Brevi calcio (e mercato)

20.07.2019 23:20 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Brevi calcio (e mercato)

Con l'arrivo dell'estate, inevitabilmente il calciomercato diventa argomento quotidiano, che accompagnerà tifosi, giocatori e società sino all'inizio dei campionati. 

Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori un appuntamento fisso con le principali notizie riguardanti le restanti 19 partecipanti alla Serie A oltre la Roma, non limitandosi alle consuete voci di mercato, ma aggiungendo anche curiosità e dichiarazioni dei protagonisti.

ATALANTA - Remo Freuler in vista della prima partecipazione della storia orobica alla Champions League: “Ci sono squadre molto forti, non è semplice scegliere. Di sicuro, la squadra che vorrei evitare è il Manchester City. Giocano un calcio bellissimo, Guardiola è il mio allenatore preferito: credo che siano molto diversi da tutte le altre squadre. L’Atalanta vale ancora i primi posti? Nessuno dei titolari è andato via, solo Mancini. Siamo migliorati con Malinovskyi e Muriel, sono due giocatori molto forti. Muriel lo conosciamo tutti, con Malinovskyi non ci siamo mai incrociati ma mi sembra interessante. Ha un ottimo mancino. La struttura fisica assomiglia a quella di Shaqiri, è solo un po’ più alto. L’Atalanta può giocarsela con tutti”.  

BOLOGNA - A margine del ritiro di Castelrotto, l'ad Claudio Fenucci si è intrattenuto con i tifosi: "Sinisa è uno di noi. Noi siamo una famiglia, sportiva e molto coesa e va da sé che che la notizia relativa al mister abbia fatto sì che questo non sia stato un ritiro come gli altri: soprattutto sotto il profilo umano. Ero a Montreal quando abbiamo avuto la notizia e d'istinto abbiamo tutti avuto la stessa reazione: Sinisa c'è e resterà con noi e a ognuno di noi spetterà il compito di tirare fuori qualcosa in più per far sì che non si debba preoccupare. Questo perché il legame è speciale e pure Bologna e il Bologna sono speciali: compattiamoci e andiamo avanti uniti più che mai".

BRESCIA - Contatti in corso per Rajkovic ma il giocatore sarebbe tentato da un'avventura in Turchia con il Trabzonspor. 

CAGLIARI - Conferenza stampa con protagonista Alessio Cragno: "Il mio segreto? Continuare a lavorare, lasciando perdere i complimenti che arrivavano, senza lasciarsi distrarre da ciò che arriva da fuori. Quanto è difficile dare continuità? Non saprei, dipende molto dal lavoro in allenamento durante la settimana: poi, ovviamente c'è anche la possibilità dell'errore e si può sempre sbagliare, ma quando ci si allena bene è tutto più semplice. Se ho pensato all'addio? Assolutamente no, io davvero non ho sentito nulla: solo qualche messaggio da parte dei miei amici, però la risposta sarebbe stata sempre quella". Ecco quanto si legge sul sito ufficiale:

Il Cagliari Calcio comunica il trasferimento a titolo temporaneo sino al 30 giugno 2019 del calciatore Fabrizio Caligara al Venezia. 

Classe 2000, è arrivato in Sardegna nel gennaio 2018. Nella stagione passata ha militato nell’Olbia, dove ha totalizzato 6 presenze. Con il club neroverde avrà ora la possibilità di arricchire ulteriormente il suo bagaglio di esperienza e giocare in un campionato formativo come quello cadetto. 

Buona stagione, Fabrizio!

FIORENTINA - La società gigliata ha ufficializzato un'amichevole per l'11 agosto:

Partita di livello internazionale per il Club Viola: la Fiorentina, domenica 11 agosto alle ore 21:00 allo Stadio “Artemio Franchi” di Firenze sfiderà il Galatasaray, Campione di Turchia nelle ultime due stagioni e allenato dall’ex tecnico gigliato Fatih Terim.

Impegnato nell'Europeo Under 21, il giovane terzino Gabriele Ferrarini ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Sto cercando di dare tutto me stesso per aiutare la mia Nazionale in un torneo così importante. Ricordo che l'anno scorso ce la giocammo fino in fondo contro la Spagna, per cui scenderemo in campo con la stessa voglia. Prima squadra? È stato un traguardo importante, per il quale devo ringraziare mister Bigica. Finale di stagione? In generale è stato un periodo brutto perché il pubblico non ci ha per nulla aiutato, ma alla fine abbiamo raggiunto il nostro obiettivo. Se vorrò rimanere in Primavera? Spero senz'altro di giocare tra i professionisti, ma non nascondo di sognare anche un salto nella prima squadra viola per provare a giocarmela come stanno facendo Vlahovic, Montiel e Lakti". Simeone promette: "Mi aspetto che sia una grande stagione, ho raggiunto il sogno della Nazionale e spero di poterci tornare. Credo che il mio anno sarà molto buono, mi sto preparando tantissimo. Arsenal? La usavo da piccolo alla PlayStation e mi piacerebbe scendere in campo contro di loro".

