Parma – Roma 9 dicembre 2001: 1-2, la Roma nella ripresa rimonta e sbanca il Tardini. Proprio come l'anno prima...

10.11.2019 10:00 di Massimiliano Spalluto   Vedi letture
Parma – Roma 9 dicembre 2001: 1-2, la Roma nella ripresa rimonta e sbanca il Tardini. Proprio come l'anno prima...

La Roma vince a Parma in rimonta e si mantiene sulla scia dell'Inter capolista. La gara sembra seguire lo stesso copione del 4 febbraio, ossia dell'ultimo turno di andata dell'anno tricolore, con una Roma capace di ribaltare nella ripresa lo svantaggio iniziale.

Proprio come nell'indimenticabile stagione dello scudetto, è la Roma a dare l'assalto alla porta avversaria fin dai primi minuti ma a sbloccare il risultato è il Parma, sempre con Marco Di Vaio. Esattamente come nell'anno precedente il primo tempo si chiude con la Roma sotto di un gol. Nella ripresa manca Batistuta, eroe autore dei due gol dell'anno prima, uscito nel finale del primo tempo per via di un risentimento muscolare; questa volta ad occuparsi del "ribaltone" saranno Marcos Assunçao, con una splendida esecuzione su calcio di punizione dal limite al 4° e l'ex di turno Diego Fuser al 32°. La Roma campione d'Italia conserva il secondo posto in coabitazione con il sorprendente Chievo, la matricola terribile allenata da Luigi Delneri. L'annata prosegue con una serrata lotta a tre tra i giallorossi, la Juve e l'Inter di Moratti. La Roma concluderà al secondo posto dopo un incredibile colpo di scena finale che fa precipitare i nerazzurri dal primo al terzo posto in classifica, a beneficio della Juve.

Guida tecnica del Parma è Daniel Alberto Passarella. L'argentino è subentrato a Renzo Ulivieri da poche settimane. Nella formazione che dispone in campo troviamo: Hidetoshi Nakata, Matteo Ferrari e Luigi Sartor. Sartor arriva a Roma proprio alla fine di quest'annata e resta legato alla società giallorossa fino al 2005, escluso un breve periodo di prestito all'Ancona. Ferrari, invece, giunge nella Capitale nel 2004, trascorre un anno in prestito all'Everton e poi resta a Roma fino al 2008. Ex salutato con molto affetto dai tifosi romanisti presenti al Tardini è Nakata. Il centrocampista giapponese era stato acquistato dalla Roma nella sessione invernale dell'anno 2000. Determinante fu il suo innesto in alcune gare fondamentali dell'anno 2000 – '01 tra cui, su tutte, il suo ingresso in campo nella tesissima sfida al Delle Alpi di Torino contro la Juve di Carlo Ancelotti. Un suo gol diede il via alla rimonta che portò la formazione di Capello al pareggio (2-2), che permise alla Roma di uscire indenne da quello scontro e potersi concentrare sulle ultime giornate che la portarono al trionfo tricolore del 17 giugno.

Si giocava il 14° turno della stagione 2001 – '02, era il 9 dicembre 2001.

LA GARA Il Parma in campo con: Frey, Djetou, Ferrari, Cannavaro, Sartor, Almeyda, Lamouchi, Falsini, Nakata, Mboma, Di Vaio. Risponde la Roma con: Antonioli, Zebina, Samuel, Panucci, Fuser, Assunçao, Emerson, Candela, Totti, Batistuta, Delvecchio. Arbitro designato il signor Collina della sezione di Viareggio. È la Roma a sfiorare più volte il vantaggio con Totti, Panucci ed una splendida girata al volo da fuori area di Batistuta. Come l'anno prima, però, è Di Vaio a portare in vantaggio il Parma. È il 31°, Falsini dalla sinistra effettua un traversone in area, Mboma tocca di testa e disturba il portiere giallorosso in uscita che non riesce ad impossessarsi della sfera. Da terra il gialloblu tocca per Di Vaio che, a porta vuota, mette dentro. Roma costretta a rincorrere, senza Batistuta questa volta. Al 37° viene sostituito da Cassano per via di un risentimento muscolare. Inizia la ripresa e la Roma si riversa subito alla ricerca del pari. Dopo aver chiesto invano un rigore per un tocco di braccio di Ferrari, Djetou al aggancia Delvecchio al limite dell'area, punizione. Si prepara lo specialista Assunçao, la sua esecuzione è perfetta. Palla alla sinistra di Frey, rimasto immobile, è il pareggio. Al 21° Marchionni rileva Nakata nel Parma, al 23° Lima prende il posto di Assunçao nella Roma, alla mezz'ora Diana rimpiazza Sartor tra i gialloblu. 32° da Panucci a Fuser sulla linea di centrocampo. Avanza il giallorosso e da circa trenta metri lascia partire una forte conclusione che, con un leggero tocco di Cannavaro, diventa imprendibile per Frey, insaccandosi alla sua sinistra. Roma in vantaggio. Negli ultimi dieci minuti cambi completati: Milosevic per Mboma nel Parma e Tommasi per Totti. Triplice fischio, 1-2 il risultato finale.