Guida al calciomercato della Roma - Tutti i rumors in uscita

06.10.2020 14:15 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti
Guida al calciomercato della Roma - Tutti i rumors in uscita
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Causa Coronavirus, la sessione estiva 2020 di calciomercato si svolgerà in un lasso temporale del tutto inedito, ovvero dal 1° settembre al 5 ottobre. Questi tutti i rumors in uscita legati al club giallorosso (in rigoroso ordine alfabetico). La rubrica rimarrà sempre online sino a fine mercato, venendo costantemente aggiornata.

CALAFIORI RICCARDO – Dopo aver debuttato nell’ultima gara della stagione in Serie A contro la Juventus, il terzino sinistro potrebbe essere ceduto in prestito per consentirgli un più ampio minutaggio o potrebbe essere utilizzato come pedina di scambio. Infatti, la Roma lo aveva proposto – insieme a Florenzi – alla Fiorentina per provare ad abbassare i 40 milioni di euro chiesti dalla Viola per Castrovilli. Il club gigliato è interessato al calciatore ma non come contropartita per il centrocampista e offre 7 milioni di euro per il suo cartellino, trovando il rifiuto della Roma. Calafiori è nel mirino anche della Juventus, ma per la selezione Under 23, e del Benevento. Fonseca sembra deciso a puntare sul calciatore e, dunque, tenerlo in rosa per la prossima stagione, anche in virtù del passaggio di Kolarov all'Inter. L'obiettivo della Roma, infatti, è quello di blindarlo ulteriormente con un rinnovo contrattuale: a riguardo, c'è stato il 1° ottobre un incontro tra Fienga e Raiola, procuratore del giovane calciatore.

Scadenza contratto: 30 giugno 2022
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 15.000 euro.

DIAWARA AMADOU - Il centrocampista piace in Inghilterra a Leeds e Arsenal, con i Gunners che sembrano più interessati. Infatti, si parla di un possibile scambio con Torreira, utile ai due club in questione per generare una plusvalenza sulla base di un accordo tra i 20 e i 25 milioni di euro per entrambi i calciatori. In Inghilterra sostengono che è prevista un'accelerata del club londinese per Diawara, con un'offerta da 30 milioni di euro per i giallorossi: da valutare se includere Torreira nell'affare. Prova a far chiarezza il suo agente Daniele Piraino in un'intervista rilasciata il 29 agosto: "È concentrato sulla sua carriera, è in un top club come la Roma dove sta bene, la piazza ha anche l'entusiasmo di una nuova proprietà. Però piace a tanti in Inghilterra, tra le altre c'è anche l'Arsenal. Essere accostato a certi club per lui è un piacere, con squadre di questo prestigio. Amadou è concentrato sul calcio e sulla sua carriera". La pista legata ai Gunners sembra sfumare, dal momento che il club londinese lo considererebbe solo una "terza scelta" dopo Thomas Partey e Houssem Aouar. Il 28 settembre, torna a parlare con una punta di polemica il suo agente Daniele Piraino"Manca una settimana alla fine del mercato, se alle sviste nella lista sommiamo le scelte tecniche, dobbiamo fare il punto con la società. Vorremmo chiarezza sul reale ruolo e sull'importanza di Amadou nel progetto del club". Il 2 ottobre, dopo le esternazioni di Fonseca alla vigilia della sfida contro l'Udinese "se l'agente di Diawara ha voluto impressionarmi, non ci è riuscito", Daniele Piraino replica: «Non ho mai mirato a influenzare le sue scelte. Quelle le farà determinare Amadou, non certo io e per questo dico che sono d'accordo interamente con il mister. Mi spiace abbia travisato il senso delle mie dichiarazioni che tutto erano tranne che un tentativo di “coercizione“ sulle scelte tecniche, su cui non ho nessun elemento per incidere. Sono un avvocato e faccio l'agente, mi limito alla tutela degli interessi del mio assistito; lui è un grande tecnico e saprà come e chi far giocare, al netto di polemiche fuorvianti rispetto all'obiettivo condiviso che è il bene della Roma».

Scadenza contratto: 30 giugno 2024
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 18.282.000 euro.

