AS Roma-Royal Caribbean - Andreazzoli: "Vorremmo portare la Coppa Italia in crociera con noi". Zanzi: "La proprietà ha completa fiducia nei dirigenti". FOTO!

08.02.2013 13:50 di Gabriele Chiocchio  Twitter:    vedi letture
AS Roma-Royal Caribbean - Andreazzoli: "Vorremmo portare la Coppa Italia in crociera con noi". Zanzi: "La proprietà ha completa fiducia nei dirigenti". FOTO!
© foto di Vocegiallorossa.it

Alle ore 14.00 è andata in scena in atto la presentazione della prima crociera giallorossa da parte dell'As Roma e della Royal Caribbean Italia. All'incontro, che si è tenuta nella sala stampa del Centro Sportivo di Trigoria, con la presenza di Gianni Rotondo (General Manager Royal Caribbean Italia), Italo Zanzi (CEO AS Roma) e Christoph Winterling (Commercial Director AS Roma), dell tecnico Aurelio Andreazzoli e dei calciatori Totti, Stekelenburg, Marquinho e Florenzi.

Prende la parola il CEO Italo Zanzi: "Grazie per la vostra presenza qui. Sono orgoglioso di presentare una partership speciale con Royal Caribbean. L'obiettivo della società è quello di diventare il miglior club al mondo dentro e fuori dal campo. Questa partnership ci consente di fare un altro passo in questa direzione. Questa partnership dà la possibilità ai tifosi di vivere un'esperienza unica. Sono presenti Gianni Rotondo della Royal Caribbean e Christoph Winterling, direttore commerciale della AS Roma, che voglio ringraziare. Winterling è stato il vero ideatore di questa iniziativa, un altro esempio della sua capacità di creare partnership che possano aumentare la crescita della Roma su scala mondiale".

Parola ad Andreazzoli: "E' sempre stato il sogno di mia moglie fare una crociera, quando gliel'ho comunicato è rimasta felicemente sorpresa. Il fatto che sia giallorossa è ovviamente un surplus. Sono felice, noi abbiamo un impegno, sarà necessario creare una sala con una bella teca di cristallo perché vorremmo portare la Coppa Italia in crociera con noi".

Parla Totti: "Se verrò? Penso, forse. Se mi ci mandano, sì. Chiederò a casa (ride, ndr)".

La parola a Rotondo: "Grazie mille per questa opportunità. Credo che nell'universo non esista un nome più italiano di Italo Zanzi, lui rappresenta il contatto tra l'Italia e gli Stati Uniti. La Roma ha un progetto che unisce mondo imprenditoriale e sportivo, crediamo nel suo sviluppo. La nostra è un'azienda americana con un cuore fortemente romano, il porto di Civitavecchia è il secondo nel mondo per Royal Caribbean. Abbiamo abbracciato questo nuovo progetto Roma e vogliamo dare il nostro piccolo contributo con la crociera giallorossa. La nave è molto grande, con tanto spazio e attività sportive disponibili. Partiamo a giugno, ci saranno attività tipiche della nave, che vanno dal campo di calcetto alla pista di pattinaggio sul ghiaccio, ce n'è veramente per tutti i tipi. C'è poi la componente più vicina al supporter della Roma. Porteremo a bordo i trofei della Roma e siamo convinti che porteremo la Coppa Italia di quest'anno, ci sarà un campus per i ragazzi, ci sarà la possibilità di passare del tempo con calciatori, vecchie glorie e VIP di fede giallorossa. Si potranno vedere a bordo i match più significativi della storia giallorossa. Il nostro impegno è quello di far passare una settimana di vacanze nel migliore dei modi e trasferire un ricordo che rimanga indimenticabile. Ringrazio ancora la squadra e le società che ci hanno supportato, ce la metteremo tutta perché sia un'esperienza indimenticabile. In bocca al lupo alla Roma".

