COVID-19 - Austria, mai così tanti casi nel 2021. Green pass, furto di chiavi per generare certificati. Figliuolo: "L'obiettivo è arrivare al 90% di vaccinati". Sileri: "Verosimile che avremo bisogno tutti della terza dose"

27.10.2021 20:34 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    vedi letture
COVID-19 - Austria, mai così tanti casi nel 2021. Green pass, furto di chiavi per generare certificati. Figliuolo: "L'obiettivo è arrivare al 90% di vaccinati". Sileri: "Verosimile che avremo bisogno tutti della terza dose"
Vocegiallorossa.it

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi alle ultime 24 ore. Sono stati individuati 4.598 nuovi positivi al COVID-19 su 468.104 tamponi processati  per un tasso di positività dello 0,98%. Sono 50 le vittime.

20:34 - "Noi come governo non abbiamo mai escluso l'ipotesi di obbligo vaccinale: lo abbiamo già introdotto per alcune categorie e, quindi, valuteremo nelle prossime settimane, in base ai dati, eventualmente se introdurlo per altre fasce ancora. Intanto, dobbiamo dire grazie agli oltre 44 milioni di cittadini che si sono vaccinati". Lo ha detto Andrea Costa sottosegretario alla Salute a Oggi è un altro giorno su Rai 1 rispondendo alla domanda su quali misure il governo potrebbe adottare se l'obiettivo del 90% di vaccinati non dovesse essere raggiunto.

20:05 - Il ministro della Salute del Perù, Hernando Cevallos, ha annunciato che il 2 novembre inizierà la vaccinazione contro COVID-19 per i minori del Paese, spiegando che la campagna si svilupperà in maniera graduale per fascia di età. Lo riporta radio Rpp. "Avvieremo, a partire dal 2 novembre, le vaccinazioni dei minori di 17 anni. Certo, in modo programmato e scaglionato", scendendo di età fino ai 12 anni "e poi pensiamo ai più piccoli (dai 5 agli 11 anni) quando avremo più esperienza internazionale, migliori evidenze scientifiche", ha detto il ministro. Il ministro ha poi riferito che gli adulti sopra i 65 anni, che hanno ricevuto la seconda dose da almeno 180 giorni possono già ricevere la terza dose di richiamo contro COVID-19. 

19:43 - "Ora dobbiamo lavorare per rendere il nostro Paese ancora più equo e coeso. Nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, il governo ha stanziato circa 11 miliardi per le infrastrutture sociali. Vogliamo affrontare il problema del disagio abitativo e riqualificare le periferie. In questo contesto un ruolo centrale lo avrà il terzo settore. Intendiamo sfruttare la collaborazione tra impresa sociale, volontariato, istituzioni pubbliche". Lo dice il premier Mario Draghi in un videomessaggio alla Civil Week. "Il Piano ci impone anche di accelerare il completamento della riforma del Terzo settore", aggiunge.

19:24 - L'Austria registra un nuovo record di casi COVID-19. Oggi sono stati rilevati infatti 4.200 infezioni, un valore mai raggiunto sinora nel 2021. L'incidenza di sette giorni vola a 281 e, secondo alcune proiezioni, già tra due settimane dovrebbe salire oltre 360 e forse avvicinarsi a 500. Nel land Salisburgo potrebbe addirittura superare quota 800. Attualmente in terapia intensiva si trovano 250 pazienti. Nelle prossime due settimane in alcuni laender - così gli esperti - potrebbe essere superata la soglia del 33% di letti occupati. Nel frattempo la Stiria ha esteso l'obbligo di FFp2 ha anticipato l'esclusione dei non vaccinati dalla 'movida'.

19:01 - La situazione dell'epidemia di COVID-19 in Italia "richiede un'enorme attenzione" per evitare che i numeri peggiorino e per lo stesso motivo è essenziale continuare a utilizzare le misure di protezione, come mascherine, distanziamento e igiene: lo ha detto il fisico teorico Enzo Marinari, dell'Università Sapienza di Roma. "La risalita del numero dei casi positivi è molto rapida: nell'arco di una settimana abbiamo visto un aumento molto forte, di oltre il 40%", ha osservato, "Non si vede ancora un analogo segnale forte per i ricoveri nelle unità di terapia intensiva e per i decessi, ma sappiamo che questi segnali arrivano a tre-quattro settimane di distanza dall'aumento dei casi positivi", ha aggiunto. 

18:40 - A un milione e mezzo di cittadini italiani, sia giovani che più avanti con l'età, che hanno ricevuto il vaccino monodose anti COVID-19 di Johnson&Johnson potrebbe essere indicato di fare una nuova somministrazione, probabilmente con un immunizzante a mRna, a distanza di tre mesi dalla prima inoculazione.

