Napoli, Benitez: "Il rigore ha cambiato tutto. La squadra mi è piaciuta"

18.10.2013 23:12 di Claudio Lollobrigida Twitter:    vedi letture
Napoli, Benitez: "Il rigore ha cambiato tutto. La squadra mi è piaciuta"
Vocegiallorossa.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Benitez a Sky Sport

"Penso che abbiamo fatto bene all'inizio. Era difficile per noi, dopo tutto il primo tempo fino all'ultimo minuto penso che abbiamo fatto bene. I primi 25 minuti del secondo tempo avevamo il controllo di tutto, poi gli episodi hanno cambiato la partita. Se loro sono undici dietro la palla non è facile trovare spazio, la squadra stava facendo la partita e teneva bene il campo, poi abbiamo colpito un palo. Il rigore ha camabiato un po' tutto. Non ho visto le immagini ma tutti mi dicono che non c'era. Io non sono qui per dire se è rigore oppure no, a quello ci penserà il responsabile degli arbitri. Io sono qui per dire che la mia squadra ha fatto benissimo fino a questo episodio. Hamsik e Maggio? Hanno fatto una buona partita, Hamsik pur senza trovare spazi ha fatto bene soprattutto nel secondo tempo e Maggio arrivava da un'operazione al ginocchio e per me ha fatto bene. Higuain? Ho deciso io di non farlo giocare. Guardiamo i giocatori dopo ogni partita, dopo ogni allenamento e ho deciso di iniziare con Pandev. Se troviamo spazio per la ripartenza veloce è difficile per tutte le squadre, anche con la Roma nella propria area abbiamo palleggiato bene e creato occasioni. Il problema è che con una squadra forte come la Roma subire un gol allo scadere di tempo su calcio di punizione e poi un altro su rigore è difficile, ma la squadra ha dimostrato carattere e la reazione nel secondo tempo mi è piaciuta. Se avessimo fatto gol con Pandev ed Insigne sarebbe andata in modo diverso. Questa partita non è decisiva perché ne mancano ancora tante, ma la prova della squadra è stata positiva e la reazione della squadra è stata buona. Abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare".

Benitez alla Rai

“Perché ho fatto riposare Higuain? Higuain non ha giocato per scelta mia. L'ho monitorato questi giorni, non era al 100% quindi ho pensato di affidarmi a Pandev. Sono soddisfatto del suo lavoro, peccato per l'occasione mancata nel primo tempo. Ho pensato che per questa partita servisse il macedone anziché il Pipita. Maradona? È stato un grandissimo giocatore ed un buon allenatore, se avesse potuto avrebbe giocato per noi. Il rigore? Ha cambiato tutto, ma non siamo noi a deciderlo. È chiaro che per noi è cambiato tutto, 2-0 più l'espulsione, la partita era finita. La partita? All'inizio la Roma ha iniziato molto forte, dovevamo essere migliori sul possesso palla. Dopo i primi 20', abbiamo iniziato a giocare e anche bene sfiorando il gol. Nella ripresa, la Roma si è chiusa perché stava vincendo e poi abbiamo subìto il gol su rigore. Hamsik? Quando la squadra perde la palla, è difficile che chi gioca dietro la palla imposti al meglio. Quando però avevamo la palla Hamsik ha svolto benissimo il suo lavoro. Lui può fare sempre la differenza, ma dobbiamo aiutarlo maggiormente. Cannavaro? Ho scelto lui al posto di Britos perché Fernandez non era fresco. Il rigore poi bisogna capire se sia giusto o no. La Roma in fuga? Siamo all'inizio, meglio essere 5 punti avanti, ma mancano tante partite e dobbiamo giocare con la mentalità ed il carattere del secondo tempo. Puntare sulla Champions? No, per me Pandev aveva lavorato bene questi giorni ed Higuain non era al livello necessario per questa partita. La Champions non c'entra nulla”.

Benitez in conferenza stampa

"Abbiamo fatto un buon lavoro nel primo tempo, loro hanno fatto gol alla fine e cambia tutto. La reazione del Napoli mi è piaciuta, la squadra controllava e difendeva con tutti i giocatori dietro al pallone. Abbiamo avuto due-tre situazioni da gol e poi il rigore ha cambiato tutto. 2-0 in 10 contro 11 è difficile per tutti. Juventus, Roma, Inter e Fiorentina sono squadre da vertice, se ora la Roma è prima deve essere una squadra che deve puntare allo scudetto, perché non gioca le coppe. Il rigore? Deciderà il responsabile degli arbitri. Preoccupato per gli infortuni? Albiol e Higuain hanno giocato, Britos non possiamo verificarlo. Zuniga aveva un problema al ginocchio, abbiamo 1-2 infortunati, gli altri sono disponibili. La rosa è per lavorare durante l'anno, i giocatori lavorano bene".

Benitez a Mediaset Premium

“Partita e rigore? Non penso niente, bisogna vedere se è un episodio giusto, ma ha cambiato la partita. I gol sbagliati? Sì, abbiamo sbagliato e subìto il gol su punizione. Con grandi squadre è cosi, mi è piaciuta la reazione, ma il rigore ha cambiato la partita. In vista della Champions cosa dirò? La squadra ha mostrato carattere, è mancata la cattiveria davanti la porta Higuain? Abbiamo deciso che era meglio aspettare, vedendo come si è allenato in settimana. Anche la Roma per lo scudetto? Loro sono in una posizione di vantaggio, non giocano la Champions. Poi ci sono Juventus, Inter, Fiorentina. Il nostro match? Noi abbiamo giocato bene nel primo tempo e all’inizio del secondo. Il problema è che se non sfrutti le occasioni, giochi contro una squadra in casa con tanto entusiasmo ed è difficile per noi. Sono contento della nostra reazione, ma il rigore e l'espulsione hanno cambiato tutto. Il Napoli di oggi? Chiaramente spero di vedere quello che ha giocato con il Borussia. Maradona mio erede? Era importante se avesse giocato oggi, avrebbe fatto di sicuro la differenza anche oggi. Il fallo di Cannavaro? Se l’arbitro ha fatto un errore ci ha svoltato in negativo la partita, se invece il rigore c’era, Cannavaro ha sbagliato e nella prossima non sbaglierà”.