DZEKO EDIN - Silvano Martina, agente del bosniaco, il 21 agosto dichiara brevemente: "Edin alla Juventus? Per ora resta alla Roma, poi si vedrà”. Oltre alla Juventus, l'attaccante piace anche a Inter e Atletico Madrid, attualmente più defilate. Per delineare il futuro del Cigno di Sarajevo, era previsto un incontro con Fienga il giorno del raduno (27 agosto), evento non avvenuto con Dzeko che si è limitato a fare il tampone come da programma. Tale "faccia a faccia", tuttavia, è stato rinviato al 29 agosto a causa del tumulto generato dalle ulteriori positività in casa Roma (Bruno Peres e Kluivert). In attesa del sospirato incontro, comunque, le parti si sarebbero sentite telefonicamente, con Dzeko che avrebbe ventilato l'ipotesi dell'addio, nonostante le insistenze dei compagni nel farlo restare, al contrario della moglie Amra che questa volta non si opporrebbe al trasferimento come avvenuto in passato con Chelsea (gennaio 2018) e Inter (agosto 2019). Questa l'offerta della Juventus per Dzeko: biennale da 7,5 milioni di euro a stagione, con le due società un po' distanti per il conguaglio economico: la Roma chiede 15 milioni di euro, la Vecchia Signora è ferma a 10 +2 di bonus. Il Cigno di Sarajevo, comunque, avrebbe accettato il club bianconero e ha già avuto un contatto telefonico con Andrea Pirlo, nuovo tecnico della Juventus. Nonostante la Vecchia Signora sia in netto vantaggio, non è da escludere un ritorno dell'Inter, con Marotta e Ausilio che avrebbero incontrato il suo agente Irfan Redžepagić. La Roma, comunque, non ha intenzione di cederlo prima di aver chiuso per Milik. Attenzione, tra l'altro, a Luis Suarez. L'attaccante, infatti, sta cercando di svincolarsi dal Barcellona, con la Juventus che segue la vicenda con grande interesse. Infatti, qualora l'uruguaiano approdasse a Torino, sfumerebbe la pista Dzeko per i bianconeri, che hanno offerto dei bonus ai blaugrana per liberare Suarez. Pertanto, al momento, Dzeko è solo il "piano B" della Juventus. In conferenza stampa dal ritiro con la Bosnia, l'attaccante glissa sul futuro"Ogni anno si dice che lascio la Roma. Non è il momento di parlare di mercato". Al momento, Dzeko è più vicino alla permanenza, con la Roma disposta a spalmargli i 7 milioni di euro di ingaggio allungandogli il contratto sino al 2023. A riguardo, c'è stato un contatto telefonico tra dirigenza e calciatore, dove la Roma ha ribadito la volontà di non privarsi delle sue prestazioni. Secondo le ultime, però, la Juventus sarebbe nuovamente piombata con prepotenza sul bosniaco, offrendogli un biennale da 7,5 milioni di euro. Infatti, se Suarez dovesse saltare, allora la Vecchia Signora affonderebbe il colpo per il Cigno di Sarajevo, per il quale lunedì 21 settembre sarebbero previste le visite mediche. Intanto, il bosniaco non è stato schierato contro l'Hellas Verona al debutto in campionato proprio secondo una sua espressa richiesta. Nel prepartita di Juventus-Sampdoria del 20 settembre, il ds bianconero Paratici ha parlato così del bosniaco: "Non c'è una situazione Dzeko ma relativa all'attaccante per la Juventus. Abbiamo bisogno dell'attaccante, sappiamo cosa vogliamo, lavoriamo con serenità e calma. Mancano 15 giorni, l'importante è avere in testa l'idea. Se Dzeko può arrivare a prescindere? Ripeto, non c'è una situazione Dzeko ma anche altre in essere". Arrivano, però, novità importanti: la Juventus, infatti, ha chiuso per Morata, facendo sfumare l'approdo di Dzeko in bianconero. Sul bosniaco, comunque, rispunta l'Inter e anche l'Atletico Madrid. Il calciatore, inoltre, era stato offerto al Barcellona, ma i blaugrana non hanno mostrato interesse. Il 5 ottobre, il suo agente Silvano Martina si esprime così: "Il mancato passaggio Dzeko alla Juventus? Non si è trovato accordo col Napoli con Milik e la Juve ha preso altro. Giocatore tranquillo? Non lo so, non lo sento da 10 giorni".

Scadenza contratto: 30 giugno 2022
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 2.810.000 euro.

