Roma – Sampdoria 2004: 3-1, gol capolavoro di Totti che firma una doppietta. La Roma chiude in testa il girone d'andata

28.01.2018 10:00 di Massimiliano Spalluto   Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Roma – Sampdoria 2004: 3-1, gol capolavoro di Totti che firma una doppietta. La Roma chiude in testa il girone d'andata

Tutti in piedi ad applaudire l'ennesima prodezza stilistica del Capitano Francesco Totti, ossia la rete del 3-1 finale. I giallorossi superano la neopromossa Sampdoria e chiudono in testa alla classifica la prima metà del torneo. È la Roma di Fabio Capello, alla sua ultima stagione alla guida della squadra con cui nel 2001 ha conquistato il tricolore .

Il match vede una partenza a sorpresa degli ospiti. Al vantaggio dopo soli sei minuti realizzato da Fabio Bazzani risponde John Carew al 10° di testa. Nella ripresa al quarto d'ora inizia lo show di Francesco Totti che di testa ribalta lo svantaggio iniziale. Al 22° il capolavoro: riceve palla sulla linea di centrocampo ed inizia la sua irresistibile cavalcata verso la porta avversaria. Entrato in area supera con una finezza Francesco Antonioli, suo compagno di squadra nell'anno dello scudetto. Doppietta per lui e tutto lo stadio ad abbracciare idealmente il suo Capitano; il pubblico vuole tributargli il giusto riconoscimento per la lezione di grande calcio appena impartita. C'è gloria anche per il portiere romanista Carlo Zotti che dopo pochi minuti respinge un calcio di rigore da lui stesso provocato. Nel recupero ospiti in dieci per l'espulsione di Moris Carrozzieri. La Roma di Capello chiude così il girone d'andata in testa con tre punti di vantaggio sull'accoppiata Juventus – Milan. Situazioni contingenti legate ad un fallito tentativo di cessione della società, però, provocano un calo di concentrazione fatale che incide sul rendimento dei calciatori. La formazione capitolina perderà terreno lasciandosi superare dai rossoneri che si aggiudicano il titolo.

Nella Sampdoria schierata dal tecnico Walter Novellino c'è il portiere Francesco Antonioli. A Roma nell'estate 1999, difende la porta giallorossa conquistando il tricolore nel 2001. Lascia la Capitale nel 2003.

Si giocava l'ultima giornata del girone d'andata della stagione 2003 – '04, era il 18 gennaio 2004.

 

LA GARA La Roma in campo con: Zotti, Zebina, Dellas, Panucci, Mancini, Emerson, Dacourt, Lima, Totti, Cassano, Carew. Di fronte la Sampdoria con: Antonioli, Sacchetti, Conte, Falcone, Zenoni, Diana, Volpi, Donati, Doni, Bazzani, Flachi. Arbitra l'incontro il signor Ayroldi di Molfetta. Dopo soli 6 minuti Bazzani, lanciato ottimamente da Flachi, elude l'intervento di Dellas e Panucci e mette dentro il vantaggio ospite. La Roma reagisce ed al 10° ristabilisce la parità. Angolo battuto da Totti, palla a Cassano che effettua il traversone in area. Carew in elevazione mette dentro di testa. Nella prima frazione invocato un rigore per parte per i falli subiti da Diana e Cassano, ma il direttore di gara ha lasciato correre. Inizia la ripresa, nella Roma Tommasi ha rilevato Cassano mentre tra i doriani Falcone ha lasciato il posto a Carrozzieri. La Roma preme, al 13° Candela sostituisce Lima e dopo 2 minuti la svolta. Perfetto cross di Mancini e Totti di testa infila la porta dei liguri, Roma in vantaggio. Avvicendamento tra i blucerchiati, è il 16°: dentro Cipriani fuori Diana. Al 22° il capolavoro del Capitano; Tommasi cede palla a Totti che dalla linea di centrocampo avanza palla al piede. Evita l'intervento di due avversari, entra in area e con un tocco pregiato batte l'ex compagno Antonioli, doppietta e standing ovation per lui. Ultimo cambio per i blucerchiati: al 25° Palombo prende il posto di Donati. 28° Zotti atterra Flachi, rigore. S'incarica della battuta lo stesso Flachi ma Zotti neutralizza. Nel finale trova spazio D'Agostino ed esce Carew. Espulso per somma di ammonizioni Carrozzieri, triplice fischio: 3-1 e tutti negli spogliatoi.