Torino – Roma 2006: 1-2, Totti e Mancini tengono la Roma sulla scia dell'Inter

19.08.2018 13:40 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:   articolo letto 9917 volte
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Massimiliano Spalluto
© foto di Federico De Luca
Torino – Roma 2006: 1-2, Totti e Mancini tengono la Roma sulla scia dell'Inter

La Roma sbanca Torino e prosegue la rincorsa alla capolista Inter.

È l'annata 2006 – '07 e la serie A vive un momento molto particolare, probabilmente unico nella sua storia; sul calcio italiano si è abbattuto il ciclone “Calciopoli”. Le conseguenze dello scandalo hanno prodotto ripercussioni importanti sulla classifica del torneo precedente, totalmente riscritta dalle sentenze: Juventus in serie B e penalizzazioni per Lazio, Fiorentina e Milan. La squadra del presidente Sensi si ritrova così spinta dal quinto al secondo posto ed ai nerazzurri viene assegnato “a tavolino” il tricolore. Le gerarchie ora sono cambiate e la Roma diventa l'antagonista principale dell'Inter. Alla terzultima giornata del girone d'andata i giallorossi si recano a far visita al Torino di Alberto Zaccheroni. Il match vede la formazione di mister Spalletti rendersi pericolosa sin dai primi minuti. Un rigore ottenuto per fallo di mano di Ivan Franceschini, con conseguente espulsione del difensore granata, rende più agevole il compito dei giallorossi. Infatti, malgrado la mancata trasformazione del penalty da parte di Totti, l'inferiorità numerica dei padroni di casa si fa sentire. Al 37° un tiro del brasiliano Mancini trova la deviazione fortuita di Capitan Totti che spiazza Christian Abbiati, estremo difensore torinista. Nella ripresa al 37° una stupenda azione tutta in velocità Mancini – Montella – Totti con palla di ritorno al brasiliano si conclude con il perfetto diagonale di quest'ultimo che chiude in pratica la gara. A poco più di un minuto dal termine la rete del granata Alessandro Rosina fa vivere qualche minuto di apprensione ma il Natale giallorosso è salvo, la Roma espugna l'Olimpico di Torino. Per i capitolini la stagione prosegue in maniera positiva, chiudendo al secondo posto dietro la corazzata di Moratti mentre Francesco Totti si aggiudica il titolo di capocannoniere conquistando anche la Scarpa d'oro. Arriva il trionfo in Coppa Italia, ottavo successo giallorosso nella competizione. Nel corso della ripresa Zaccheroni getta nella mischia Muzzi. Roberto Muzzi è cresciuto nelle giovanili giallorosse. In prima squadra debutta nel febbraio 1990; farà parte dell'organico della formazione capitolina fino al 1993. Terminata la carriera agonistica tornerà nella Capitale in qualità di allenatore delle giovanili della Roma.

Si giocava il 17° turno della stagione 2006 – '07, era mercoledì 20 dicembre 2006.

LA GARA Il Torino in campo con: Abbiati, Doudou, Brevi, Franceschini, Comotto, Barone, Gallo, Ardito, Balestri, Rosina, Abbruscato. Risponde la Roma con: Doni, Cassetti, Mexès, Chivu, Tonetto, De Rossi, Pizarro, Virga, Taddei, Mancini, Totti. Arbitro designato il signor Paparesta di Bari. Roma pericolosa in più occasioni nei primi venti minuti, al 25° momento decisivo dell'incontro. Punizione battuta da Totti, palla a Mancini in area che riceve sul filo del fuorigioco ed in giravolta calcia verso la porta. Abbiati tocca e manda la palla sul palo alla sua destra, raccoglie nuovamente Mancini che calcia alla sinistra del portiere granata. Sulla linea piomba in scivolata Franceschini che di mano spedisce a lato: rigore ed espulsione del difensore. S'incarica della trasformazione Totti ma Abbiati intuisce e neutralizza gettandosi sulla destra. Nulla di fatto ma Torino in inferiorità numerica. Al 37° Mancini riceve palla e lascia partire una conclusione da circa venticinque metri: sulla traiettoria decisiva è la deviazione involontaria di Totti che mette fuori causa Abbiati. Roma in vantaggio. Nella ripresa nel Torino Muzzi rileva Abbruscato, è il 12°. Al 22° tra i giallorossi si vede Montella, gli lascia spazio Virga. Gli uomini di Zaccheroni si lanciano generosamente all'attacco alla ricerca del pari ma sono gli ospiti ad avere le opportunità per chiudere il conto. Al 34° Lazetic prende il posto di Gallo. Al 36° la Roma passa ancora. Mancini avanza, palla a Montella che cede a Totti che, di tacco, lascia ancora a Mancini che entra in area ed in diagonale fulmina Abbiati. 39° Nella Roma dentro Rosi fuori Mancini. Al 43° Balestri si invola sulla sinistra, cross in area per la testa di Rosina che batte Doni, dando ai suoi la speranza di una clamorosa rimonta. Ultimo cambio per parte: tra i granata esce Ardito ed entra Fiore mentre nella Roma Totti cede il posto a Ferrari. Non succede altro, 1-2 il risultato finale.