Roma - Fiorentina 2000 - '01: decide un gran destro di Batistuta, bellissimo gol ai suoi ex compagni

08.12.2012 10:00 di Massimiliano Spalluto   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Roma - Fiorentina 2000 - '01: decide un gran destro di Batistuta, bellissimo gol ai suoi ex compagni

Le lacrime di Gabriel Omar Batistuta, la gioia dei tifosi romanisti. Quante reti aveva segnato nella sua carriera precedente con i gigliati. Le sue eccezionali capacità realizzative le conoscevano benissimo anche i giallorossi che, nel corso degli anni, in lui avevano trovato un avversario scomodissimo da ostacolare e tentare di contenere. Da grande centravanti qual era, infatti, all’Olimpico aveva colpito più volte: sette reti  (tra cui anche due doppiette), l’ultima delle quali messa a segno in una sfida rocambolesca che vide la Roma ribaltare il punteggio e vincere 2-1 nei minuti di recupero, era il 17 ottobre 1998.  Aveva indossato per ben nove stagioni la maglia viola conoscendo anche la serie B ed ora, per la prima volta, ritrovava i toscani da avversari. Emozioni contrastanti, fortissime; in settimana aveva promesso che in caso di un suo gol non avrebbe esultato e fu di parola. La sfida sembrava inchiodata sul pareggio a reti inviolate quando, a pochi minuti dal triplice fischio, un appoggio di Gianni Guigou lo metteva in condizione di colpire di destro da fuori area. Conclusione potente ed imparabile per il suo ex portiere Toldo. I suoi nuovi compagni lo sommergevano di abbracci, congratulazioni e gioia mentre la curva romanista intonava un goliardico “Ve saluta Batistuta” rivolto alla tifoseria toscana. Lui, il Re Leone, mantenendo fede alla promessa, restava in silenzio, con il volto rigato da qualche lacrima. In quell’annata indimenticabile colpì venti volte risultando, di conseguenza, determinante per la conquista del titolo finale.
Si giocava l’ottava giornata dell’anno di grazia 2000 – ’01, era il 26 novembre 2000.

LA GARA La Roma scende in campo con: Lupatelli, Zebina, Aldair, Zago, Cafù, Tommasi, Zanetti, Candela, Totti, Batistuta, Delvecchio. La Fiorentina oppone: Toldo, Torricelli, Repka, Pierini, Vanoli, Rossi M., Cois, Amoroso C., Di Livio, Rui Costa, Nuno Gomes. Arbitro designato il signor Cesari di Genova. Capitolini aggressivi, creano molto ma i viola sanno difendersi. Tentativo al 29° con Batistuta, para Toldo. Al 35° Zanetti sfiora il gol calciando dal limite. Un’altra occasione per Totti e termina il primo tempo. Nella ripresa tanta buona volontà ma poca incisività. Al Bressan tra i viola rileva Amoroso. Mister Capello manda in campo Montella al 23° al posto di Delvecchio e Guigou al 29° per Zanetti. Al 36° entra Rossitto negli ospiti ed esce Rossi. Quando l’incontro sembra avviarsi verso lo 0-0 finale a sette minuti dal termine la svolta. Sulla fascia palla da Totti a Guigou, appoggio in area a Zago che la alza nuovamente per Guigou. L’uruguaiano di testa appoggia a Batistuta che lascia rimbalzare e da qualche metro fuori area colpisce di destro infilando la porta dei toscani. Roma in vantaggio finalmente. Re Leone non esulta.Trovano spazio Chiesa per Torricelli tra i viola e Marcos Assunçao al posto di Totti tra i capitolini. Non cambia più il punteggio. 1-0 il risultato finale.