18:01 - Per la nuova variante Delta del coronavirus Sars-CoV-2, la AY.4.2, "da luglio 2021 è stato osservato un aumento delle segnalazioni e al 25 ottobre oltre 26mila sequenze sono state caricate da 42 Paesi nella banca dati Gisaid". Lo riferisce l'Organizzazione mondiale della sanità, che nell'ultimo report settimanale sull'andamento di COVID-19 dedica un capitolo al nuovo sottomutante Delta. Se costituisce meno un rischio in termini di maggiore contagiosità o maggiore capacità di sfuggire all'immunità va ancora chiarito, precisa l'Oms. Gli studi sono in corso. 

17:29 - Oltre il 70% della popolazione in Giappone è stata immunizzata contro il COVID-19, posizionando la nazione ai primi tre posti tra i paesi del G-7, nonostante l'inizio tentennante. In base ai dati governativi il 70,1% dei circa 125 milioni di abitanti dell'arcipelago ha ricevuto due dosi del vaccino, una percentuale che è quasi in linea con quella italiana, che è seconda solo al Canada. Altri paesi del G-7, tra cui il Regno Unito e gli Stati Uniti, inizialmente avanti nella campagna vaccinale hanno rallentato, e adesso sfiorano il 60% della popolazione.

17:06 - Stando al bollettino odierno, i nuovi casi in Italia nelle ultime 24 ore sono 4.598. I tamponi effettuati sono 468.104, con un tasso di positività dello 0,98%. In aumento i decessi, 50, per un totale di 131.954 vittime da inizio pandemia. I ricoverati con sintomi nei reparti sono 2.956, rispetto a ieri sono 11 in più.

16:20 - L'Oms chiede "ulteriori chiarimenti" sul Covaxin, il vaccino indiano contro il coronavirus prodotto dal laboratorio Bharat Biotech. Il capo del gruppo di consulenza tecnica dell'Organizzazione mondiale della sanità, Soumya Swaminathan, ha fatto sapere in un tweet che la commissione, riunitasi per valutare l'autorizzazione all'uso di emergenza del farmaco interamente indiano, si riunirà il 3 novembre per la valutazione finale. Il Covaxin è stato sviluppato dalla farmaceutica di Hyderabad Bharat Biotech, in collaborazione col Consiglio indiano per la ricerca medica (Icmr) e con l'Istituto nazionale di virologia (Niv) ed è stato largamente usato nel paese per la campagna di vaccinazione ed è stato sottoposto all'esame dell'Oms lo scorso luglio.

15:58 - Alla data di ieri, in tutta la Cina continentale sono state somministrate più di 2,251 miliardi di dosi di vaccini anti Covid-19. Lo ha reso noto oggi la Commissione Sanitaria Nazionale. 

15:27 - Green pass, furto di chiavi per generare certificati. Creati falsi pass intestati a Hitler. Certificazioni verdi false erano in vendita da qualche giorno su internet. Un furto di codici che riguarderebbe l'intero sistema europeo. Tutte le applicazioni di verifica, anche quella italiana, li riconoscevano come validi. Per il momento, non si registrano attacchi alla Sogei.

15:03 - "Arriveremo mai al 90% di vaccinati? Non ho la sfera di cristallo, ma di certo la campagna è passata da punte di 20-25 mila alle 1.500 dosi di oggi. Ho l'impressione che stiamo andando al fondo del barile". Lo ha detto ai giornalisti il presidente del Veneto Luca Zaia. "L'ipocrisia - ha aggiunto - vuole che al 100% non ci arriveremo mai, anche contando quelli che vanno in piazza a protestare; al 90% sarebbe un grande obiettivo, all'85% ci arriviamo, dopodiché ogni giorno è un giorno in più per la vaccinazione. Abbiamo fatto la campagna vaccinale sotto due governi, a entrambi ho detto di occuparsi  della comunicazione istituzionale. Non c'è un supporto all'informazione alla quale i cittadini hanno diritto, contro alcune fake news e altre menate del genere. Dico che le istituzioni hanno l'obbligo di metterci la faccia. Forse si pensa che non sia utile, ma molti hanno paura, e noi abbiamo delegato l'informazione ai social media. Se il Governo vuole arrivare al 90% - ha concluso Zaia - è fondamentale che parli a cittadini".

14:23 Papa Franesco, ultraottantenne, rientra nella fascia delle categorie a rischio che ha la priorità per la vaccinazione. Sarebbe quindi stato tra i primi a ricevere il booster in Vaticano.

13:52 - "Ho l'impressione che entro la fine dell'anno verrà estesa la terza dose a chi ha meno di 60 anni anche perché c'e' già chi la vuole fare". L'ha detto il presidente del Veneto Luca Zaia rispondendo ad una domanda su una possibile estensione delle terze dosi. "Gli under 60 mediamente si sono vaccinati intorno a maggio quindi a fine anno saremo a sei mesi dalla seconda dose, per questo entro fine anno 'di riffa o di raffa' qualcuno dovrà dire qualcosa altrimenti ci troveremo in un guaio" ha poi concluso.

