Ambrosiana – Roma 1942: due gol di Krieziu per una Roma al comando

05.10.2013 10:00 di Massimiliano Spalluto   vedi letture
Ambrosiana – Roma 1942: due gol di Krieziu per una Roma al comando
Vocegiallorossa.it
© foto di Image Sport

Splendida doppietta di Naim Krieziu, la Roma fa sul serio. Dopo la prima, storica vittoria in trasferta sul terreno del Bologna, fino ad allora sempre avaro di emozioni positive per i colori giallorossi, arrivava un altro risultato che accendeva i cuori dei tifosi romanisti. Ormai prossimi al titolo puramente simbolico di campioni d'inverno, gli uomini del presidente Edgardo Bazzini riuscivano ad espugnare un altro campo che la tradizione voleva sempre ostico per i colori giallorossi. A Milano, antro nerazzurro, i capitolini si erano imposti solo una volta in precedenza, nel novembre 1934, con una rete di Guaita. Erano trascorsi più di sette anni da quel successo. Fu una sfida difficile quella del 1941 - '42, su un campo reso pesante dal gelo di gennaio. Al fischio finale del direttore di gara, però, tutti gli osservatori neutrali giunsero alla medesima conclusione: “...questa Roma si farà rispettare fino in fondo!”. Con quell'autorevole due a zero la squadra di mister Schaffer conservava due punti di vantaggio sulle dirette concorrenti, Torino e Venezia, l'accoppiata che, in maniera costante, contenderà il titolo ai capitolini fino al termine del torneo. Per Naim Krieziu si trattò dell'unica doppietta realizzata in quella stagione importantissima ed irripetibile nella sua carriera, coronata dalla conquista dello scudetto. La “Freccia di Tirana” , così soprannominato per il suo proverbiale scatto da centometrista, in quell'annata metterà a segno sei reti. Per l'Ambrosiana (nome imposto dal regime per l'attuale Inter) quella sconfitta innescò una crisi seria che la fece precipitare in classifica fino a chiudere il torneo con un mesto dodicesimo posto.

Si giocava la tredicesima giornata della stagione 1941 – '42, era il 18 gennaio 1942.

 

LA GARA Così disposta in campo l'Ambrosiana: Caimo, Buonocore, Landolfi, Bovoli, Pozzo, Campatelli, Mascheroni, Cominelli, Quario, Candiani, Salvi. Si oppone la Roma con: Masetti, Brunella, Andreoli, Donati, Mornese, Bonomi, Krieziu, Cappellini, Amadei, Coscia, Pantò. Arbitro designato il signor Galeati di Bologna. Le due squadre impiegano un po' a trovare il passo giusto su un terreno ghiacciato. Alla mezz'ora Pantò colpisce il palo. Al 45° la svolta; azione manovrata dei giallorossi, palla da Coscia a Krieziu sulla destra. L'attaccante romanista lascia partire un tiro potente su cui Caimo non può fare nulla. Roma in vantaggio. Nella ripresa i padroni di casa si gettano all'attacco ed al 21° sfiorano il pareggio con Mascheroni servito da Salvi. L'attaccante nerazzurro spedisce fuori. L'azione dei milanesi è rabbiosa ma sempre più confusa ed inconcludente. Al 41° cala il sipario: Caimo manda in angolo una conclusione di Amadei. Sugli sviluppi del corner batti e ribatti in area, Caimo respinge una prima conclusione; palla sui piedi di Krieziu che insacca firmando la sua doppietta personale. Finisce qui, 0-2 il risultato finale.