Brevi calcio (e mercato)

17.08.2019 23:30 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Brevi calcio (e mercato)

In estate inevitabilmente il calciomercato diventa argomento quotidiano, che accompagnerà tifosi, giocatori e società sino all'inizio dei campionati. 

Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori un appuntamento fisso con le principali notizie riguardanti le restanti 19 partecipanti alla Serie A oltre la Roma, non limitandosi alle consuete voci di mercato, ma aggiungendo anche curiosità e dichiarazioni dei protagonisti.

ATALANTA - Si cerca un esterno: i nomi caldi sono quelli di Laxalt e Sabaly. Il Club America chiede ben 15 milioni di euro per Roger Martinez

BOLOGNA - Operazione interessante per il club emiliano. Infatti, i felsinei hanno tesserato il16enne Kasper Paananen, punta centrale di piede mancino in arrivo dallo Oulun Luistinseura. Il giocatore, prelevato a titolo definitivo, si è messo in luce nelle selezioni giovanili finniche: un mese fa ha siglato una tripletta contro la Lituania. Il contratto è stato già registrato negli appositi elenchi dalla Lega Serie A. Dzemaili in conferenza stampa: "Quando ci siamo trovati in questa situazione sapevamo che noi giocatori dovevamo dare qualcosa in più. Lo staff sta facendo un lavoro eccellente. Tutti insieme dobbiamo andare verso la stessa direzione, lo dobbiamo al mister. Nonostante non sia ancora al 100% andrò con la squadra, non so ancora se mi siederò in panchina o meno ma l’importante è stare col gruppo. Farsi male durante la preparazione non è il massimo ma sto recuperando". Interviene anche Emilio De Leo: "Ci tengo a sottolineare che c’è stata una grande disponibilità da parte della squadra, non era facile reagire alla notizia del mister. Stiamo ritrovando la nostra identità, chiunque arriverà si inserirà in una mentalità ben definita. Per quanto riguarda l'impostazione del lavoro siamo quotidianamente in contatto con mister Mihajlovic, segue tutti gli allenamenti in diretta e ci fornisce indicazione in tempo reale".

BRESCIA - Per Mario Balotelli il nodo è l'ingaggio: si parte da una base di 1,5 milioni di euro. L'annuncio comunque è vicino: potrebbe essere domani e non oggi per... scaramanzia (è 17 agosto).

CAGLIARI - Radja Nainggolan bersagliato dai tifosi dell'Inter per essersi complimentato per il rinnovo di Dzeko con la Roma. Ecco il messaggio del Ninja su Instagram: "Ora uno non può fare i complimenti ad un ex compagno/amico che viene massacrato... Mi fa ridere questa cosa". L'Al-Ahli pensa a Joao Pedro. Maran alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro il Chievo: "C'è la predisposizione giusta, le tante novità hanno portato entusiasmo. Vedo che in allenamento i ragazzi dimostrano grande voglia di far bene. Parte una nuova stagione, vogliamo essere protagonisti. Le difficoltà proposte dal primo impegno ufficiale sono diverse: incontriamo una squadra appena retrocessa, ma che ha fatto la A per tanti anni, con giocatori che conosco benissimo. Un avversario che avrà grandi motivazioni. Noi abbiamo fatto un mese impegnativo, stiamo smaltendo i carichi. Non siamo ancora al 100% ma certamente siamo a buon punto”.

FIORENTINA - Il ds Pradé sull'eventualità di vedere de Paul in maglia gigliata: "Ho lavorato un anno con Gino Pozzo con cui c'è un rapporto di stima e amicizia, così come con Pierpaolo Marino: non chiamerò mai un giocatore senza aver parlato prima con loro, è una questione d'onore". Parla Ermanno Pieroni, ds dell'Arezzo: "Siamo in contatto con la Fiorentina e vediamo se riusciremo a riportare ad Arezzo Pinto, un giocatore del ’98 che da noi è cresciuto giocando 35 partite da titolare e che per questo ha anche delle possibilità di andare in B. Lo stesso discorso vale per Gabriele Gori, un profilo che seguo dalla scorsa stagione e che ha ambizioni. Piace a tante squadre di Serie C. Rapporti con la nuova Fiorentina? Avevo già iniziato una collaborazione con Corvino, ma il discorso andrà avanti anche con Daniele Pradé che è un amico, anzi è un onore. L’unica strada percorribile per l’Arezzo è quella di formare giocatori giovani". Boateng non vede l'ora di scendere in campo in campionato: “Ho trovato giocatori consapevoli di dover fare meglio. E io so già che faremo molto, molto, molto, ma molto meglio. Per fortuna che giochiamo subito contro le più forti. Stadio pieno, giocatori svegli, adrenalina a mille. E se magari battiamo il Napoli? Chi lo sa, ho imparato che nel calcio può succedere. E noi ci sentiamo pronti, anche se è chiaro che dovremo vivere alla giornata. Non ha senso fare pronostici ora, ci sono almeno dieci squadre che possono lottare per andare nelle coppe e il primo nome da aggiungere è quello del Cagliari.Sarà una serie A molto bella da vedere, anche per questo mi ha fatto piacere restare qui". Montella presenta la sfida di Coppa Italia contro il Monza: "C'è grande emozione, torneremo al Franchi per una partita ufficiale e vogliamo vincere. Ci tengo e ci teniamo molto. Affrontiamo una squadra pericolosissima, che ha appena fatto quattro gol in trasferta su un campo importante. Il Monza ha una rosa superiore al livello della Serie C, avrà motivazione e sta bene fisicamente. Servirà la miglior formazione e la miglior prestazione della Fiorentina. Più o meno giocheranno gli stessi del Galatasaray".

