Udinese – Roma 1981: un gol per tempo. Capitola il “Friuli” dopo sette mesi

27.10.2013 10:00 di Massimiliano Spalluto   vedi letture
Udinese – Roma 1981: un gol per tempo. Capitola il “Friuli” dopo sette mesi
Vocegiallorossa.it
© foto di Image Sport

La Roma vince con le reti di Pruzzo e Falcao e pone fine all'imbattibilità interna dell'Udinese. I friulani, infatti, non venivano sconfitti sul proprio terreno da ben sette mesi, esattamente dalla prima giornata del torneo, un pesante 0-4 subito per opera dell'Inter di Eugenio Bersellini. Per la squadra magistralmente diretta dal “Barone” Nils Liedholm, invece, si trattava di una vittoria che le permetteva di conservare la testa della classifica a sei domeniche dalla conclusione. A contendersi il titolo fino all'ultimo turno di campionato furono Juve, Roma e Napoli, una lotta avvincente che si concluse con l'affermazione dei bianconeri. A pesare sul verdetto finale, però, l'episodio del gol di Turone annullato nella sfida – scudetto a Torino del 10 maggio successivo, a due giornate dal termine. Per la creatura del presidente Dino Viola, in ogni caso, la soddisfazione di aver riportato i colori giallorossi a lottare per il tricolore dopo anni di torpore e promesse disattese. Il trionfo lungamente atteso arrivò due anni dopo con un gruppo capace di imporsi in Italia e di dare spettacolo anche sul più prestigioso palcoscenico europeo.

Nella Roma debuttava quel giorno l'attaccante Luca Birigozzi, entrato a dieci minuti dal termine del primo tempo per rilevare Roberto Pruzzo, infortunatosi nell'azione della prima rete giallorossa. Nella sua unica stagione con la casacca giallorossa conquisterà una Coppa Italia.

Nell'Udinese del tecnico Enzo Ferrari militava Manuel Gerolin che legherà il suo nome alla Roma a partire dalla stagione 1985 – '86 fino all'estate del 1991, conquistando due Coppe Italia e disputando una finale di Coppa U. E. F. A..

Si giocava il 24° turno della stagione 1980 – '81, era il 5 aprile 1981.

 

LA GARA Udinese in campo con: Della Corna, Gerolin, Tesser, Fanesi, Billia, Fellet, Cinello, Miani, Neumann, Miano, Zanone. Si oppone la Roma con: Tancredi, Spinosi, Romano, Turone, Falcao, Bonetti, Conti, Di Bartolomei, Pruzzo, Ancelotti, Scarnecchia. Arbitro designato il signor Pieri di Genova. Cinello scatenato nel primo quarto d'ora. Alcolpisce il palo calciando da posizione angolatissima. Dopo pochi minuti chiama Tancredi ad un difficile intervento da distanza ravvicinata e ci riprova dopo poco spedendo alto di testa su azione di calcio d'angolo. Reagiscono gli ospiti ed alla prima occasione importante cambia il punteggio. 24° imposta l'azione Falcao. Palla a Romano che s'invola verso il fondo, cross per la testa di Pruzzo che insacca. Roma in vantaggio. Nell'occasione il centravanti giallorosso si fa male e dopo dieci minuti cede il posto al debuttante Birigozzi. Con Falcao che sfiora il raddoppio e Cinello che mette a segno una rete annullata dall'arbitro per evidente fuorigioco finisce il primo tempo. Nella ripresa gli uomini di Liedholm riescono a contenere meglio le sfuriate dei bianconeri ed al 20° arriva il raddoppio. Scambio Scarnecchia – Di Bartolomei. Palla a Turone, viene ceduta a Falcao in area che, solo davanti a Della Corna, lo infila in uscita. Bacci rileva Miani tra i friulani mentre De Nadai prende il posto di Conti nella Roma. Proprio Bacci manda fuori a porta vuota sprecando l'occasione per accorciare le distanze. Nulla più, 0-2 il risultato finale.