Roma-Bologna 2-1 - La moviola: sacrosanto il rigore per i giallorossi. Forti dubbi sul gol di Sansone, il VAR non interviene

19.02.2019 11:37 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Roma-Bologna 2-1 - La moviola: sacrosanto il rigore per i giallorossi. Forti dubbi sul gol di Sansone, il VAR non interviene

Vocegiallorossa.it vi propone la lettura di alcuni episodi del match. A partire dalla scorsa stagione, l'arbitro si può avvalere del VAR (video assistant referee) e del suo assistente per quattro tipologie di casi: controllo della regolarità dei gol, possibili falli da calcio di rigore, possibili cartellini rossi diretti e scambi di identità di destinatari di provvedimenti disciplinari.

SECONDO TEMPO

90'+2 - Intervento duro di Dijks su Dzeko, giusto il giallo al difensore del Bologna.

84' - Restano dubbi sul gol di Sansone: sulla conclusione dell'ex Villarreal c'è in posizione di fuorigioco Svanberg, che non è sulla traiettoria del tiro ma probabilmente sulla linea visiva di Olsen. Il VAR comunque non interviene e il gol viene convalidato. Così recita il regolamento: "Un attaccante (A) in posizione di fuorigioco ostruisce chiaramente la linea di visione del portiere. Il calciatore dovrà essere considerato punibile perché impedisce ad un avversario di giocare o essere in grado di giocare il pallone". (figura in basso)

53' - Sandwich Helander-Danilo su El Shaarawy, sacrosanto il rigore assegnato alla Roma.

PRIMO TEMPO

43' - Altra ammonizione, stavolta Edera trattiene Kluivert che stava ripartendo: provvedimento ancora una volta corretto.

40' - Corretto anche il giallo inflitto a Florenzi, che interviene duramente su un lanciato Dijks.

34' - In ritardo Cristante su Sansone: corretto il giallo al 4 giallorosso.

24' - Entrata in scivolata di Pulgar su Kluivert, col pallone fuori disponibilità: giusto il giallo.

12' - Zaniolo ruba palla a Danilo e scappa via; il difensore del Bologna lo stende e viene ammonito. I giocatori chiedono il rosso, ma a torto: c'è Helander nei pressi e dunque non si può parlare di chiara occasione da gol.