Roma-Juventus 3-4 - La moviola: de Ligt col braccio largo, manca un chiaro rigore ai giallorossi. Netto quello fischiato

09.01.2022 23:00 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    vedi letture
Roma-Juventus 3-4 - La moviola: de Ligt col braccio largo, manca un chiaro rigore ai giallorossi. Netto quello fischiato
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico De Luca

Vocegiallorossa.it vi propone la lettura di alcuni episodi del match. L'arbitro si può avvalere del VAR (video assistant referee) e del suo assistente per quattro tipologie di casi: controllo della regolarità dei gol, possibili falli da calcio di rigore, possibili cartellini rossi diretti e scambi di identità di destinatari di provvedimenti disciplinari.

SECONDO TEMPO

90'+5' - Szczesny interviene per anticipare Abraham in uscita bassa, riuscendo a toccare il pallone. L'inglese va a terra, ma non è rigore.

81' - Il VAR richiama Massa per una deviazione di gomito di de Ligt sulla rovesciata di Abraham sfuggita al direttore di gara. Una volta visionata, Massa non può che fischiare il penalty ed esibire il secondo cartellino all'olandese.

76' - Corretta l'ammonizione a Cristante per una manata a Dybala.

72' - Annullato il gol del possibile 3-3 per un fuorigioco di Morata su cross di Cuadrado, che viene ricontrollato dal VAR: l'offside non c'è e il gol è valido.

65' - Giusto il giallo a Locatelli per un fallo da dietro su Mkhitaryan.

52' - Altro cartellino, stavolta a de Ligt, che sposta volontariamente il pallone con la mano da terra per impedire a Felix di raccoglierlo.

51' - Ammonizione corretta anche per Ibanez, che stende Dybala in scivolata.

50' - Corretta l'ammonizione a indirizzo di Veretout, che ferma Locatelli che lo aveva superato.

PRIMO TEMPO

45'+3' - Entrata durissima di Cuadrado su Felix: giusta l'ammonizione al colombiano.

13' - Braccio larghissimo di de Ligt su un tiro di Pellegrini, Massa fa ampio cenno di proseguire e assegna il calcio d'angolo: il VAR non interviene e la Roma non ottiene un chiaro penalty. Il pallone tocca prima il piede del difensore olandese, ma questo non fa sì che automaticamente decada la volontarietà: il braccio largo faceva sì che il difensore occupasse più spazio del normale.

12' - Dybala non leva la gamba dopo che Vina ha già scaricato il pallone, entrandogli duro sulla caviglia: l'arbitro lo richiama, ma l'argentino andava ammonito.