GENOA - Parla il rientrante Hiljemark: “Ora sono al top, presto vedrete il vero Oscar. Mi sento bene, ho tanta voglia di cominciare. Andreazzoli mi piace, mi trovo bene con lui e lo staff”.

HELLAS VERONA - Rimasto svincolato dopo la parentesi al Cagliari, Simone Padoin potrebbe ripartire dagli scaligeri. Ecco quanto riportato dal sito ufficiale del club:

L'Hellas Verona FC comunica di aver acquisito, a titolo definitivo, le prestazioni sportive del calciatore Miguel Luis Pinto Veloso. Il centrocampista portoghese ha sottoscritto un contratto fino al 30 giugno 2020.

INTER - L'ex attaccante Bobo Vieri in vista della prossima stagione: “Se guardi la rosa della Juventus, pensi che non potrà perdere neppure quest’anno perché comunque ha Cristiano Ronaldo, uno dei più forti al mondo insieme a Messi, quindi parte sempre favorita. Poi ha preso altri giocatori fortissimi, come Ramsey e Rabiot, magari resta anche Higuain. Sono giocatori di altra categoria. Quindi sulla carta dici Juventus, ma non può vincere per sempre, prima o poi perderà un campionato. L’Inter di Conte sta facendo una buona squadra: leggo di Dzeko e Lukaku, questi due sono forti, fanno gol, per cui secondo me l’Inter si avvicinerà e non sarà come l’anno scorso quando la Juventus dopo 12 partite era davanti ed era già finita. Quest’anno l’Inter seguirà la Juventus fino alla fine”. Stefan de Vrij dopo il ko per 1-0 contro il Manchester United in International Champions Cup: "Il Manchester United ha grande qualità. Noi abbiamo fatto bene, avremo molto da imparare e da migliorare grazie a gare come questa. Stiamo giocando con un sistema di gioco diverso, queste partite servono per imparare a conoscerlo. Lavoriamo ogni giorno per fare meglio in vista della prossima stagione". Interivene anche Conte: "Di positivo ho visto l'impegno da parte dei calciatori e questo è importante in un momento che non è facile perché si viene da un periodo di allenamenti intensi. Detto questo c'è tanto da migliorare in fase di possesso e in fase di pressione, ma sono cose che dopo pochi giorni è difficile mettere in pratica. C'è una base importante che è lo spirito positivo e la voglia di fare di questi ragazzi. Dobbiamo lavorare su tutto, il tempo per recuperare da questa partita è limitatissimo, noi abbiamo bisogno non solo di giocare le partite ma anche di allenarci per migliorare e capire i momenti della gara".

JUVENTUS - Mariella Scirea, vedova del compianto Gaetano, ha parlato di de Ligt: “Diventerà presto un leader. Ha un bel piglio ed è notevole il fatto che abbia avuto la sensibilità di studiare la storia del club dove è arrivato. Mi piace, mi sembra un bravo ragazzo e, per certi versi, mi ricorda l’arrivo di mio marito alla Juventus. Anche lui era molto giovane, molto educato, ma anche determinato e deciso in campo, dove non si accontentava di difendere, ma impostava anche il gioco. Poi andiamoci piano con i paragoni, ha 19 anni e tanta strada da fare”. Maurizio Sarri alla vigilia della sfida contro il Tottenham: "Dobbiamo lavorare per trovare un'identità di gioco, perché vogliamo diventare una squadra con una forte caratterizzazione. Poi cercheremo di far sì che questa identità ci porti a vincere. De Ligt? Finora non si è ancora allenato con i compagni, ma farà sicuramente uno spezzone di partita. Siamo indietro rispetto al Tottenham, ma domani mi piacerebbe vedere la squadra in campo con la giusta mentalità. Mi aspetto una partita brutta, in condizioni climatiche difficili. Difesa a tre? Mai. Cristiano ha vinto tutto a livello individuale e collettivo partendo leggermente defilato sulla sinistra. Il primo tentativo sarà farlo partire da quella posizione, ma con le sue qualità, spostarlo di dieci metri non cambierebbe nulla. Pogba mi piace davvero molto, ma è un giocatore del Manchester United. Non sono io il direttore sportivo e quindi non conosco la situazione. Higuain? Io lavoro con i giocatori che la società mi mette a disposizione. In questo momento Gonzalo e a disposizione e lo considero al 100% nei programmi. Se poi la società prenderà altre decisioni, mi adeguerò". Questo, invece, l'intervento di De Sciglio: "La preparazione è cambiata molto rispetto allo scorso anno. È un metodo di lavoro tosto, intenso, che ci piace. Domani cercheremo di metterlo in pratica nella prima partita della stagione. Gli stimoli e le motivazioni, dal punto di vista personale, sono molto alte. L'obiettivo è fare una grande stagione. credo che con l'arrivo dei nuovi giocatori la squadra sia ancora più forte. Mi ha colpito la loro grande applicazione in questi giorni. Credo che con l'arrivo dei nuovi giocatori la squadra sia ancora più forte. Mi ha colpito la loro grande applicazione in questi giorni".

