Garcia: "La squadra ha una voglia feroce"

23.11.2014 10:30 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    vedi letture
Garcia: "La squadra ha una voglia feroce"
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Garcia a Roma TV

“Maicon? Si è allenato bene oggi. Domani valuteremo se portarlo e se verrà vediamo lunedì se utilizzarlo. Speriamo non sia niente per Torosidis. Roma bassa nella ripresa per volontà dell'Ataltanta, non nostra. Loro bravi a spingere, noi brutti a non far uscire bene il pallone. Importante vincere stasera. Abbiamo perso più palle oggi che in tutto l'anno. Abbiamo sbagliato troppo sul piano tecnico. Ljajic? Ha piena fiducia, lo sappiamo da tempo. Già contro il Torino aveva fatto una grande gara, ieri era in dubbio e per fortuna ha potuto giocare. Ha fatto bene anche in difesa perché l'Atalantaha fatto molti cross e più o meno l'abbiamo fatto bene. Ci sono serate in cui è più difficile mettere il proprio gioco in campo ma tutti hanno dato il massimo. La gioia mostrata a fine gara è una grande cosa, questa squadra ha una voglia feroce. Iturbe? Ha tanta qualità e dà tutto per la squadra. Non è ancora al 100% fisicamente e non può sfruttare tutta la sua velocità ma dà sempre tutto senza pensare a se stesso. Il freddo di Mosca? Dobbiamo abituarci e per questo partiamo già domani per non prenderci questo -10 in faccia".  

Garcia a Sky Sport

"Ljajic? Lo dico da 18 mesi che ha talento, ho la fortuna di non avere problemi in quel reparto e di girare dando tempo di gioco a tutti. Ha fatto una grande partita, un bel gol e un assist per Nainggolan. L'importante è vincere, soprattutto quando sei sotto dopo due minuti. Forse abbiamo perso più palloni in questa gara che dall'inizio della stagione... Era importante vincere perché questo campo è difficile per tutti, non siamo abituati a Roma a vincere qua e siamo soddisfatti. Iturbe? E' stato infortunato, ha bisogno di essere al massimo per esprimere il suo gioco. A Verona giocava in una squadra di contropiede, ora in una che ha la palla e gioca nella metà campo avversaria. Deve migliorare nel gioco spalle alla porta, ha una grande volontà e dà il sempre il meglio. Piano piano ritroverà la sua energia per sfruttare la sua velocità. Abbiamo lavorato tanto sul gioco tra linee perché sapevamo che non avrebbero avuto un regista e che ci sarebbe stato spazio. Non lo abbiamo sfruttato abbastanza con gli inserimenti di Nainggolan e Pjanic, grazie alla sicurezza che ci dà. Lazio-Juve? Contiamo noi, bisogna prima vincere e dopo le altre devono pareggiare. Quando una squadra in alto gioca con una in basso è meglio se perde ".

Garcia a Mediaset

“Il turn over? Il turn over davanti con Totti squalificato ero quasi obbligato. Ho la fortuna di avere tanti giocatori in attacco. Stasera è stata una buona idea farli ruotare, Ljajic ha giocato benissimo. Per chi tiferò stasera? Prima dovevamo vincere e lo abbiamo fatto. E’ ovvio che quando ci sono squadre in alto è meglio che perdano 2 punti. Soprattutto se giocano contro squadre nella seconda parte del tabellone. Se questa è una Roma da scudetto? Cose che ho già detto, non ho niente da aggiungere… Se è stata una buona prestazione? La Roma questa sera ha dimostrato carattere, eravamo sotto dopo due minuti, vincere a Bergamo era difficile e farlo ribaltando il risultato è ancora meglio. Non mi è piaciuto il secondo tempo. Se martedì è fondamentale? Sicuramente martedì possiamo guadagnare qualcosa, potremmo essere già qualificati. Sappiamo tutti che era un girone di ferro, non abbiamo abitudine a giocare in Champions e l’obbiettivo è il campionato. Grazie al campionato arriveremo ad abituarci a giocare in Champions, sono sicuro che i giocatori faranno di tutto per prendere i tre punti e poi vedremo il risultato degli altri”.

Garcia in conferenza stampa

"Le parole di Colantuono? Non ha fatto errori clamorosi, molti gialli ma si trattava di una partita con molti contrasti. L'Atalanta è stata veramente brava a metterci in difficoltà, non solo con il gol ma anche nella ripresa. Noi abbiamo reagito alla grande sul piano della personalità e all'intervallo eravamo in vantaggio. Nella ripresa era difficile per noi ed era importante prendere i tre punti. Qui storicamente per noi è difficile. Oggi abbiamo perso più palloni rispetto a tutte le gare di quest'anno e dobbiamo migliorare sul piano tecnico se vogliamo fare risultato a Mosca- Moralez? Ha fatto un bel gol, è un giocatore interessante per l'Atalanta ma in campo c'erano 22 giocatori che hanno fatto vivere una partita interessante ai tifosi. Sul piano tecnico non è stata una grande gara. Record negativo di possesso palla oggi? Il problema viene quando abbiamo dei problemi a far uscire la palla da dietro. Loro sono bravi sui cross fatti e abbiamo sofferto troppi cross, si poteva fare quindi molto meglio soprattutto per far uscire in maniera fluida la palla. Abbiamo perso palloni pericolosissimi. Dobbiamo semplificare il nostro gioco, i primi che toccano palla sono i difensori. Difficoltà sugli esterni? Sì ma su tutti gli esterni perché non possiamo lasciare il terzino solo a difendere se l'Atalanta ha sempre due giocatori sulle fasce. Quindi è un discorso generale"