificarci agli ottavi, poi si vedrà dove possiamo arrivare". Beppe Marotta su Antonio Conte: "Io non so quanto incida in percentuale un allenatore, ma so che a questi livelli devi ingaggiare anche un grande gestore dal punto di vista umano. Noi siamo stati contenti di aver rinunciato all'acquisto di un giocatore e di aver investito soldi sull'ingaggio di un allenatore come Antonio Conte. Sicuramente è il top player dell'Inter. Costa venti milioni ma è come aver acquistato un calciatore da venti milioni".

JUVENTUS - È rottura con Mandzukic: il giocatore sarà quasi certamente escluso dalla lista Champions. L'ex Paolo De Ceglie su Juventus-Napoli: "Faccio sempre il tifo per la Juventus. Ho sempre il ricordo della sfida disputata al primo anno di Conte, quando vincemmo 3-0 grazie ai gol di Bonucci, Vidal e Quagliarella. Sarebbe bello se dovesse terminare di nuovo così, sarebbe un innesto di carica pazzesco ai ragazzi. Ma anche 1-0 al 90' non mi dispiacerebbe (sorride ndr)". Giovanni Martusciello, vice di Maurizio Sarri, ha parlato della sfida di domani sera contro i partenopei in conferenza stampa: "Il recupero di Sarri? Procede bene. Nel senso che lui è sempre stato presente all'interno della struttura non partecipando attivamente alla seduta d'allenamento. Sta bene, deve ultimare dei test nel pomeriggio e vediamo un po' se riesce o meno a presenziare domani. Come abbiamo valutato il girone di Champions? Girone chiaramente impegnativo, però lo è anche per gli altri. C'è solo da lavorare bene per cercare di limare quelle cose che ancora non funzionano e per cercare di affrontare questo girone nel migliore dei modi. Girone, come dicevo, impegnativo, ma se ti chiami Juventus nulla può essere così tanto impegnativo. Domani affrontiamo la squadra che si è più avvicinata alla Juventus negli ultimi anni, allenata benissimo. Impegno importante. La squadra si è allenata bene, siamo curiosi vedere come risponderà la squadra alla prima in casa con una cornice di pubblico importante. Siamo motivati a fare non bene, benissimo".

LAZIO - Sorteggiati i gironi di Europa League: Lazio inserita nel gruppo E con Celtic, Rennes e Cluj. Parla il ds Tare: Noi favoriti per il derby? Non penso. Il derby è il derby, è un campionato a sé a Roma. Siamo partiti bene, vincendo in un campo tosto come Genova. Domenica non sarà facile ma giochiamo in casa davanti ai nostri tifosi e speriamo di vincere. Sarebbe importante per il nostro cammino”.

LECCE - Proposto Okaka, anche se torna di moda il nome di Babacar. In arrivo Imbula in prestito con diritto di riscatto, che sarà trasformato in obbligo in caso di salvezza. 

MILAN - Marco Giampaolo presenta la sfida di domani contro il Brescia: "Mi aspettavo quel tipo di partita a Udine, mi aspettavo le ripartenze dei friulani e il Milan non può avere quel tipo di atteggiamento tattico ma giocare nella metà campo avversaria. Saper leggere le situazioni quando non ci sono spazi. Ci è mancato non per la qualità dei giocatori ma per mancanza di conoscenze collettive, serve tempo per assimilare. Sento la squadra fortemente fidelizzata. La gara di Udine è stata sbagliata. Che tipo di attaccante è Piatek? Se giochi nella metà campo avversaria non hai più profondità, è questione di conoscenze non di ruolo. Che gara mi aspetto col Brescia? Tutte gare difficili, il fatto che ci siano 60 mila tifosi ci soddisfa, ma ci vuole tempo. Il Milan deve imporre il proprio gioco, l'atteggiamento deve essere diverso".

NAPOLI - Mario Giuffredi, agente di Elseid Hysaj, ammette: "Può andare al Valencia, ma è ancora tutto in piedi. Noi abbiamo raggiunto l'accordo con Valencia, ora il Napoli dovrà trovare l'accordo col giocatore, ma ci vuole tempo perché è un trasferimento internazionale. Se domani non si trova l'accordo allora resterà a Napoli". Carlo Ancelotti alla vigilia della sfida contro la Juventus: "È un test indicativo, il nostro obiettivo è di dimostrare di essere competitivi contro la squadra che resta favorita per la vittoria finale. Le sensazioni sono buone, poi c'è il giudizio sul campo che è quello che conta. Sorteggio Champions? È migliore dello scorso anno. Il Liverpool lo conoscono tutti, mentre il Salisburgo ha cambiato molto e la guida tecnica e il Genk, due squadre giovani che giocano con ritmo. È migliore di quello dell'anno scorso, ma va giocato con massima attenzione". Pronto un biennale per Llorente

PARMA - Per la fascia spunta il nome di Darmian: proposto un quadriennale. 

SAMPDORIA - Striscione per Gianluca Vialli all'esterno della sede del club: "If you can dream it, you can do it".

SASSUOLO - L'Inter monitora Babacar e Matri come vice-Lukaku. Incontro per chiudere Chiriches

SPAL - Subito a disposizione questa sera contro il Bologna gli ultimi arrivati Tomovic e Reca

TORINO - Il presidente Urbano Cairo dopo l'eliminazione dai preliminari di Europa League per mano del Wolverhampton: "Parliamo della partita per un secondo. Sono evidentemente amareggiato perché speravo in un finale diverso ma devo fare dei complimenti alla squadra perché ha fatto una partita con la voglia di vincere. Questa era la partita da fare a Torino, avessimo fatto questa partita sicuramente non avremmo perso, sicuramente non avremmo preso tre gol e ci saremmo giocati il ritorno magari avendo fatto un pareggio o magari avendo fatto meglio. Questo non è avvenuto ma devo fare i complimenti ai ragazzi perché hanno fatto una grande partita con una voglia di vincere incredibile. Tutti sono stati eccellenti, abbiamo avuto tante occasioni per fare gol ma purtroppo non abbiamo fatto il pareggio e neanche il 3-2 che ci avrebbe portato ai supplementari. Noi dobbiamo ripartire da qui per cercare di fare un campionato importante e adesso vedremo in questi tre giorni cosa faremo per rinforzare la squadra".

UDINESE - Ceduto Matos in prestito con diritto di riscatto al Lucerna. Si segue Nicolas Gonzalez dello Stoccarda. Il giovane classe 2001 Parpinel al Torino.