13:30 - In Sicilia la popolazione 12-19 anni che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari a 34,0% (media Italia 27,3%); il personale scolastico che non ha ricevuto nemmeno una dose di vaccino è pari 11,2% (media Italia 6,3%). Lo dice il report della fondazione Gimbe  che fornisce una sintesi "delle evidenze scientifiche sull'efficacia degli interventi atti a migliorare la sicurezza Covid-19 nelle scuole e rileva le criticità normative, strutturali e organizzative per implementare tali evidenze nei contesti scolastici nazionali".

13:00 - "Nella seconda metà di ottobre la Direzione Sanità e Igiene dello Stato della Città del Vaticano ha iniziato a somministrare la terza dose di vaccino contro il Covid19, dando la priorità agli ultra sessantenni e alle persone con fragilità". Lo riferisce il direttore della sala stampa vaticana Matteo Bruni rispondendo alle domande dei giornalisti.

12:46 -  Dopo due settimane torna a risalire a livello nazionale la percentuale di posti letto Covid occupati nei reparti di degenza, passando dal 4 al 5% del totale di quelli disponibili, percentuale comunque lontano da livelli critici. Nessuna regione supera la soglia di allerta del 15% ma ad aumentare sono i ricoverati nelle regione Calabria (che passa dall'8% al 9%) e Lombardia (dal 2% al 4%). Emerge dal monitoraggio dell'Agenas (Agenzia nazionale dei servizi sanitari nazionali) che confronta i dati di ieri, 26 ottobre, con quelli del giorno precedente. Stabile a livello nazionale al 4% l'occupazione dei posti in terapia intensiva. 

12:20 - "In Italia, in Europa e in altre economie avanzate, la campagna vaccinale ha raggiunto risultati molto soddisfacenti. Tuttavia, solo il 3,1 per cento dei cittadini nei Paesi a basso reddito ha ricevuto almeno una dose. Dobbiamo accelerare la distribuzione di vaccini a questi Stati e offrire loro supporto logistico. È essenziale aiutarli a proteggere i loro cittadini e impedire che si formino nuove e pericolose varianti". Così il presidente Mario Draghi durante l'incontro a palazzo Chigi con i rappresentanti della presidenza del Labour 20.

11:50 - ''La campagna sta continuando perché il nostro obiettivo è sfondare la soglia dell'86% di prime dosi per portarci ancora più avanti verso il 90%''. Lo ha detto il commissario straordinario all'emergenza coronavirus, generale Francesco Paolo Figliuolo, nel messaggio inviato in occasione del Salone della Giustizia.

11:30 - "Il successo della campagna vaccinale è stato reso possibile grazie a un gioco di squadra sinergico che vede insieme lo Stato centrale, le Regioni, le Province autonome, la Difesa, la Protezione civile, la Croce Rossa ma anche istituzioni private e il mondo delle imprese e delle aziende. Uno sforzo corale volto ad armonizzare il lavoro di tutti gli attori". Lo ha detto il generale Francesco Paolo Figliuolo, commissario straordinario per l'emergenza Covid.

10:55 - Come riportato dal Robert Koch Institut, ieri in Germania si sono registrati 23.212 nuovi contagi, in aumento rispetto allo stesso giorno della scorsa settimana.

10:30 - "Non possiamo permetterci che una minoranza possa pregiudicare questo percorso di ritorno alla normalità. Finora i dati sono positivi, il sistema ha retto e sta reggendo". Queste le dichiarazioni riportate dal sito di SkyTg24 del sottosegretario alla Salute Andrea Costa, parlando del Green Pass obbligatorio per i lavoratori.

10:00 - "Dobbiamo aspettare che la scienza ci dica quali categorie avranno bisogno della terza dose. È verosimile che tutti noi prima o poi avremo bisogno della terza dose, soprattutto se osserviamo i primi contagi in coloro che hanno fatto le prime dosi a gennaio. Poi si deciderà se il Green pass dovrà essere allungato o meno dopo la terza dose ma dipenderà dalla circolazione del virus. Ma sul certificato verde non facciamo passi indietro. Dobbiamo finire di mettere in sicurezza il Paese, riaprire tutto perché gli stadi e le discoteche ancora non sono del tutto aperti, poi toglieremo la distanza, poi la mascherina e infine il Green pass". Queste le parole sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, riportate dal sito di SkyTg24.

9:30 - Il virologo Fabrizio Pregliasco, ospite a SkyTG24, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni in merito all'influenza stagionale: “Ci sono i primi casi sporadici di influenza stagionale, più avanti attendiamo le forme più forti. Ci sono dai 6mila ai 10mila morti all’anno per influenza ma l’anno scorso a causa della pandemia Covid ha inciso pochissimo”.

9:10 - Il sito di SkyTg24 riporta la notizia secondo cui la Commissione d'inchiesta del parlamento brasiliano sulla gestione della pandemia da COVID-19 ha dato l'ok a un documento che accusa il presidente Bolsonaro di 9 reati in relazione alla sua gestione dell'emergenza, tra cui quello di "crimini contro l'umanità"