FAZIO FEDERICO - Il Comandante potrebbe proseguire la sua avventura all'estero, con Benfica, Valencia e Villarreal accostate all'argentino. Un indizio, però, sembra pendere verso il Submarino Amarillo. Il 20 agosto, infatti, Fazio è stato avvistato all'aeroporto di Valencia - scalo per arrivare a Villarreal, distante poco più di 60 km in macchina - con uno zaino e indosso la mascherina della Roma. Il difensore piace molto a Unai Emery, nuovo tecnico della squadra della provincia di Castellon. L'argentino è stato offerto anche al Napoli, ricevendo una secco "no" da parte dei partenopei. Il calciatore, però, vorrebbe provare a restare nella Capitale. Sul calciatore, inoltre, spunta anche un interesse da parte del Cagliari, con i sardi fiduciosi per il buon esito della trattativa, sebbene sia necessario che la Roma paghi una parte dell'ingaggio del Comandante, arrivato a 5 milioni di euro lordi dopo il rinnovo automatico sino al 2022. Eusebio Di Francesco, tecnico del Cagliari, ammette l'interesse per l'argentino nel post gara dell'amichevole contro l'Olbia del 4 settembre: "È uno degli elementi che ci piacciono, può dare un aiuto ai giovani con la sua esperienza". L'affare sembra ormai in via di definizione, con i due club hanno trovato l'accordo sulla base di 2,5 milioni di euro più 500.000 di bonus e con Fazio che si sarebbe convinto di accettare la corte dei sardi. Il 9 settembre, il presidente del Cagliari Tommaso Giulini ammette: "Stiamo discutendo con la Roma, valutiamo nei prossimi giorni se sarà un'operazione che riusciremo a fare". Arrivano, però, aggiornamenti che potrebbero ribaltare la questione. Infatti, il Cagliari sarebbe a un passo dal chiudere per Diego Godin, difensore centrale dell'Inter. Tuttavia, non è ancora tramontata l'ipotesi Fazio per i sardi, che potrebbero così chiudere un importante doppio colpo d'esperienza per il reparto difensivo. Anche la Fiorentina monitora il Comandante: contatti già avviati con la Roma, ma l'argentino non rappresenta una priorità assoluta per la Viola che, in caso di ingaggio, vorrebbe una partecipazione da parte del club capitolino al pagamento dello stipendio di Fazio. Intanto, spuntano anche Celta Vigo e Sampdoria sul Comandande, con i blucerchiati in vantaggio. Prima di affondare il colpo, però, il club genoano deve piazzare Colley e attendere che la Roma ufficializzi Smalling. Il 2 ottobre, il presidente blucerchiato Massimo Ferrero dichiara: "Su Fazio ci stiamo lavorando, ma non diciamolo troppo altrimenti la Roma alza troppo i costi e invece ci deve dare una mano".

Scadenza contratto: 30 giugno 2022
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 485.000 euro.

IBANEZ ROGER - Il calciatore brasiliano è approdato alla Roma lo scorso 27 gennaio con la formula del prestito gratuito sino al 30 giugno 2021. L'accordo, inoltre, come riferito dal comunicato prevede "l’obbligo di acquisizione a titolo definitivo per 8 milioni di euro condizionato al verificarsi di determinate situazioni sportive, il pagamento di un corrispettivo variabile, fino ad un massimo di 2 milioni di euro, per bonus legati al raggiungimento di determinati obiettivi sportivi e il pagamento del 10% del prezzo di cessione eventualmente conseguito in caso di futuro trasferimento del calciatore definito prima del 30 giugno 2024. Qualora il calciatore non sia ceduto entro il 30 giugno 2024 è previsto il riconoscimento di un ulteriore corrispettivo pari a 1 milione di euro e di un importo pari al 10% dell’eventuale prezzo di cessione in eccesso rispetto a quanto già maturato a titolo di corrispettivo fisso e variabile". Nonostante stia ancora in prestito, il Tottenham ha offerto 25 milioni di euro per il difensore, offerta rispedita al mittente dal club capitolino. Tentativo anche da parte del Leicester con 30 milioni di euro, ma anche in questa circostanza cìè stato il "no" giallorosso. Il 29 settembre il suo agente Frederico Moraes dichiara: "Il suo futuro? Ha un contratto con la Roma ed è felice in giallorosso".

