Prati: "Fiorentina-Roma? Un pareggio farebbe bene ad entrambe"

29.11.2011 16:47 di Gabriele Chiocchio   vedi letture
Fonte: imperoromanista.it
Prati: "Fiorentina-Roma? Un pareggio farebbe bene ad entrambe"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Pierino Prati, ex di Fiorentina e Roma degli anni ’70, ha parlato a imperoromanista.it della sfida che vedrà coinvolte le sue ex squadre domenica prossima: “Al momento entrambe le squadre vengono da due sconfitte pesanti. A livello di classifica la Fiorentina è più giù mentre la Roma è vicina alle grandi e una sconfitta farebbe male al morale. I miei ricordi di Roma e Firenze? A Firenze giocai solo un anno ed ero molto dispiaciuto per l’addio alla Roma. Mi volle Mazzone a tutti i costi ma una volta esonerato, io non trovai più spazio in quella squadra. Però la città è fantastica, facevo più il turista che il calciatore. Non fu così a Roma invece, dove avevo un feeling particolare con l’ambiente e con i tifosi. Ai miei tempi la Roma non lottava per grandi cose ma la conquista del terzo posto e i 22 gol in Campionato e in Coppa Italia furono il massimo per me. Con i tifosi avevo un rapporto bellissimo, quando segnavo andavo sotto la Curva Sud a salutarli… L’episodio di Osvaldo? Dispiace quando succedono queste cose, purtroppo capitano spesso, a volte si riescono a nascondere e altre no. Non voglio entrare nel merito e dare un giudizio ma rimango perplesso quando non gioca Borriello. Lo scorso anno ha tirato avanti la squadra da solo e secondo me non è vero che ha problemi con Totti. Con Francesco giocano bene tutti, qualsiasi attaccante vorrebbe giocare con lui e Borriello è uno di questi. Non capisco però come ora sia diventato la sesta punta, è incredibile. Se la Roma avrà problemi? No, questo non si può dire. Sono partite in cui conta molto la psicologia e quella dei calciatori è davvero complessa. Luis Enrique? Sinceramente all’inizio lo spagnolo non mi piaceva, aveva poco dialogo con la squadra e problemi con Totti che è la Roma in persona. Poi ha capito di essere nel torto, ora è più riflessivo e più attento. Il suo modo di giocare è bello, ma non tutti sono il Barcellona e soprattutto non tutti hanno gli stessi giocatori dei blaugrana. Delio Rossi? Mi piace molto perché è passionale e perché punta molto sull’attacco. Lo ammiro e poi c’è da dire che ovunque sia stato ha portato le sue squadre ai massimi livelli. Un particolare Fiorentina-Roma che ricordo? Uno in particolare no, so solo che giocare a Firenze era sempre difficile. Da avversario, non mi piaceva molto come campo. Chi vincerà la sfida di oggi? Sicuramente chi avrà più tranquillità. Un pronostico? Queste partite si pareggiano e il risultato, andrebbe bene a entrambe”.