Roma-Genoa 1-0 - La moviola: nessun fallo di mano di Smalling. Fuorigioco di Pedro, il VAR conferma la decisione

08.03.2021 08:05 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    Vedi letture
Roma-Genoa 1-0 - La moviola: nessun fallo di mano di Smalling. Fuorigioco di Pedro, il VAR conferma la decisione
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Vocegiallorossa.it vi propone la lettura di alcuni episodi del match. L'arbitro si può avvalere del VAR (video assistant referee) e del suo assistente per quattro tipologie di casi: controllo della regolarità dei gol, possibili falli da calcio di rigore, possibili cartellini rossi diretti e scambi di identità di destinatari di provvedimenti disciplinari.

SECONDO TEMPO

83' - Duro intervento di Criscito su Carles Perez: corretta l'ammonizione ai suoi danni.

74' - Viene segnalato un fuorigioco di Pedro, che colpisce di tacco su un cross radente di Karsdorp, prima che Borja Mayoral ribadisca in rete per il possibile 2-0. Il VAR verifica la posizione di partenza dello spagnolo, certificandola come irregolare.

67' - Mkhitaryan anticipa fallosamente Zajc, ma l'arbitro non fischia: l'azione porta a un palo di Villar, ma non sarebbe mai dovuta nascere.

65' - Stavolta è Strootman a essere steso in un'azione di contropiede dei suoi: a commettere il fallo è Mancini, che viene correttamente ammonito.

64' - Strootman stende Mkhitaryan che stava pilotando un contropiede della Roma dopo aver saltato due uomini: giallo sacrosanto per l'olandese.

51' - Mancini viene contrastato due volte in area di rigore: nessuno dei due interventi è falloso, non c'è penalty per la Roma.

PRIMO TEMPO

45' - Ammonito Destro per aver cercato di segnare una rete con una mano. Decisione ineccepibile.

42' - Giusto il giallo a Masiello, per un intervento in ritardo su Borja Mayoral.

28' - Duro intervento in ritardo di Smalling su Destro, in avvio di contropiede per il Genoa: un arbitro più severo avrebbe ammonito.

16' - Il pallone sbatte sul braccio di Smalling, in corsa per coprire Destro: il suo movimento è coerente, non possono essere ravvisati gli estremi per il rigore. Dubbi anche sull'effettiva posizione del braccio, che poteva essere fuori dall'area.