Inter – Roma 1975: 0-2, la Roma vince a San Siro dopo 13 anni e chiude il torneo al terzo posto

21.01.2018 16:30 di Massimiliano Spalluto   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Inter – Roma 1975: 0-2, la Roma vince a San Siro dopo 13 anni e chiude il torneo al terzo posto

La Roma torna a vincere sul campo dei nerazzurri dopo oltre tredici anni dall'ultima affermazione. Era infatti dal giorno di S. Silvestro del 1961 che i giallorossi non trionfavano in casa dell'Inter; a riuscire nell'impresa è la squadra guidata da Nils Liedholm, al suo primo ciclo da allenatore nella Capitale. È la Roma che coglie un ottimo terzo posto, miglior piazzamento (insieme a quello del 1955) ottenuto dall'anno dello scudetto 1942 fino all'avvento dell'era targata Dino Viola.

Il match serve solo alla compagine capitolina per consolidare la sua terza posizione in classifica, mentre l'Inter sembra voler chiudere prima possibile una stagione non certo felice. Dopo soli quattro minuti arriva il vantaggio messo a segno da Giorgio Morini, prima del quarto d'ora Giancarlo “Picchio” De Sisti firma la rete del 2-0 definitivo. Sulla seconda segnatura grande merito va a Francesco Rocca; “Kawasaki” effettua una stupenda discesa sulla destra, si libera elegantemente di due avversari e mette al centro il pallone su cui De Sisti sigla il raddoppio. L'unico colpo di scena arriva a 12 minuti dalla fine dell'incontro: pacifica invasione di campo dei tifosi a caccia di magliette ed autografi, sospensione di poco più di dieci minuti e poi la gara riprende, senza ulteriori emozioni. Termina così il torneo che vede la Roma di Liedholm ottenere una qualificazione per la Coppa UEFA dell'anno seguente; l'ultima apparizione in una competizione continentale vide la squadra capitolina estromessa dalla monetina nella partita di spareggio della semifinale di Coppa delle Coppe del 1970. Per l'Inter, invece, solo il nono posto e molte situazioni su cui riflettere.

Tra i nerazzurri schierati dal tecnico Luis Suàrez troviamo Nevio Scala. In giallorosso aveva militato nell'annata 1966 – '67, arrivato in prestito dal Milan.

Si giocava l'ultima giornata della stagione 1974 – '75, era il 18 maggio 1975.

 

LA GARA L'Inter in campo con: Bordon, Guida, Fedele, Bertini, Facchetti, Bini, Mariani, Scala, Boninsegna, Moro, Nicoli. Risponde la Roma con: Conti, Negrisolo, Rocca, Cordova, Santarini, Cavalieri, Penzo, Morini, Prati, De Sisti, Spadoni. Arbitra l'incontro il signor Pieri della sezione di Genova. Soltanto 4 minuti e la Roma passa. Rilancio di Conti, palla raccolta da Morini che si libera di Bertini ed effettua un diagonale che s'insacca alla sinistra di Bordon. L'Inter non reagisce ed i giallorossi ne approfittano. Discesa sulla destra di Rocca che supera brillantemente l'opposizione di Guida e Bini, passaggio in area dove De Sisti è pronto di piatto a mettere dentro il punto del raddoppio. La Roma controlla e si rende ancora pericolosa mentre i nerazzurri sembrano spaesati. Ad inizio ripresa Cerilli rimpiazza Nicoli tra i padroni di casa, ma il copione non cambia. La partita scorre senza grossi sussulti fino a poco dopo la mezz'ora quando un'invasione di campo pacifica dei tifosi provoca una sospensione della gara per circa dieci minuti. Si riprende a giocare e Sandreani rileva Penzo tra gli ospiti. Non succede altro, 0-2 il risultato finale.