Palermo – Roma 2007 – '08: 0-2, la Roma inaugura la sua stagione con il successo al “Renzo Barbera”

 di Massimiliano Spalluto  articolo letto 3156 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Palermo – Roma 2007 – '08: 0-2, la Roma inaugura la sua stagione con il successo al “Renzo Barbera”

La Roma vince, convince e si candida ad essere una delle protagoniste del torneo. La stagione della Roma ha avuto un prologo incoraggiante e di buon auspicio la domenica precedente la sfida con i rosanero. Il 19 agosto, allo stadio “Meazza” di Milano, la formazione allenata da Luciano Spalletti ha conquistato la Supercoppa di Lega contro l'Inter di Roberto Mancini. A decidere l'incontro il rigore trasformato da Daniele De Rossi a meno di un quarto d'ora dal triplice fischio. Sta per iniziare la competizione che vede ai nastri di partenza tre neopromosse d'eccellenza: la Juventus (dopo l'anno in serie B a seguito della vicenda Calciopoli), il Napoli ed il Genoa; l'Inter campione uscente, invece, resta la favorita per la vittoria finale.

La gara viene risolta dalla rete di Philippe Mexès al e dalla stupenda conclusione da oltre trenta metri di Alberto Aquilani al 27°. La Roma legittima il vantaggio sfiorando più volte il terzo sigillo mentre i siciliani colgono un palo con Miccoli e trovano nel portiere romanista Doni un muro invalicabile. Inizia quindi ottimamente la terza annata del mister Spalletti alla guida della Roma. Terminerà con un buon secondo posto a soli 3 punti dall'Inter di Moratti a cui la Roma, per il secondo anno consecutivo, contenderà vittoriosamente la Coppa Italia. Nella finale unica dell'Olimpico del 24 maggio 2008 la compagine capitolina si impone per 2-1 grazie alle reti di Mexès e Perrotta, conquistando la nona coccarda tricolore della sua storia.

Schierato dal tecnico Stefano Colantuono troviamo il brasiliano Fabio Henrique Simplicio, che avrà un futuro in giallorosso nel biennio 2010 – '12.

Si giocava la prima giornata della stagione 2007 – '08, era il 26 agosto 2007.

 

LA GARA Il Palermo schiera: Fontana, Zaccardo, Rinaudo, Barzagli, Capuano, Tedesco, Guana, Simplicio, Jankovic, Amauri, Miccoli. La Roma oppone: Doni, Cassetti, Mexès, Panucci, Tonetto, De Rossi, Aquilani, Taddei, Giuly, Vucinic, Totti. Arbitra l'incontro il signor Morganti di Ascoli Piceno. Partenza bruciante per i giallorossi; Taddei effettua una discesa sulla destra, entra in area, quasi dalla linea di fondo effettua un traversone. Esce a vuoto Fontana e Mexès, in scivolata, mette dentro il vantaggio giallorosso. Si getta in avanti il Palermo alla ricerca del pari; 11° cross di Miccoli, in area Amauri fa da sponda per Capuano che, di testa, centra la traversa. Ci prova Miccoli su punizione ma Doni è pronto a deviare in angolo. Al 27° il raddoppio: sugli sviluppi di un calcio d'angolo la palla viene raccolta fuori area da Aquilani che carica il tiro e da oltre trenta metri infila alla sinistra di Fontana. 38° un pallonetto di Vucinic mette fuori causa il portiere rosanero ma quasi sulla linea respinge Rinaudo. Inizia la ripresa, nel Palermo entrano Cavani e Bresciano rispettivamente per Tedesco e Jankovic. Cambi dei padroni di casa completati al con l'ultimo avvicendamento: dentro Migliaccio fuori Guana. Doppio salvataggio di Fontana sulle conclusioni di Giuly e Vucinic. Al 21° è Miccoli, da lontano, a colpire il palo alla destra di Doni. Primo cambio deciso da Spalletti: Brighi rimpiazza Vucinic al 23°. Il Palermo insiste ma gli attaccanti siciliani trovano sulla loro strada un Doni in forma. Nell'ultimo quarto d'ora anche Cicinho ed Alvarez sono della gara; Giuly e Totti cedono loro il posto. Non succede più nulla, 0-2 il risultato finale.