L'avversario - Pressing per mettere in difficoltà il Benevento

21.02.2021 19:05 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
L'avversario - Pressing per mettere in difficoltà il Benevento
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Sarà il Benevento di Filippo Inzaghi a sfidare questa sera la Roma alle 20:45.

PUNTI DI FORZA – I campani giocano palla a terra, alternando momenti in cui rimangono bassi ad altri in cui alzano il baricentro per infastidire gli avversari nella costruzione del gioco. La squadra di Inzaghi cerca di arrivare in porta con meno passaggi possibili (è il club con meno passaggi effettuati in Serie A). L’idea è di cercare un pallone basso in verticale o per Lapadula (che però non sempre è bravo a giocare spalle alla porta) o per i due esterni, che vengono incontro nel corridoio.
Il Benevento può rendersi pericoloso anche in contropiede con Lapadula e Caprari mentre come esterno destro, stasera, dovrebbe giocare Ionita, che garantisce più equilibrio. Occhio alla vivacità, in mezzo al campo, di Viola.

PUNTI DEBOLI – La volontà di non buttare via il pallone fa correre il rischio di perderlo a causa del pressing avversario. La Roma dovrà, fin da subito, alzare il baricentro e mettere in difficoltà la squadra campana, costringendola al lancio lungo che sarebbe preda della retroguardia giallorossa, con Fazio e Mancini garanzie assolute sui duelli aerei contro gli attaccanti del Benevento.
La squadra di Inzaghi è la quart’ultima squadra per tiri subìti nello specchio della porta e ha la terza peggiore difesa del campionato: quando decide di alzare il baricentro, non sempre il Benevento lo fa con i giusti tempi e meccanismi, esponendosi al recupero palla avversario e conseguente contropiede. A centrocampo, i giallorossi potranno trovare spazio alle spalle di Viola, più bravo in fase offensiva che in quella di copertura.

La probabile formazione del Benevento
Benevento (4-3-2-1): Montipò; Depaoli, Tuia, Glik, Barba; Hetemaj, Schiattarella, Viola; Ionita, Caprari; Lapadula. All.: Inzaghi.