Genoa, Gasperini: "Ce la siamo giocata nonostante le assenze"

20.12.2015 17:51 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Genoa, Gasperini: "Ce la siamo giocata nonostante le assenze"

.Gasperini in conferenza stampa (a cura dell’inviato all’Olimpico Gabriele Chiocchio)

“Risultato giusto? Potevamo sfruttarla meglio ma non ci siamo riusciti. Abbiamo fatto bene nel primo tempo, avendo limpide opportunità per fare l’ultimo passaggio e andare in gol. La squadra ha avuto un buon atteggiamento. Il secondo tempo è stato più difficile, ma quando la Roma è rimasta in 10 ho avuto la speranza di sfruttare meglio la superiorità numerica, ci è mancata energia. Roma in crisi? Il risultato è maturato con un gol a fine primo tempo, che non rispecchiava la gara, e l’altro a tempo scaduto, con un po’ di sfiducia. Nel resto della partita il Genoa ha fatto una buona gara, non ha avuto energie per fare di più. La Roma non giocava nel solito ambiente, non c’era sostegno e di questo la squadra ne ha risentito. Ce la siamo giocata, soffriamo per non riuscire a concretizzare anche buone situazioni, se finisci sotto le partite hanno una svolta diversa. Pochi tiri? Ci son state alcune situazioni, una di Capel, in cui abbiamo sbagliato scelte e ultimo passaggio. Quando succede questo si fa fatica. Abbiamo avuto opportunità di superiorità numerica, che se concretizzi danno un piede diverso alla partita. Assenze di Pavoletti e Perotti? Per noi sono giocatori fondamentali come può essere Burdisso, Tino Costa, Dzemaili… ora andiamo in difficoltà di numero, lo paghiamo. L’atteggiamento di squadra è positivo, recuperando organico siamo competitivi. Difficilmente vieni a Roma e trovi un’opportunità così limpida per fare risultato. Segnali incoraggianti? Le sconfitte incidono, ci siamo complicati la classifica in casa con risultati sciagurati. Non dobbiamo avere timore, la squadra sta in campo al cospetto di formazioni importanti come la Roma. Il morale non è al meglio, possiamo recuperare organico, poi c’è la sosta e il derby, che dà motivazioni importanti. Difficile con tante assenze, ma non è un alibi. La squadra mi ha soddisfatto, nel quarto d’ora finale non avevamo energie. Quinta sconfitta? Le due con Inter e Roma ci possono stare, quelle che ci hanno complicato la classifica son state quelle col Carpi in casa e quella col Bologna. A livello morale buttano giù. La Coppa Italia non è giustificabile. La squadra può migliorare la classifica, c’è un mercato di gennaio che può aiutarci, la società farà il meglio possibile. In futuro ho fiducia, nell’immediato stiamo soffrendo ma il derby azzera tutto”.