Inter, Marotta: "Stipendi? Onoreremo i nostri impegni"

12.05.2021 20:34 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Inter, Marotta: "Stipendi? Onoreremo i nostri impegni"
Vocegiallorossa.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Nel prepartita di Inter-Roma ha parlato il dirigente nerazzurro Beppe Marotta.

Marotta a Sky Sport

La Roma è a 27 punti dall’Inter: come mai tutta questa distanza?
“Abbiamo compiuto un’impresa straordinaria grazie al tecnico e ai giocatori, non ci rendiamo ancora conto di questa bellissima cavalcata”.

Caso stipendi?
“Sull’Inter c’è sempre una grande lente di ingrandimento che enfatizza quello succede. Affrontiamo questo problema con responsabilità, nei tempi e nei modi saranno onorati gli aspetti contrattuali”.

Cosa dicono i giocatori?
“Stiamo affrontando tutto nella massima cordialità con loro e con il presidente, che ha parlato di questa difficoltà. Zhang non ha obbligo nessuno, sta alla coscienza del singolo calciatore decidere cosa fare, giocatori e staff hanno regalato alla società qualcosa di straordinario, onoreremo i nostri impegni”.

Conte rimarrà?
“Adesso concentriamoci sulle cose belle che abbiamo conquistato, il campionato non è ancora finito e ci godiamo questa vittoria. Al termine, la società risponderà a tutte le domande, oggi lasciateci gioire. Credo che in tutti i club si faccia un consuntivo dell’annata e lo stiamo facendo. Non stiamo in una situazione così disastrosa per cancellare quanto abbiamo fatto, abbiamo difficoltà che hanno tanti club. Siamo ottimisti per il futuro”.

La rinuncia ai fondi della Lega?
“Siamo davanti a una situazione post pandemia che ha portato molti problemi anche nel calcio. Sui fondi, posso dire che sono uno strumento che potrebbe servire in momenti di difficoltà, poi ci sono delle condizioni da accettare che non sempre collimano con il club, il fondo è uno strumento importante ma le aspettative dei club possono anche essere quelle di difendere il proprio fortino. Negozieremo, ma con rispetto”.

Ancora su Conte.
“Con lui è iniziato un ciclo, poi il COVID-19 ha creato delle grosse turbative nella programmazione. Se valutiamo il ciclo che ha fatto nel biennio, ci troviamo con un secondo posto, una finale di Europa League e un campionato vinto. La speranza è quella di poter continuare con tutte queste difficoltà”.