Conte annuncia la Fase 2: "Dal 18 maggio ci si potrà spostare nella regione. Via libera agli allenamenti di calcio. Apriranno ristoranti, pub e centri estetici"

17.05.2020 07:50 di Alessandro Pau   Vedi letture
Conte annuncia la Fase 2: "Dal 18 maggio ci si potrà spostare nella regione. Via libera agli allenamenti di calcio. Apriranno ristoranti, pub e centri estetici"

Il Premier Conte ha parlato a Palazzo Chigi annunciando le novità che porteranno l'Italia nella Fase due. Da lunedì 18 maggio ci sarà il via libera agli spostamenti interni nella propria regione senza l’obbligo dell’autocertificazione. Si potrà quindi incontrare i propri amici, sempre nel rispetto delle norme di sicurezza anti contagio. Importanti novità relative anche ai punti vendita: potranno riaprire ristoranti, pub, centri estetici e barbieri. Via libera anche alle celebrazioni liturgiche in chiesa. Potranno svolgersi gli allenamenti di calcio e riapriranno i musei. Dal 25 maggio riapriranno piscine e palestre, mentre i cinema e i teatri il 15 giugno. Inoltre, dal 3 giugno riapriranno le frontiere per l’Europa.

"Abbiamo approvato il decreto legge che dal 18 maggio ci consente di entrare a pieno regime nella fase due - ha affermato Conte -. Affrontiamo questa fase due con prudenza. I dati della curva dei contagi sono confortanti: è sceso il numero dei malati, dei contagiati. Sono aumentati i guariti. Si potrà andare dove si vuole, riprende la vita sociale: resta il divieto di uscire di casa per chi è positivo e per chi ha sintomi riconducibili al COVID-19. Sono vietati gli assembramenti, raccomandiamo di portare sempre la mascherina. Da una regione all'altra ci si può spostare solo per i motivi già noti, e sarà così fino al 3 giugno. Riapriranno i negozi di vendita al dettaglio, tutte le attività legate alla cura della persona. Riapriranno anche ristoranti, bar, pub, pasticcerie".

Sul campionato di Serie A ha aggiunto: “Spadafora sta seguendo con grande attenzione la vicenda. Bisogna prima capire se ci sono le condizioni per far ripartire tutti i campionati, non solo il calcio, in massima sicurezza. Per fare una data bisogna avere delle garanzie in più che per ora non ci sono. Speriamo di poterle avere quanto prima”.