LAZIO - Patron Lotito sulla possibile costruzione di uno stadio di proprietà: "Il sogno a livello economico-patrimoniale è la realizzazione dello stadio. Siamo partiti per primi ma poi ci siamo fermati perché ci ha bloccato l'istituzione capitolina dell'epoca creando un grande danno ai tifosi della Lazio. Ne avrebbero parlato in tutto il mondo, avevamo un approdo col battello, una stazione ferroviaria e un'uscita autostradale propria. Speriamo che il tempo ci dia ragione e che in futuro potremmo compiere questo salto. Avere un punto di riferimento per i tifosi, significa anche educarli al rispetto delle regole e sviluppare il loro senso di appartenenza". 

LECCE - Staccate 13.590 tessere: è nuovo record di abbonamenti nella storia del club pugliese. Lutto per il club: è scomparso a 82 anni l'ex presidente Giovanni Semeraro. Questo il ricordo:

L’U.S. Lecce esprime il più profondo cordoglio per la scomparsa di Giovanni Semeraro, che dal 1994 al 2012 è stato patron ed azionista di rifermento del sodalizio giallorosso. Semeraro ha scritto pagine indelebili della storia del calcio leccese. I risultati sportivi sotto la sua gestione hanno consolidato e rafforzato la notorietà del club a livello nazionale. Tutta la famiglia dell’U.S. Lecce si stringe attorno al dolore che ha colpito la famiglia Semeraro.

MILAN - Alessandro Lucci, agente di Suso e Calabria, è stato avvistato in sede per discutere del futuro dei suoi assistito. Cutrone non convinto dall'ipotesi Wolverhampton. Parla Giampaolo: "Ho grande fiducia nei miei dirigenti e nel loro lavoro. Hanno qualità, competenze e sanno di cosa abbiamo bisogno. Il tempo sarà determinante, ma per me come per i miei colleghi. La situazione ottimale è lavorare con il gruppo al completo ma non è possibile né per me né per gli altri. Bennacer? Siamo contenti per lui per la vittoria in Coppa d'Africa, per il resto dovete parlare con Maldini per il resto. Modric? Dovete chiedere a Maldini".

NAPOLI - Il presidente De Laurentiis ai tifosi presenti a Dimaro: "Mi piacerebbe fare foto con ognuno di voi, ma è impossibile purtroppo. Per quanto riguarda quello che voi avete più a cuore, che è il mercato, voi dovete avere pazienza perché il mercato si chiude il 2 settembre, quindi da qui alla fine possono capitare tantissime cose e noi siamo a trattare con chiunque ci interessi ma che sia corretto e giusto per il gioco, non per fare scena. È chiaro il ragionamento? Non ho bisogno di avere più abbonamenti, ma ho bisogno di vincere e per vincere bisogna usare la testa". L'ex Francesco Montervino lancia l'idea: "Dato che la Roma è interessata a Hysaj e non ha troppe disponibilità economiche, perché non puntare su Dzeko? Sarebbe l'attaccante perfetto per il Napoli e lo preferisco ad Icardi. Non è una notizia, semplicemente una mia considerazione". Parla il giovane attaccante Gaetano: "Il mister sta valutando. Io spero di rimanere, amo questa maglia che è quella della mia città. Spero di restare e giocare 12-13 partite, poi man mano si cresce. Qui in Trentino sta nascendo un Napoli da scudetto. Ci proviamo tutti gli anni, penso che questo possa essere l’anno buono”. Intervista a Lorenzo Insigne: "Rispetto agli altri ritiri vedo ancora più entusiasmo rispetto al passato. Ci sono tanti tifosi ed è una cosa che ci fa piacere, perché è importante sentirli vicino. Speriamo di fare una grande stagione e di ripagare questo affetto. Anche personalmente sono contento di quanto mi acclamano perché ci tengo a fare bene con questa maglia. Darò il 101% per ricambiarlo". Callejon sullo scudetto: "La nostra voglia è al top, diamo tutto per arrivare al massimo. Il Napoli da otto-dieci anni lavora bene, è diventata una squadra importante in Europa. Manca poco ad arrivare al grande traguardo".

