Roma – Napoli 1996: 4-1, prima tripletta in carriera per Delvecchio, Mazzone festeggia le 500 panchine in serie A

04.03.2017 10:00 di Massimiliano Spalluto   Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Roma – Napoli 1996: 4-1, prima tripletta in carriera per Delvecchio, Mazzone festeggia le 500 panchine in serie A

Il punteggio dice tutto. Migliore tra i campani, nonostante il passivo subito, il portiere Taglialatela, capace di opporsi in più circostanze al martellante attacco dei padroni di casa. La Roma, di conseguenza, domina l'incontro con il suo mattatore Delvecchio in splendida forma.

Prima tripletta della carriera per l'attaccante milanese, nella capitale da appena cinque mesi. Come lui stesso ricorda al termine della sfida, in precedenza non aveva siglato neanche una doppietta. Contro il Napoli è andato vicino ad una quaterna, visto che ha centrato anche una traversa. Giornata particolare anche per il mister giallorosso Carlo Mazzone; per lui arriva la cinquecentesima panchina in serie A. Il tecnico trasteverino, dopo tre anni, vive l'ultimo mese alla guida della sua Roma; lo sprint finale in quel torneo frutterà un quinto posto in coabitazione col Parma e la conseguente qualificazione per la Coppa UEFA dell'anno successivo.

La cronaca del match vede giganteggiare la figura di Marco Delvecchio, come già detto, autore di una tripletta (prima, terza e quarta rete romanista della partita). Nel mezzo, il secondo gol giallorosso arrivato per una sfortunata autorete di André Cruz ad inizio ripresa e il punto della speranza, quello del momentaneo 1-2, realizzato da Fabio Pecchia ad un quarto d'ora dal termine. Per Cruz, oltre l'autorete, arriva l'espulsione ad una decina di minuti dal triplice fischio per fallo da ultimo uomo.

Tecnico dei partenopei è Vujadin Boskov. Il mister serbo è stato l'allenatore della Roma nell'annata 1992 – '93. Schierati tra gli azzurri troviamo Francesco Colonnese ed il “Condor” Massimo Agostini, entrambi con dei trascorsi in giallorosso; Agostini nel biennio 1986 – '88 e Colonnese nell'annata 1994 - '95. A loro si aggiunge Roberto Policano, subentrato nella ripresa. Cresciuto nelle giovanili giallorosse, Policano ha disputato due campionati con la maglia della Roma nella seconda metà degli anni Ottanta (1987 - '89).

Si giocava il 31° turno della stagione 1995 – '96, era sabato 20 aprile 1996.

 

LA GARA La Roma in campo con: Cervone, Annoni, Lanna, Aldair, Thern, Moriero, Cappioli, Giannini, Carboni, Delvecchio, Totti. Risponde il Napoli con: Taglialatela, Baldini, Colonnese, Cruz, Pari, Buso, Bordin, Longo, Pecchia, Agostini, Pizzi. Arbitro designato il signor Treossi di Forlì. Nel primo tempo spicca la figura di Taglialatela, bravo a dire di no in più occasioni a Delvecchio e Totti. Per gli ospiti, invece, l'unica azione degna di nota è un tentativo di sorprendere Cervone fuori dai pali operato da Cruz. Il suo pallonetto da notevole distanza finisce fuori di poco. Al 41° la svolta: lancio in profondità di Giannini che trova pronto in area Delvecchio alla deviazione di testa, Roma in vantaggio. Inizia la ripresa e tra gli azzurri Imbriani rileva Agostini. Totti ci prova su punizione e Taglialatela si esalta nell'opporsi. Al , però, nulla può sul “fuoco amico” di Cruz che infila la sua porta sul traversone di Totti, 2-0. Entra nel Napoli Policano ed esce Pizzi al 16°, sette minuti dopo la Roma effettua il primo cambio: dentro Di Biagio fuori Moriero. Delvecchio centra la traversa da fuori area e, poco dopo, la partita inopinatamente si riapre. È il 27° quando Imbriani effettua un cross dalla destra, Cervone esce a vuoto e Pecchia di sinistro mette dentro, 2-1. Cruz sfiora il pari su punizione, ma al 34° termina la sua gara; espulso per fallo da ultimo uomo su Delvecchio. A questo punto sale di nuovo in cattedra Delvecchio che mette al sicuro il risultato al 36°. Lanciato da Thern, entra in area, si libera con una finta di Pari ed infila la porta di Taglialatela. Solo 4 minuti e Delvecchio firma la sua tripletta personale. Lanna effettua un passaggio in profondità e Delvecchio, dalla sinistra, alza il pallone mettendo fuori causa il portiere napoletano in uscita. Esce Totti ed entra Choutos, il match non ha più nulla da dire, 4-1 il risultato finale.