Roma – Bologna 1981: 3-1, doppietta di Pruzzo e gol di Conti. Roma solitaria in vetta dopo 8 giornate

28.10.2017 10:00 di Massimiliano Spalluto   Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Roma – Bologna 1981: 3-1, doppietta di Pruzzo e gol di Conti. Roma solitaria in vetta dopo 8 giornate

Vittoria sofferta che permette alla Roma di salire in vetta alla classifica. La domenica precedente gli uomini di Nils Liedholm sono riusciti a sbancare il Comunale di Torino, battendo la Juve per 1-0 con la rete di Falcao. La Juve perde la seconda gara di seguito, questa volta in trasferta contro il Genoa e cede il primato ai giallorossi. Una piccola rivalsa dopo il pareggio con tante polemiche di pochi mesi prima con la famosa rete annullata a Ramon Turone; risultato che finì per pesare irrimediabilmente sulla classifica finale. Sono i primi scontri del terzo anno dell'era del presidente Viola e Roma giallorossa comincia ad abituarsi a lottare per il vertice della graduatoria, dopo decenni di risultati altalenanti e promesse non mantenute. Ma non è il caso di fermarsi a pensare al passato, all'Olimpico arriva il Bologna.

La sfida è equilibrata; il Bologna si rende pericoloso con un palo e pochi minuti dopo con una conclusione su cui Falcao effettua un salvataggio in scivolata che strappa applausi al pubblico presente all'Olimpico. A sbloccarla ci pensa il “Bomber” Roberto Pruzzo agli sgoccioli della prima frazione di gioco. Nella ripresa arriva il pareggio di un giovanissimo Roberto Mancini, ma poi è Bruno Conti a riportare la Roma in vantaggio. Chiude Pruzzo che sale in cima alla classifica dei cannonieri, da dove non scenderà più confermandosi re dei goleador per la seconda stagione consecutiva. Nella storia della Roma è la prima volta che un suo giocatore si aggiudica due anni di seguito il titolo di capocannoniere. Il torneo proseguirà con alti e bassi ed un percorso segnato da infortuni determinanti. La formazione capitolina chiuderà al terzo posto alle spalle di Juve e Fiorentina che si contenderanno il titolo fino all'ultima giornata; prevarranno i bianconeri, ma le polemiche sulle decisioni arbitrali dell'ultimo turno non si spegneranno mai. Per il Bologna, invece, questa è un'annata nera che termina con la penultima posizione e la prima storica retrocessione in serie B.

Nella squadra allenata da Tarcisio Burgnich troviamo il portiere Giuseppe Zinetti, che approderà in giallorosso nell'estate 1990, restandovi fino al 1993. Schierato tra i felsinei anche Franco Baldini, attuale consulente della società giallorossa.

Si giocava l'ottava giornata della stagione 1981 – '82, era l'8 novembre 1981.

 

LA GARA La Roma in campo con: Tancredi, Nela, Marangon, Spinosi, Falcao, Bonetti, Chierico, Giovannelli, Pruzzo, Di Bartolomei, Conti. Il Bologna si oppone con: Zinetti, Benedetti, Cecilli, Paris, Mozzini, Carrera, Tinti, Neumann, Chiodi, Baldini, Colomba. Arbitro designato il signor Milan di Treviso. 6° Colomba lancia Chiodi che entra in area, evita l'intervento di Bonetti e Spinosi e calcia verso la porta: palo pieno alla destra di Tancredi. Dieci minuti dopo sono ancora gli ospiti a sfiorare il vantaggio. Baldini riceve palla da Neumann e galoppa verso la porta avversaria. Il suo tocco mette fuori causa Tancredi ma in scivolata Falcao compie il miracolo deviando in angolo. Nei secondi di recupero la svolta. Punizione di Di Bartolomei respinta dalla barriera. Riprende lo stesso Capitano giallorosso che serve in area Pruzzo. Il centravanti controlla come può e calcia infilando alla sinistra di Zinetti, Roma in vantaggio. Inizia la ripresa, Mancini rileva Tinti tra i rossoblù. Proprio il nuovo entrato impegna Tancredi con un colpo di testa ale poi al 12° realizza il gol del pareggio. Falcao perde palla a metà campo, gliela toglie Baldini che effettua un lancio in area. Il tocco di Mancini scavalca Tancredi in uscita, 1-1. Faccini al 17° prende il posto di Giovannelli nella Roma. 24° punizione di Spinosi, palla spiovente in area, Paris respinge di testa. Fuori area Conti è pronto per la battuta al volo di sinistro, Zinetti non trattiene e la palla finisce in rete. Due minuti dopo Cecilli compie prima un fallo di reazione su Nela, poi rifiuta il gesto conciliatore del direttore di gara: espulso. Al 32° Baldini lascia il posto a Zuccheri. Ultimi secondi di gioco, punizione di Falcao dalla sinistra. Traversone in area, Pruzzo salta indisturbato e di testa spedisce all'angolo alla destra di Zinetti, 3-1 il risultato finale.