GENOA - Kouamé verso la permanenza e il rinnovo di contratto. 

HELLAS VERONA - Svincolato dopo l'esperienza con gli scaligeri, Bianchetti s'accasa alla Cremonese. 

INTER - L'Uomo Ragno Walter Zenga: “Inter? Farà sicuramente bene. Come ha detto Moratti il dna di Conte è particolare, ma il calcio è professione e quando uno allena dà il 100% per la squadra in cui è. Icardi? Io lo terrei, anche se ci sono cose che non conosciamo. Credo che uno con la media gol che ha lui, anche se è un po' anarchico e distaccato dal gruppo, a me è sempre piaciuto. Se fossi l’Inter chiedere a Wanda Nara di non andare in tv". 

JUVENTUS - In attesa di sfoltire l'organico della prima squadra, la Vecchia Signora ha operato due cessioni per quanto riguarda il settore giovanile. L'attaccante francese Kevin Monzialo (19) è andato in prestito con diritto di riscatto al Grasshoppers, mentre è diretto alla SPAL Federico Zanchetta (17), centrocampista centrale figlio di Andrea, ex calciatore e tecnico delle giovanili bianconere. 

LAZIO - Fiocco azzurro in casa Immobile: è nato Mattia. Pippo Inzaghi, attuale tecnico del Benevento, sul fratello Simone: “Non sono rimasto sorpreso dal fatto che sia rimasto alla Lazio. Ho sempre pensato che non sarebbe andato via, Simone ormai è romano e a Formello c'è il fulcro di tutto. Ha un rapporto straordinario con Lotito e Tare”. Così l'ex difensore Stendardo: "La Lazio come l’Atalanta ha mantenuto l’ossatura della scorsa stagione, impreziosita da innesti di valore ed in particolare mi riferisco a Lazzari, un giocatore che potrà esaltarsi negli schemi di Simone Inzaghi. Milinkovic-Savic è un giocatore importante, ma nel calcio contano le motivazioni. Il calciatore deve rimanere alla Lazio convinto di poter fare bene con la maglia biancoceleste, una sua permanenza nella piazza capitolina significherebbe tanto. Vavro sembra un buon calciatore, ma bisognerà vederlo in partite ufficiali per poter dare un giudizio". Piace Dost per l'attacco, ma lo Sporting Clube de Portugal chiede 10 milioni di euro. 

LECCE - Giampiero Ventura, tecnico della Salernitana, sulla sfida di Coppa Italia contro i giallorossi: “Quella di domani è una partita estremamente stimolante. Giochiamo contro una squadra di categoria superiore e abbiamo la possibilità di fare delle verifiche sia sul piano della condizione sia sul piano delle conoscenze tattiche in vista dell’inizio del campionato. Da un punto di vista prettamente sentimentale per me è un ritorno a casa. A Lecce ho raccolto due promozioni e lì ho ancora tanti affetti. Sarà una partita in cui c’è un passaggio di turno in palio e andiamo a giocarcela".

MILAN - Diego Simeone su Angel Correa, in orbita Milan: "Vorrei che tutti i buoni giocatori rimanessero qui per formare la squadra migliore e per continuare a competere come abbiamo fatto fino ad adesso". Contatti con il Real Madrid per Mariano Diaz. Si lavora per il rinnovo di Suso

NAPOLI - Sfida con la Fiorentina per Ibe del Bournemouth. Milik potrebbe rientrare nella trattativa per Icardi

PARMA - Ufficiale la cessione in prestito di Fornasier al Trapani. 