PARMA - Bruno Alves dal ritiro di Prato allo Stelvio: “Fino a questo momento sta andando tutto bene, ci stiamo preparando: lavoriamo in modo intenso anche in modo da conoscere meglio i nuovi arrivati. È molto importante avere più giocatori e più soluzioni per una stagione che sarà lunga e molto impegnativa. Il nostro obiettivo è di chiudere in una posizione migliore rispetto allo scorso anno e di non soffrire così tanto come è successo nella seconda parte della scorsa stagione, questo è quello che vorrei. Ovviamente vorrei anche giocare meglio e vincere più partite, ma questo lo vorrebbero tutti”. Roberto Inglese sul suo ritorno: "Ho preferito tornare qui, nella mia seconda famiglia, piuttosto che non essere felice pur giocando in un palcoscenico più importante. Il Parma mi ha voluto in ogni modo e sono davvero contento di essere tornato". Ufficializzata un'amichevole con il Trabzonspor per il 27 luglio.

SAMPDORIA - Intervista ad Albin Ekdal: “Si lavora tanto, come sempre in ritiro. Due sedute al giorno, siamo un po’ stanchi. Ci stiamo impegnando per capire velocemente le sue idee. Di Francesco ci chiede un gioco veloce davanti, trovare il prima possibile il rito o il cross. Le sue idee mi piacciono, poi chiaramente bisogna aspettare le partite. Le mie sensazioni sono più che positive”.

SASSUOLO - Capitan Magnanelli sui nuovi acquisti: «Caputo? Ci eravamo sentiti anche prima del suo arrivo. È un attaccante definito "fastidioso" e quindi importante. È arrivato nel posto giusto per lui. Traoré? È un giocatore di spessore, la Juventus non ti fa 5 anni di contratto a caso, ha fatto molto bene l'anno scorso a Empoli e sarà importante per noi. Ha grande avvenire. Toljan? È forte, non fai 200 partite in Bundesliga se non le meriti».

SPAL - Il Benevento ha raggiunto l'intesa per Schiattarella.

TORINO - Lunga intervista al presidente Cairo: "Siamo molto contenti per il rinnovo di Izzo, che ha disputato un grande campionato e dimostrato di avere grandi qualità umane e calcistiche e ha sempre voglia di migliorarsi. Abbiamo respinto molte pretendenti, per noi è fondamentale mantenere tutta la squadra che lo scorso campionato ha totalizzato 63 punti. Petrachi? Ci può stare dividersi dopo tanti anni assieme, non mi era piaciuto i modo in cui stavano andando le cose, ma poi ci siamo chiariti e gli ho fatto l'in bocca al lupo per questa nuova esperienza. Per quanto riguarda l'Europa League, la scelta di giocare ad Alessandria è stata obbligata, avevamo sondato anche altri stadi ma tutti presentavano delle problematiche, l'unico disponibile era Udine,, ma non me la sono sentita di far fare ai tifosi una trasferta così lunga in un giorno feriale. Andremo ad Alessandria, dove siamo riusciti ad aumentare la capienza a 6000 posti. Non dobbiamo assolutamente sottovalutare il Debrecen, è un appuntamento fondamentale. Se le cose andranno come mi auguro, poi faremo gli opportuni ragionamenti, che abbiamo già iniziato, con il mister in sede di mercato, Questo è forse il più bel momento della mia presidenza, mi auguro che possa proseguire nei prossimi mesi. Ci sono stati altri bei momenti, come la promozione in Serie A nella mia prima stagione e la cavalcata in Europa League di qualche anno fa, ma questo forse è quello migliore, veniamo da una stagione con 63 punti e speriamo di continuare a fare bene".

UDINESE - Si segue il turco Kara de Bursaspor.