Bologna-Roma 1-2 - Le pagelle del match

23.09.2019 08:37 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Alessandro Carducci
© foto di www.imagephotoagency.it
Bologna-Roma 1-2 - Le pagelle del match

Pau Lopez 6,5: sul rigore non può fare nulla ma su Soriano sì. Allarga i guantoni e copre lo specchio della porta.

Florenzi 5,5: propositivo in fase offensiva, con anche un tentativo di conclusione deviato da un avversario. In copertura, il terzino giallorosso ha sofferto molto, venendo superato in più di un’occasione. Dal 25’ Spinazzola SV.

Mancini 5: si fa cacciare nonostante il secondo giallo sia molto severo. Non una gran giornata.

Fazio 6,5: si impone con il fisico senza commettere errori particolari.

Kolarov 7: viaggia come un treno e si capisce subito che è in forma. Sforna cross a ripetizione e segna la punizione con una precisione chirurgica. Procura il rigore per il Bologna ma la sensazione è che l’arbitro abbia sbagliato.

Cristante 6: gioca una gara ordinata impostando con precisione.

Veretout 6,5: fino al 93’ non gioca la sua migliore gara in carriera. Poi parte in progressione e nessuno riesce a fermarlo, nemmeno irregolarmente. L’ex Fiorentina innesca Pellegrini, il cui cross per Dzeko diventa storia di questa stagione.

Kluivert 5,5: non riesce a mostrare una delle sue temibili accelerazioni. Dialoga con i compagni ma senza avere alcuna occasione. Dal 6’st Zaniolo 5,5: sbaglia un paio di scelte di gioco importanti. È proprio su questo che dovrà maggiormente migliorare nei prossimi anni.

Pellegrini 6,5: molto bene nel primo tempo, ponendosi come punto di riferimento della Roma. Si adombra nella ripresa, come tutti, fino al cross per il gol decisivo di Dzeko

Mkhitaryan 5: dopo la partenza sprint con la maglia giallorossa, si inceppa al Dall’Ara e non riesce a dare qualità, perdendo palloni e giocando sotto tono. Dal 42’st Jesus SV.

Dzeko 7: sembra una delle sue classiche giornate no, che l’anno scorso sarebbero terminate scuotendo la testa e battibeccando con un compagno. Quest’anno, invece, è finita con il colpo di testa all’ultimo amen che regala tre punti pesantissimi. Il gol non è stato di una difficoltà particolare ma gli attaccanti forti segnano gol pesanti. Quel colpo di testa, all'ultimo secondo, è stato molto ma molto più complicato di quanto possa sembrare vedendola seduti comodi sulla poltrona.

Fonseca 6,5: ottiene tre punti molto importati, nonostante una prestazione non brillante. Pressing così e così, trame offensive meglio di qualche settimana fa ma ancora arrugginite. Bello il segnale di una Roma che ha continuato ad attaccare anche dopo l’espulsione.