Roma-Lecce, i convocati di Di Francesco. Il mister: "La Roma mi suscita grandi emozioni"

19.11.2011 14:02 di Greta Faccani   vedi letture
Fonte: uslecce.it
Roma-Lecce, i convocati di Di Francesco. Il mister: "La Roma mi suscita grandi emozioni"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Il tecnico Eusebio Di Francesco ha convocato 19 calciatori per la gara Roma - Lecce, 12^ giornata del campionato Serie A 2011/12, in programma domenica 20 novembre, alle ore 20.45. Ecco la lista completa con i relativi numeri di maglia:

5 Esposito Andrea
6 Giandonato Manuel
7 Cuadrado Juan
8 Obodo Christian
9 Corvia Daniele
10 Olivera Ruben
13 Ferrario Stefano
14 Strasser Rodney
15 Ofere Edward
21 Grossmuller Carlos
22 Piatti Ignacio
27 Julio Sergio
28 Brivio Davide
30 Oddo Massimo
40 Tomovic Nenad
77 Pasquato Cristian
80 Carrozzieri Moris
81 Benassi Massimiliano
91 Bertolacci Andrea

Di seguito, le parole dell'allenatore nella conferenza stampa precedente a Roma-Lecce.

“Siamo in crescita a livello di attenzione e concentrazione, a prescindere dai risultati; certo ora ci vorrebbe continuità. La sosta ci ha permesso di ricaricare le batterie, specialmente a giocatori come Carrozzieri che non ce l’avrebbe fatta a giocare domenica scorsa. Certamente non aver avuto a disposizione i nazionali non è un fatto positivo, ma anche le altre squadre hanno avuto il nostro stesso problema. La Roma? Mi suscita grandi emozioni, a Roma ho vissuto grandi momenti. Per scelta la squadra di Luis Enrique porta in fase di possesso i terzini molto alti e spesso la loro difesa diventa a 3, e non a 4, L’assenza di Burdisso, a livello di temperamento e rincorsa, può togliere qualcosa alla Roma, però hanno una grandissima qualità di palleggio. Totti? Ci ho giocato assieme e so cosa può esprimere un calciatore come lui. Julio Sergio o Benassi come titolare? Il ruolo del portiere è un ruolo particolare; è il dubbio più grosso che mi sono portato dietro in settimana, anche se ho già deciso, ma come per il resto della formazione lo renderò noto solo domenica.”