Winterling prende la parola: "Ringrazio tutti per essere venuti, ma ringrazio soprattutto Royal Caribbean non solo per aver chiuso l'accordo ma per aver sposato questo nostro progetto che ha come obiettivo quello di diventare un marchio globale crescendo con altri marchi globali, che sono leader nel loro settore. Vogliamo offrire sempre più servizi ai nostri tifosi, loro sono il cuore della Roma. Siamo stati allineati nella nostra idea di vivere la collaborazione, vogliamo lasciare un forte impatto giallorosso sulla crociera, vogliamo dare a tifosi, simpatizzanti e a coloro che diventeranno tali la possibilità di vivere la Roma a 360°. Partiamo da Civitavecchia, da casa. Stiamo lavorando sulla presenza di giocatori ed ex giocatori, ma anche VIP del mondo dello spettacolo. L'accordo con Royal Caribbean, come altri, evidenzia che le aziende credono in quello che facciamo, vedono la grande potenzialità che la Roma offre e che la proprietà fa diversi importanti investimenti non solo sul campo, ma anche fuori. Offre servizi per i tifosi, per stare vicini ai partner. L'accordo dimostra che siamo vicini ai nostri tifosi, loro sono nel nostro DNA. Vorrei cogliere l'occasione per ringraziare tutti quelli che hanno contribuito all'accordo e alla società per il supporto che la parte commerciale ha in tutte queste attività. Spero che sia per tutti noi una bella esperienza".

Siete soddisfatti degli obiettivi raggiunti sul piano del brand? Vi aspettate qualcosa in più?
Winterling: "Siamo all'inizio di un lungo percorso intrapreso un anno e mezzo  fa, abbiamo avuto primi riscontri positivi. Oggi diventa sempre più difficile avere a disposizione aziende che investono con la crisi, si valuta con attenzione qualsiasi investimento. Il risultato fa capire che siamo sulla strada giusta. Abbiamo avuto una crescita di ricavi da contratti di sponsorizzazione del 20%, questo risultato è molto positivo e viene supportato dalla parte sportiva, tutte queste attività che facciamo hanno un grande supporto da parte del team di Baldini e Sabatini che ci mettono a disposizione i giocatori. Questo risultato ci dà grande soddisfazione".

Ci sono novità sul progetto stadio?
Zanzi: "Grazie per la domanda. In effetti crociera è una metafora interessante, ma non vorrei approfondire il concetto. Siamo convinti che quello dello stadio è un progetto importante che cambierà il club dentro e fuori dal campo. Non è un piccolo progetto, ha bisogno della propria attenzione, il lavoro è cominciato concretamente. Ovviamente è un progetto di alto profilo che comporta alcune sfide. In questo momento bisogna lavorare e non fare spettacolo, è un progetto concreto che richiede analisi, valutazioni accurate e decisioni e questo è in pieno svolgimento. Il grado di fiducia è molto elevato, possiamo avvalerci di un partner importante come Parsitalia che ci fa essere ottimisti sulla fattibilità del progetto, condividiamo la stessa visione collettiva e siamo convinti che questo stadio verrà realizzato. Avremo presto notizie, ma bisogna espletare una serie di percorsi e siamo del parere che le notizie vadano date quando sono reali".

C'è stato un momento in cui la proprietà si è fatta sentire col management?
Zanzi: "Per essere chiaro, la proprietà ha completa fiducia nel management. Franco e Walter rappresentano il meglio in questo settore. E' chiaro che abbiamo dovuto far fronte delle sfide, le squadre diventano grandi quando riconoscono e risolvono i problemi. E' quello che è avvenuto la scorsa settimana, è stato bello vedere come l'intero club ha reagito e sono molto orgoglioso. E' il momento in cui bisogna essere concentrati e restare uniti e compatti. Non potrei essere più felice di essere qui e di lavorare con questo gruppo".

L'accordo con Royal Caribbean è annuale? Ci sono novità sullo sponsor tecnico?
Winterling: "Il contratto prevede una collaborazione a lungo termine. Per lo sponsor tecnico stiamo parlando con diversi marchi, è una scelta strategica, è uno degli sponsor più importanti. Vogliamo fare la scelta migliore per la società e per i tifosi, speriamo di trovare questo partner prossimamente, ma ci prenderemo tutto il tempo che ci serve".

La crociera prevederà uno sconto?
Rotondo: "E' una crociera i cui prezzi sono già definiti, non è una crociera ordinata. Sono prezzi inferiori rispetto a quelli della medesima crociera per i non tifosi della Roma. E' assolutamente un pacchetto per tutte le tasche".