SAMPDORIA - Per il centrocampo spunta Lucas Mineiro della Chapecoense. Di Francesco in vista della sfida di Coppa Italia contro il Crotone: "Lo stato della squadra è in crescita, abbiamo alzato il livello degli allenamenti. Queste amichevoli mi hanno dato molte indicazioni, è normale che non avrò a disposizione tutti i giocatori, non tutti sono al 100%. Abbiamo recuperato Gabbiadini, Caprari ed Ekdal, posso sfruttare le loro qualità a partita in corso. Giocare a Crotone è uno svantaggio dal punto di vista ambientale, troveremo una squadra agguerrita, non sarà facile. Anche se gioca in B ha dei giocatori che hanno giocato in Serie A, hanno un ottimo allenatore. Non sarà una passeggiata. La Coppa Italia ha grande importanza, voglio che la mia squadra la affronti con la mentalità giusta. Questa sfida sarà propedeutica per il campionato e per fare delle valutazioni sulla crescita e sulle condizioni dei miei giocatori".

SASSUOLO - Pressing dell'Hellas Verona per Adjapong

SPAL - Gomis ai saluti: proseguirà la sua carriera nel Digione. Lunedì incontro con l'Udinese per Giuseppe Pezzella. Alla vigilia della sfida di Coppa Italia contro la Feralpisalò, Leonardo Semplici torna sul mercato: "Stiamo lavorando per completare la rosa, ne abbiamo parlato anche ieri e proveremo a farlo. Una punta è uno di quei giocatori che stiamo cercando dato che alcuni giocatori non rientrano più nei piani tecnici e societari. Per quanto riguarda Valdifiori si è presentato in condizioni fisiche e mentali importanti, ci ha fatto piacere perché può tornare importante nel nostro gioco". Fatta per il portiere croato Letica

TORINO - Intervista a Salvatore Sirigu: "Se penso a un Europeo da titolare? Non sono un ipocrita e quindi rispondo di sì: è un mio obiettivo. Ancora lontano, però lavorerò per guadagnarmelo nel rispetto dei valori espressi da Donnarumma, che sono importanti. Gerarchie già definite da Mancini? Di gerarchie non si è mai parlato, per la verità. Però è noto che Donnarumma è visto da tanti, quasi a furor di popolo, come l'erede naturale di Buffon. Credo che anche per la crescita di Gigio sia meglio non avere la strada da titolare spianata. In seguito, se a giugno giocherà lui vorrà dire che lo ha meritato più di me, perché è molto bravo e io avrò comunque dato un contributo alla causa".

UDINESE - Alla vigilia della sfida contro il Südtirol, il tecnico Igor Tudor è intervenuto sulla possibilità di vedere de Paul alla Fiorentina: "Se chiedete a cento persone, cento vi risponderanno che è una pazzia tenere il mercato aperto. È una delle più grandi stupidaggini, ma c'è ancora. Lo sanno tutti, ma bisogna adattarsi. Poi tutti vogliono i giocatori forti, de Paul l'ha chiesto la Fiorentina. Anche noi vogliamo Chiesa, il problema è che costa 100 milioni. Voi sapete meglio di me quanto può incidere un allenatore dell'Udinese, ma io mi butto sul campo. Si stanno rafforzando tutti, c'è il Cagliari che ha fatto un mercato incredibile, la SPAL è sempre lì e si salva. Io prevedo un campionato molto difficile, per non parlare delle altre squadre che hanno allenatori e rose di qualità, sarà difficile anche rubare un punto". Il ds Marino sulla scelta di lasciar partire in prestito Cristo: "Si chiama Gonzalez. Mischiare il sacro e il profano non mi ha fatto piacere, ha disturbato me e altri lettori che la pensano come me. La partenza di Cristo fa parte del programma di crescita che abbiamo preannunciato. L'operazione è logica, patrimonialmente è nostro. È stata fatta l'operazione, non c'è nulla di sconvolgente. Vuoi per il livello tecnico e numerico lì davanti, sarebbe stato difficile farlo giocare. Abbiamo evitato di presentarlo per farlo sparire dopo due giorni. Non ho capito l'ironia di cattivo gusto, non è un esercizio che mi piace, non si può mischiare il sacro con il profano del calcio". Si presenta Walace: "La mia caratteristica principale è quella di marcare, aiutare i compagni sulla linea difensiva. Quando può mi sgancio anche per gli inserimenti, la mia caratteristica principale è portare il pressing sul portatore di palla. Non mi ispiro a nessuno, in Brasile ci sono molti giocatori di qualità. Mi ispiro un po' a tutti".