Scadenza contratto: 30 giugno 2021

JESUS JUAN - Situazione intricata quella del difensore brasiliano. Il calciatore, infatti, sembrava aver raggiunto l'accordo con il Cagliari: contratto triennale e circa 3 milioni di € alla Roma. Tuttavia, il 19 agosto, il suo agente Roberto Calenda dichiara: "Tanti club come sempre si interessano a Juan e questo ci fa piacere. Poi ripeto quel che ho sempre detto: Juan Jesus sta molto bene alla Roma, ama la maglia che indossa e, aggiungo io, ha un contratto in essere. (...) "Ci sono sempre troppe voci infondate intorno a Juan. E la cosa curiosa è che il mercato ancora non è decollato. Faccio chiarezza io. Non c’è mai stato alcun problema con la Roma. Il giocatore ha sempre onorato e rispettato il club e ha sempre risposto sul campo. E il club ne ha sempre riconosciuto il valore e la professionalità". In attesa di novità sul versante sardo, il Leicester e il Genoa provano l'inserimento, con il nuovo tecnico dei liguri Rolando Maran che lo avrebbe espressamente richiesto. Jesus, infatti, ha raggiunto un'intesa quasi totale con il Genoa: mancano da limare i dettagli sull'ingaggio. A tal proposito, il ds del Genoa Daniele Faggiano il 15 settembre dichiara: "Karsdorp e Jesus? Non dico le percentuali, ma uno sì e uno no. Di facile non c’è nulla, perché una cosa sembra chiusa da 3-4 giorni e invece sono qua a rompere le scatole alla Roma. La situazione penso sia che avendo venduto Florenzi stanno aspettando per il sostituto". Tuttavia, secondo le notizie del 17 settembre, il Grifone sembra voler rinunciare al brasiliano. Da registrare anche un sondaggio del Porto. Il suo futuro, comunque, sarà lontano da Trigoria, anche perché la società ha fatto sapere al suo agente Roberto Calenda che non sarà più convocato, incentivandolo così alla cessione.

Scadenza contratto: 30 giugno 2021
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 1.990.000 euro.

KARSDORP RICK - Rientrato dal prestito al Feyenoord (15 presenze, un gol e 3 assist), il terzino olandese vorrebbe restare nella Capitale, ma la Roma non è dello stesso avviso e cerca acquirenti. Addirittura, ci sarebbero 8 club interessati: Besiktas, Schalke 04, Southampton, Napoli, Atalanta, Augsburg, Olympiacos e Siviglia. Tra tali pretendenti, in pole c'era la formazione di Gasperini, che si apprestava a prelevarlo in prestito con obbligo di riscatto al raggiungimento del 60% delle presenze fissato a 7 milioni di euro. Tuttavia, a causa di qualche problema di ingaggio e commissioni, l'affare è saltato, con l'Atalanta che ha virato su Piccini, ufficializzato come nuovo rinforzo per la fascia il 9 settembre. L'olandese, comunque, si appresta comunque a lasciare la Capitale, con il Genoa che si sarebbe inserito nelle ultime ore e pronto a chiudere l'operazione. L'affare dovrebbe concludersi l'11 settembre con la formula del prestito con obbligo di riscatto fissato a 7 milioni di euro che scatterà in base alle presenze, praticamente la stessa formula proposta all'Atalanta, che poi ha virato su Piccini. Prima di dare il "via libera" alla cessione, però, la Roma deve trovare un sostituto sulla destra che possa alternarsi a Bruno Peres. A tal proposito, il ds del Genoa Daniele Faggiano il 15 settembre dichiara: "Karsdorp e Jesus? Non dico le percentuali, ma uno sì e uno no. Di facile non c’è nulla, perché una cosa sembra chiusa da 3-4 giorni e invece sono qua a rompere le scatole alla Roma. La situazione penso sia che avendo venduto Florenzi stanno aspettando per il sostituto". Attenzione però alla volontà dell'olandese, che avrebbe espresso a Fienga e Fonseca il desiderio di giocarsi le sue chances con la Roma nella prossima stagione.

Scadenza contratto: 30 giugno 2022
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 6.612.000 euro.

LOPEZ PAU - Dopo una stagione piuttosto deludente (42 presenze, 55 reti subite e 9 clean sheet), l'estremo difensore si appresta a salutare la Roma. Piace in Germania a Hertha Berlino e Bayer Leverkusen, ma i capitolini hanno provato a offrirlo al Napoli per Meret, ricevendo un rifiuto. Il portiere, che vorrebbe comunque cercare di rilanciarsi in maglia giallorossa, nel caso dovesse essere spinto a cambiare destinazione, ha espresso il desiderio di tornare in Liga, con il Valencia che si è messo sulle sue tracce. Tuttavia, c'è da risolvere la formula dell'eventuale trasferimento: gli spagnoli lo vorrebbero in prestito, la Roma vorrebbe cederlo a titolo definitivo. Nelle ultime ore di mercato, il portiere è stato proposto all'Everton.

