La Roma in Nazionale - Liechtenstein-Italia 0-4 - Poker azzurro, ma la Spagna resta avanti; 90' in campo per De Rossi

13.11.2016 09:00 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
La Roma in Nazionale - Liechtenstein-Italia 0-4 - Poker azzurro, ma la Spagna resta avanti; 90' in campo per De Rossi
© foto di Twitter European Qualifiers

Goleada doveva essere e goleada è stata, anche se non nelle proporzioni ideali, per l’Italia, che ne fa 4 al Liechtenstein e resta in testa al gruppo G di qualificazione ai mondiali di Russia 2018 appaiata alla Spagna, che però mantiene i suoi 7 gol di vantaggio nella differenza reti grazie al 4-0 rifilato alla Macedonia: Belotti (doppietta), Immobile e Candreva i marcatori del match in cui ha giocato da titolare ed è rimasto in campo per tutti i 90 minuti Daniele De Rossi, schierato nel centrocampo a due al fianco di Marco Verratti. Il romanista non era ovviamente l’uomo più deputato ad aumentare il bottino di reti utile a migliorare la differenza reti, ma ha dovuto semplicemente avviare le azioni offensive in prima persona o pulire palloni utili per il compagno di reparto: missione compiuta con facilità, anche grazie al modesto livello tecnico degli avversari. Il prossimo appuntamento per lui e per l’Italia è l’amichevole di San Siro di martedì contro i campioni del mondo della Germania.

LIECHTENSTEIN - ITALIA 0-4 (11', 44' Belotti, 12' Immobile, 32' Candreva)

LIECHTENSTEIN (4-5-1): Jehle; Rechsteiner, Polverino, Kaufmann, Oehri; Christen, Büchel Mart., Wieser, Büchel Marc., Burgmeier; Salanovic.
A disp.: Hobi, Büchel B., Malin, Kühne, Yildiz, Erne, Sele, Frick.
CT: René Pauritsch

 

 

ITALIA (4-2-4): Buffon; Zappacosta, Bonucci, Romagnoli, De Sciglio; De Rossi, Verratti; Candreva (74' Eder), Belotti, Immobile (81' Zaza), Bonaventura (67' Insigne).
A disp.: Donnarumma, Perin, Antonelli, Astori, Rugani, Gagliardini, Cataldi, Politano.
CT: Giampiero Ventura

 

 

Arbitro: Ivan Bebek (CRO)
Assistenti: Tomislav Petrović (CRO) - Miro Grgić (CRO)
Quarto ufficiale: Mario Zebec (CRO)

Ammoniti: Burgmeier, Kaufmann