A cosa state pensando per il main sponsor?
Winterling: "Siamo molto contenti con il nostro partner Wind, siamo contenti che loro abbiano accompagnato la Roma per tanti anni. Il contratto scade a giugno, stiamo valutando opportunità. Siamo molto fiduciosi di trovare una scelta migliore per la società, avendo avuto buoni riscontri da marchi globali che hanno recentemente sposato il marchio Roma, ciò che il partner avrà non è legato all'aspetto sportivo ma dipenderà dal progetto".

Ha l'impressione che la politica voglia davvero aiutare la Roma nella costruzione dello stadio?
Zanzi: "L'obiettivo dello stadio è molto chiaro. Vogliamo aiutare il club, dare ai tifosi la possibilità di assistere alle partite in un impianto che sia il migliore possibile e aiutare la squadra a vincere. E' evidente che collaboriamo con le persone competenti in materia, non sarebbe corretto da parte nostra scendere troppo in dettagli. E' normale che si cerchi di collaborare con persone che occupano posizioni rilevanti a tutti i livelli. Abbiamo ricevuto dei riscontri positivi da leader politici a più livelli, continueremo a portare avanti questa collaborazione".

Ritenete di poter sopperire in termini economici ad una mancata qualificazione alle coppe?
Winterling: "L'obiettivo è trovare partner che ci aiutino in questa crescita globale. Uno è economico, l'altro è quello di trovare marchi che ci aiutino. E' una questione slegata di recuperare altri ricavi che mancano, sono partnership complesse".

Un punto sul suo primo mese a Roma? Qual è stato il suo ruolo per la scelta dell'esonero di Zeman?
Zanzi: "E' stato un mese molto importante, ho potuto imparare cos'è Roma e cos'è la Roma. I risultati sportivi non sono stati positivi, ma è stato importante prendere la leadership in un momento così critico. Per quanto riguarda il rispetto dei ruolo, abbiamo professionisti che ritengo essere i migliori. Il mio ruolo è quello di allestire una struttura che permetta alle varie parti della società di lavorare e interagire. Il mio obiettivo è quello di rappresentare la proprietà, augurandoci risultati migliori. Mi immedesimo nei tifosi che stanno soffrendo, a nessuno piace perdere. Abbiamo ottenuto qualche risultato, il nostro obiettivo è quello di vincere tutti i fine settimana. Devo trovare una posizione di equilibrio tra desideri della proprietà e tifosi. Siamo tutti uniti, in sintonia e fiduciosi".

E' vero che ci sono stati problemi tra Roma e Volkswagen per lo spot con Zeman? Quanto sono necessari i risultati sportivi per far sì che la parte commerciale del club viaggi a pieno regime?
Winterling: "Ieri ho parlato con la Volkswagen, mi hanno confermato la loro soddisfazioni per entrambi gli spot. Ho saputo anche di una grande soddisfazione in Germania, ci ha fatto capire che ha funzionato molto bene. I risultati sportivi possono aiutare nella comunicazione nei confronti dei partner, vogliamo far vedere che il nostro progetto è a medio-lungo termine, non vive di un semplice risultato. Tutta la società collabora, solo così possiamo raggiungere questi obiettivi. Siamo sulla buona strada, dobbiamo lavorare molto e solo con partner come Royal Caribbean che investono sulla sponsorizzazione possiamo crescere come previsto".

Qual è la situazione del rinnovo di contratto di Walter Sabatini?
Zanzi: "Confermo il giudizio, secondo me è il migliore in quello che fa. Credo che abbia svolto un ottimo lavoro per la squadra, il mio compito è quello di costruire un'istituzione che abbia potenziale per vincere campionati e formare calciatori e Walter rappresenta tutto questo".

Vi aspettate la presenza di qualche giocatore sulla crociera?
Rotondo: "Non è ancora definito, non c'è una lista. Sicuramente avremo modo di avere calciatori della prima squadra, vecchie glorie e VIP che arricchiscano la nostra crociera. Comunicheremo a breve i nomi".

Conferenza di presentazione dell'accordo tra la Roma e la Royal Caribbean
Christoph Winterling alla conferenza di presentazione dell'accordo tra la Roma e la Royal Caribbean
Gianni Rotondo e Italo Zanzi alla conferenza di presentazione dell'accordo tra la Roma e la Royal Caribbean
Italo Zanzi
Winterling, Rotondo e Zanzi