Scadenza contratto: 30 giugno 2023
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 20.622.000 euro.

MIRANTE ANTONIO - Con il futuro di Begovic in dubbio, il Milan vorrebbe cautelarsi e prendere un nuovo secondo portiere. Il primo nome è quello di Antonio Mirante, estremo difensore giallorosso che nella scorsa Serie A è sceso in campo in 5 occasioni. Il calciatore è in scadenza di contratto con la Roma, che dovrà quindi blindarlo per trattenerlo.

Scadenza contratto: 30 giugno 2021
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 1.471.000 euro

PASTORE JAVIER - Operatosi all'anca, il Flaco sarà fermo ai box sino a metà ottobre/inizio novembre. Il calciatore sarebbe stato offerto allo Zenit San Pietroburgo, ma proprio a causa di questo infortunio la cessione dell'argentino, in questa sessione di mercato, risulta complicata. Si registra, inoltre, un interesse da parte del Galatasaray.

Scadenza contratto: 30 giugno 2023
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 15.355.000 euro

PELLEGRINI LORENZO - Il centrocampista avrebbe potuto esercitare la clausola da 30 milioni di euro entro fine luglio per liberarsi dalla Roma e cercare un'altra sistemazione. Il numero 7, però, non l'ha fatto ed è pronto ad ascoltare la proposta di rinnovo dei capitolini. Come appreso da Vocegiallorossa.it il 24 settembre, sono ripresi i contatti tra le parti per parlare del prolungamento del giocatore. Non siamo ancora vicini alla fumata bianca e, probabilmente, la trattativa potrà entrare nel vivo dopo la fine del calciomercato, quando le acque saranno più calme e si potrà parlare con più serenità.

Scadenza contratto: 30 giugno 2022
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 5.245.000 euro.

PERES BRUNO - Nonostante il contratto in scadenza, Paulo Fonseca ha ribadito la propria fiducia al terzino brasiliano che, a meno di una clamorosa offerta, appare destinato a restare in maglia giallorossa anche per la prossima stagione. Dopo un doppio prestito in Brasile, Bruno Peres è rientrato a Roma lo scorso gennaio, scendendo in campo in 16 gare di campionato con tanto di 3 assist e 2 gol. A pochi giorni dalla chiusura del mercato, spunta un interesse da parte del Cagliari per il brasiliano, seguito anche dal Parma..

Scadenza contratto: 30 giugno 2021
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 3.260.000 euro

SANTON DAVIDE - Sirene estere per il terzino giallorosso. Interesse più concreto da parte del Besiktas, solo un sondaggio da parte del Lille. Il 27 agosto, giorno del raduno della Roma, il suo procuratore Claudio Vigorelli ha incontrato la dirigenza capitolina per parlare del futuro del suo assistito, che appare lontano dalla Capitale, con il Besiktas che insiste. La volontà di Santon, comunque, in caso di trasferimento, è di farlo a titolo definitivo. Sul calciatore, comunque, ci sono anche Fenerbahçeİstanbul BaşakşehirParma, Fiorentina, Crotone e Genoa.

Scadenza contratto: 30 giugno 2022
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 4.980.000 euro.

SPINAZZOLA LEONARDO - La Fiorentina segue con interesse il laterale giallorosso e, in caso di cessione di uno tra Milenkovic o Chiesa, potrebbe affondare il colpo. Difficile, però, che la Roma si privi di quello che sarà il titolare indiscusso nella prossima stagione, complice l'addio di Kolarov.

Scadenza contratto: 30 giugno 2024
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 24.184.000 euro.

TRASCIANI DANIELE - Il difensore classe 2000 è a un passo dal Teramo, pronto a sottoscrivere un triennale per accaparrarselo.

Scadenza contratto: 30 giugno 2022.

