Roma – Lazio 2008: Baptista il "Man of the match", il suo gol dà la vittoria alla Roma

18.11.2017 10:55 di Massimiliano Spalluto   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Roma – Lazio 2008: Baptista il "Man of the match", il suo gol dà la vittoria alla Roma

È la “Bestia” Jùlio Baptista a firmare la rete del successo romanista nel derby di andata di un torneo complicato. Proprio quest'affermazione dà nuovo vigore ad una Roma che aveva iniziato il suo cammino con un rendimento molto al di sotto delle aspettative. Infatti, dopo aver visto chiudere l'annata precedente con un secondo posto a tre sole lunghezze dall'Inter campione, era logico attendersi una partenza molto più aggressiva da parte degli uomini di Luciano Spalletti, al suo quarto anno nella Capitale. Il bilancio delle prime dieci giornate, però, evidenzia ben 6 sconfitte, due pareggi e due sole affermazioni. Come accaduto in altri momenti storici, si spera che la stracittadina possa incoraggiare un cambio di tendenza decisivo. A dirigere l'incontro viene designato, proprio come oggi, Gianluca Rocchi.

Il match scorre tranquillo e senza grosse emozioni nel primo tempo. Ad inizio ripresa arriva il cambio di marcia e subito al ecco il gol di Baptista. Lo realizza di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo battuto da Capitan Totti. Reazione veemente dei biancazzurri che impegnano in più occasioni il portiere romanista Doni. Gli uomini di Spalletti, in contropiede, sprecano una facilissima occasione con Menez per chiudere i conti. Un espulso per parte, Ledesma al 66° e Perrotta a quattro minuti dal termine, entrambi per somma di ammonizioni. I giallorossi stringono i denti e portano a casa un meritato successo. La stagione, in seguito, non darà molte opportunità di vivere momenti esaltanti e la Roma si piazzerà al sesto posto finale. La Lazio, invece, arrivata a questa stracittadina con ben 14 punti di vantaggio sui giallorossi (22 contro 8 anche se la Roma doveva recuperare la partita interna con la Sampdoria), accuserà un forte calo di rendimento che la costringe a chiudere in decima posizione.

Nella Lazio troviamo Sebastiano Siviglia, difensore che ha vissuto in giallorosso il 2001 – '02. In panchina, invece, a disposizione del mister Delio Rossi c'è Aleksandar Kolarov, attualmente alla sua prima stagione nella Roma.

Si giocava il 12° turno della stagione 2008 – '09, era il 16 novembre 2008.

 

LA GARA La Roma schiera: Doni, Panucci, Mexès, Juan, Tonetto, Perrotta, De Rossi, Brighi, Baptista, Vucinic, Totti. La Lazio si oppone con: Carrizo, Lichtsteiner, Siviglia, Rozhenal, Radu, Brocchi, Ledesma, Mauri, Pandev, Rocchi, Zarate. Arbitra il signor Rocchi di Firenze. Al 19° ghiotta occasione per i padroni di casa: traversone di Panucci, di testa Vucinic costringe Carrizo ad un intervento complicato per mettere in corner. I biancazzurri rispondono con le conclusioni di Zarate ed un tiro al volo di Brocchi senza creare grossi problemi a Doni. Inizia la ripresa ed al arriva la svolta. Angolo battuto da Totti che, dopo uno scambio, effettua il traversone in area dove Baptista tocca di testa e spedisce all'angolino basso alla sinistra di Carrizo, Roma in vantaggio. Reagisce rabbiosamente la Lazio che costringe Doni a compiere un paio di interventi prodigiosi. Al quarto d'ora nella Lazio dentro Meghni fuori Mauri. Tentativi di Pandev e Rocchi da fuori area che sfiorano il palo. Al 21° entrata scomposta di Ledesma su Baptista, seconda ammonizione e rosso, Lazio in dieci. Nell'ultimo quarto d'ora la Roma effettua i suoi cambi: entrano Menez per Totti (30°), Cassetti per Panucci (33°), e Taddei prende il posto di Vucinic (44°). È proprio Menez al 33° a mancare clamorosamente il raddoppio; contropiede giallorosso con Vucinic che avanza sulla destra, palla servita al centro per Menez che, tutto solo, entra in area ma spara addosso a Carrizo in uscita. Nella Lazio al 35° Dabo rimpiazza Brocchi ed al 39° Inzaghi S. rileva Rocchi. A quattro minuti dal termine ristabilita la parità delle forze in campo: per doppia ammonizione espulso Perrotta. La Roma tiene, il derby è suo: 1-0 il finale.