Il filo di Parma-Roma: Gervinho

09.11.2019 22:34 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Il filo di Parma-Roma: Gervinho

La Roma torna in campo domenica alle 18 contro il Parma di Roberto D’Aversa. Questa rubrica di Vocegiallorossa.it vuole analizzare ogni volta un personaggio diverso, legato per qualche motivo al match che si disputerà: oggi abbiamo scelto Gervinho.

Kouassi Gervais Yao, noto a tutti come Gervinho, nasce ad Anyama il 27 maggio 1987. Cresciuto in patria nel Mimosas, nel 2004 viene acquistato dai belgi del Beveren sotto la segnalazione dell’allenatore Jean-Marc Guillou, già scopritore di Yaya Touré.

Dopo un paio di stagioni tutto sommato positive (61 presenze e 14 gol), nell’estate del 2007 va in Francia alla corte del Le Mans, dove gioca accanto al connazionale Romaric. Nel biennio trascorso nel club della famosa corsa delle 24 ore, scende in campo 67 volte segnando 8 reti.

Lo score gli vale la chiamata del Lilla di Rudi Garcia. Anche qui Gervinho resta solo due anni, essendo tra gli artefici del primo storico scudetto della società transalpina nel 2011, accompagnato dalla conquista della Coppa di Francia.

Tale exploit gli permette di accasarsi all’Arsenal, che sborsa per l’ivoriano circa 12 milioni di euro. All’esordio in Premier League del 12 agosto 2011, però, viene espulso per aver schiaffeggiato Barton del Newcastle.

Con i Gunners non riesce a lasciare il segno, perdendo gradualmente spazio nelle gerarchie di Wenger. Per questo motivo, nell’estate del 2013, accetta la corte della Roma, che lo preleva per 8 milioni di euro e dove ritrova il suo “mentore” Garcia.

In maglia giallorossa debutta il 25 agosto 2013 nella vincente trasferta di Livorno per 2-0, per poi realizzare la prima rete ufficiale il 25 settembre nella trasferta di Genova contro la Sampdoria, vinta ancora 2-0. Grazie ai suoi strappi sfruttando gli spazi in contropiede, l’ivoriano si rivelerà un’arma preziosa per la Roma, contribuendo con 9 reti al secondo posto in Serie A con record di 85 punti (migliorato da Spalletti due stagioni dopo con 87, ndr) e al record delle 10 vittorie consecutive nelle prime 10 giornate, statistica che vede i giallorossi ancora imbattuti.

All’inizio della terza stagione in maglia capitolina realizza la sua unica rete nel derby contro la Lazio, siglando il definitivo 2-0 l’8 novembre 2015. Nel gennaio seguente, dopo l’esonero di Garcia, chiede di cambiare aria e accetta la ricca proposta dei cinesi dell’Hebei China Fortune, a fronte di un corrispettivo fisso di 18 milioni di euro più uno di bonus in base a determinati obiettivi sportivo. Per l’ivoriano, inoltre, la bellezza di 8 milioni di euro a stagione. Il 29 luglio 2017, nel corso della trasferta contro lo Shanghai Shenhua persa 3-2, Gervinho sigla il gol numero 100 in carriera.

Il 17 agosto 2018 ritorna in Italia firmando per il neopromosso Parma, scommessa rivelatasi vincente dal ds Faggiano, dal momento che l’ivoriano tocca per la prima volta la doppia cifra, trascinando i suoi a una tranquilla salvezza. Segna anche alla sua ex squadra all'Olimpico in occasione dell'ultima di campionato, coincidente con l'addio di Daniele De Rossi per fine contratto. Prosegue l’avventura in maglia ducale anche nella stagione corrente, dove al momento è fermo a 3 reti.

Infine, per quanto concerne il suo capitolo con la Costa d’Avorio, vanta 84 presenze condite da 22 gol e, soprattutto, la conquista della Coppa d’Africa 2015, quando ancora vestiva la casacca giallorossa.

Identikit: Kouassi Gervais Yao (Gervinho)

Presenze in A: 112 (71 con la Roma)

Reti in A: 31 (17 con la Roma)

Palmarès: 1 Ligue 1 (Lilla, 2010/2011), 1 Coppa di Francia (Lilla, 2010/2011), 1 Coppa d’Africa (Costa d’Avorio, 2015).