VERETOUT JORDAN - Squalificato in Europa League contro il Siviglia, il 6 agosto il calciatore si è recato a Napoli, accendendo le voci su un suo passaggio ai partenopei, prontamente smentite dal suo agente Mario Giuffredi: "Era lì solo per acquistare un'auto, resta alla Roma al 100%". Lo stesso Giuffredi, il 18 agosto seguente, prosegue: "Non è un mistero che sia sempre piaciuto al Napoli, l'anno scorso come adesso. Veretout sta bene alla Roma, ha voglia di rimanere, anche noi abbiamo bisogno di interfacciarci con chi sarà il DS per capire alcune cose, ma la sua voglia è quella di restare alla Roma e non andare via". Intanto, anche il Milan si aggiunge ai partenopei come club interessato. Il 27 agosto, di nuovo il suo agente Mario Giuffredi fornisce degli aggiornamenti, forse definitivi: "Vi garantisco che rimarrà alla Roma. Non capisco perché continuino ad uscire queste voci tra lui e il Napoli. Al 99,99% resterà in giallorosso". Con la cessione di Allan all'Everton, il Napoli può tentare un affondo più pesante, offrendo 25 milioni di euro più il cartellino di Maksimovic (la Roma ne vuole 30 senza contropartite). In caso di offerta veramente importante da parte dei partenopei (almeno 40 milioni di euro con Veretout che, tra l'altro, chiederebbe 3 milioni di euro a stagione), la Roma non si opporrebbe alla cessione, con Fonseca che arretrerebbe Pellegrini al posto del francese. Secondo nostre indiscrezioni raccolte il 31 agosto, Veretout rimarrà un calciatore della Roma anche nella prossima stagione. Il Napoli, comunque, non demorde: in caso di cessione di Milik alla Fiorentina, potrebbe alzare la posta per il centrocampista francese. Il 20 settembre, il ds partenopeo Giuntoli, interpellato su Veretout, chiarisce: “In questo momento stiamo molto attenti a ciò che ci accade intorno, stanno girando pochi soldi. Possiamo intervenire solo se avremo occasioni giuste dal punto di vista economico, altrimenti andremo avanti così”. Il 25 settembre il suo agente Mario Giuffredi ribadisce ancora quanto detto più volte: "Al 99,9% sicuramente rimane alla Roma“. Nell'ultimo giorno di mercato, ancora Giuffredi prende la parola"Veretout è un giocatore che è sempre piaciuto a Gattuso e al Napoli. Purtroppo le disponibilità azzurre non hanno permesso di fare l’acquisto. Jordan però è felice di essere rimasto a Roma, soprattutto perché è arrivato il cambio di proprietà. Sa infatti che la nuova gestione può migliorare un club prestigioso come la Roma. Inoltre Fonseca stravede e ha una stima incredibile per lui, sono sicuro farà un grande campionato in maglia giallorossa".

Scadenza contratto: 30 giugno 2024
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 14.933.000 euro.

ZANIOLO NICOLÓ - Anche il talento in maglia 22 è uno dei tanti giallorossi accostati alla Juventus, ma la nuova proprietà capitolina ha intenzione di ripartire da lui in vista della prossima stagione. Un pensiero, in gran parte, condiviso da suo padre Igor in un'intervista del 21 agosto: "Il futuro di mio figlio? Solo Dio sa cosa possiamo aspettarci. Io spero però che viva una stagione da protagonista nella nuova Roma, una società molto ambiziosa, e spero che possa anche disputare un Europeo da protagonista". Previsto un incontro con l'ad Fienga, dove il dirigente ribadirà a Zaniolo la volontà di ripartire da lui come calciatore simbolo. Non è escluso, inoltre, un eventuale ritocco dell'ingaggio. Intanto, la nuova proprietà è decisa a ripartire dal numero 22: infatti, il 27 agosto è arrivato a Trigoria un emissario del Tottenham, pronto a intavolare una trattativa. Tentativo, però, bloccato sul nascere da parte della Roma, che considera incedibile il suo talento. La società capitolina, infatti, ha rispedito al mittente altre due offerte provenienti da Inter (50 milioni di euro, 5 a stagione al calciatore) e Juventus (20 milioni di euro più 3 giocatori). Inoltre, Zaniolo è vicino al prolungamento contrattuale sino al 2025. Si tratta sulle cifre: da 1,8 milioni di euro il calciatore vorrebbe passare a 3,5, con la Roma che ha rimandato ogni discorso a ottobre. Il prolungamento, anche alla luce del grave infortunio accorso al giocatore durante Olanda-Italia del 7 settembre, si farà anche come segno di vicinanza nei confronti del numero 22, che tornerà a disposizione tra 6 mesi.

Scadenza contratto: 30 giugno 2024
Cifra minima per non generare minusvalenza: circa 4.281.000 euro.

*Per tutti i calciatori, tale cifra è stata ricavata calcolando il possibile valore residuo al 30 giugno 2020 basandosi sulla relazione semestrale al 31 dicembre 2019.