Nuno Campos: "Pastore si è espresso bene a livello fisico, dà tutto per la squadra. Strani i due gialli presi da Kluivert"

21.10.2019 10:05 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Nuno Campos: "Pastore si è espresso bene a livello fisico, dà tutto per la squadra. Strani i due gialli presi da Kluivert"

Queste le dichiarazioni di Nuno Campos, allenatore della Roma nella gara contro la Sampdoria, vista la squalifica di Paulo Fonseca:

Nuno Campos in conferenza stampa

"Kalinic si tratta di una botta mentre Cristante è tornato dalla Nazionale con un fastidio al pube. Il cambio iniziale ha influito sulla gara e si è messo tutto più difficile nel finale di primo tempo. Poi nel finale ci si è messa anche l'espulsione. Abbiamo avuto diverse situazioni in cui è mancato l'ultimo passaggio, l'ultima scelta che avrebbe determinato un'occasione da gol. Non è il risultato che volevamo e soprattutto il nostro possesso palla non vuole essere sterile ma a causa di ultime scelte non è stato così. Stiamo costruendo un progetto, i cambi poi hanno influito su questo. Come giudico la prova di Pastore? Si è espresso a un buon livello fisico. Tatticamente ha dovuto adattarsi a questa nuova posizione ma è un giocatore che dà tutto per la squadra. Da questo punto di vista tutti hanno lottato ma quando devi fare cambi per necessità la partita diventa meno chiara. Dzeko? Non avevamo la certezza fosse al 100% ma quando è entrato ha dato il suo contributo. Lui e Pastore pronti per giovedì? Avremo qualche giorno per pensarci e valuteremo col mister. Rischioso mettere Cristante? Non abbiamo corso un rischio perché avevamo parlato con lui. Il giocatore si è allenato, stava bene. Rientrando dalla Nazionale aveva questo problema al pube ma ci ha detto che stava bene. Tanti cartellini? Ci stamo lavorando però oggi i due gialli presi di Kluivert mi sembrano un po' strani. Il ragazzo era di spalle e, io che ho giocato, è difficile prendere cartellini gialli quando sei di spalle. Non vorrei però parlare di questo".

Nuno Campos a Roma TV

“Cosa non è andato? Abbiamo avuto un po’ di difficoltà con due sostituzioni nella prima parte e l’espulsione. Era una partita che avremmo voluto vincere e creare di più, ma l’avversario si è chiuso bene. Le sostituzioni hanno reso tutto più complicato. Europa League? Avremmo qualche giorno per pensare al Borussia e il mister deciderà cosa è meglio per la Roma. Pochi pericoli? Il nostro obiettivo ovviamente non è fare un possesso palla sterile, ci è mancato l’ultimo passaggio in molte occasioni e la scelta negli ultimi metri. Singoli? Tutti i giocatori vogliono dare il meglio e tutti avrebbero voluto dare di più oggi, per molti il ritmo non può essere quello ideale, come per Florenzi che veniva da una influenza. Stiamo tutti lavorando per migliorare sul piano fisico. Ci è mancata incisività: col Cagliari avevamo costruito senza finalizzare, ma siamo sulla strada giusta. Kolarov? È salito spesso, non abbiamo girato bene la palla dalla sua parte, lui ha giocato alto. Tutti possono contribuire a risolvere la partita, dobbiamo limare i dettagli e quando lo faremo  tutti potranno essere incisivi sul match. Dobbiamo anche considerare che alcuni avevano perso il contatto con la squadra per le Nazionali”.

Nuno Campos a Radio Rai

"È stata una gara difficile con circostanze complicate che l'hanno reso ancora più difficile. Abbiamo avuto qualche infortunio, abbiamo fatto dei cambi ma non abbiamo creato molte occasioni, dietro siamo stati sicuri, ci è mancato l'ultimo passaggio e forse il risultato sarebbe stato diverso. Un'altra questione è l'inesperienza di alcuni giocatori che abbiamo, siamo in un processo di crescita ed è normale. Sugli infortuni muscolari? Oggi non c'entrano, per Kalinic si è trattato di una botta, Cristante è tornato dal nazionale con un problema al pube ma non dovrebbe trattarsi di qualcosa di grave".