L'Almanacco della Città Eterna - 26 giugno

Nato a Roma nel 1966. Ingegnere, docente in materia di Sicurezza nei luoghi di Lavoro, Romano ed appassionato della storia di Roma, scrittore per amore della sua città
26.06.2016 20:06 di Stefano Crivelli   vedi letture
L'Almanacco della Città Eterna - 26 giugno

Dal 21 aprile del 753 a.C. ai giorni nostri. Quasi tre millenni sotto forma di almanacco, un calendario contenente una cronologia urbana che ripercorre la vita dei Romani attraverso la rievocazione di notizie statistiche e di cronaca, eventi naturali, avvenimenti religiosi, politici e militari, lotte di potere, edifici e monumenti, personaggi, manifestazioni, miti, leggende e tradizioni di Roma.

Nel 1971 nasce Massimiliano “Max” Biaggi, pilota motociclistico, quattro volte campione del mondo nella classe 250 (dal 1994 al 1997) e campione mondiale Superbike (nel 2010 e 2012).

Detiene (assieme al britannico Phil Read) il primato di titoli conquistati nella 250. E’ sicuramente uno degli sportivi romani più conosciuti ed amati dai suoi concittadini.

Almanacco del 26 Giugno

362 Giovanni e Paolo vengono martirizzati.

363 L’Imperatore romano Giuliano l'Apostata muore combattendo contro il Re dei Sasanidi Sapore II.

1724 A causa della morte di Papa Innocenzo XIII (il 7 marzo dello stesso anno), il Diciassettesimo Giubileo viene promulgato, in ritardo, con la Bolla “Redemptor et Dominus noster”, pubblicata dal Papa Benedetto XIII.

1832 Muore il famoso burattinaio romano Gaetano Santangelo, detto Ghetanaccio in romanesco.

1947 È in visita a Roma Evita Duarte Peròn, moglie del presidente della Repubblica Argentina.

Per avere maggiori info 
www.almanaccodiroma.it
Facebook
Twitter
App (Free)
App (a pagamento)

 

Max Biaggi