Durante: "Damiao può essere il nuovo Van Basten"

12.11.2011 18:53 di Luca Bartolucci   vedi letture
Fonte: Alessio Alaimo - Tuttomercatoweb.com
Durante: "Damiao può essere il nuovo Van Basten"
Vocegiallorossa.it
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport

"Conosco bene Damiao, la valutazione la fa il mercato. Quest'estate il Malaga ha offerto 25 milioni per il cartellino e 3 milioni di euro netti a stagione per il ragazzo, che ha detto di no perché vuole una squadra di tradizione". Lo ha detto a TuttoMercatoWeb l'agente Fifa Sabatino Durante, esperto di calcio sudamericano.

Nei giorni scorsi proprio ai nostri microfoni il presidente dell'Internacional di Porto Alegre ha fatto sapere di un'offerta di 40 milioni proveniente dall'Ucraina. "E' vero che lo Shakthar ha offerto 40 milioni di euro - afferma Durante - e si tratta è un club di tradizione rispetto al Malaga. Il ragazzo ci sta pensando in maniera seria. La Juventus? Paratici è stato a Porto Alegre. Ma le nostre squadre qui non sanno muoversi, perché non capiscono come ci si muove. Se i bianconeri si facessero guidare potrebbero prenderlo. Ma ci vogliono almeno 30 milioni di euro, perché c'è l'offerta da 40. Damiao è un giocatore dell'Internacional di Porto Alegre, una squadra paragonabile al Milan. In Brasile i soldi ci sono, guardate Neymar per esempio, che ha rinnovato ed è andata come dicevo io: adesso guadagna 1.200.000 di euro netti al mese e in Brasile diventerà uno dei più pagati al mondo. Non potrà mai giocare qui".

Spenderebbe 30 milioni per Damiao?
"Si, perché lo conosco. In questo momento meglio di lui, in Italia, c'è solo Ibrahimovic.
Questo ragazzo non ha mai fatto il settore giovanile però ha fisico, piedi e testa. Secondo me in prospettiva potrebbe essere un nuovo Van Basten, perché ha davvero tutto e fa dei gol straordinari. Ci sono giocatori di Inter, Milan e Juventus, che tecnicamente non meriterebbero di giocarci, ma fanno parte di un gruppo e danno il loro apporto. Se vai a prendere un brasiliano adesso, che lì ci sono tanti soldi, servono ottimi contratti e tanta disponibilità economica. Se continua così, i nostri andranno a giocare nel campionato brasiliano. Tra l'altro in questi giorni si parla di Gasperini al Cruzeiro, un trasferimento che ci potrebbe stare. In Italia abbiamo la migliore struttura tecnica del mondo; in Brasile ci sono tanti allenatori di nome che però non sono allo stesso livello dei nostri. Le squadre brasiliane sono tutte allenate male: quando vedi le squadre di Rio, devi guardare solo il primo tempo, perché giocano solo quello. Se arrivassero gli allenatori italiani il campionato potrebbe diventare straordinario, perché il materiale umano è incredibile. Spesso i tecnici di queste squadre sono più dei motivatori che altro. Quindi ben venga Gasperini al Cruzeiro, che in Brasile troverebbe terreno fertile per il suo modo di giocare anche perché in difesa giocano tutte a tre... si troverebbe benissimo".