L'Almanacco della Città Eterna - 5 giugno

Nato a Roma nel 1966. Ingegnere, docente in materia di Sicurezza nei luoghi di Lavoro, Romano ed appassionato della storia di Roma, scrittore per amore della sua città
05.06.2016 08:46 di Stefano Crivelli   vedi letture
L'Almanacco della Città Eterna - 5 giugno

Dal 21 aprile del 753 a.C. ai giorni nostri. Quasi tre millenni sotto forma di almanacco, un calendario contenente una cronologia urbana che ripercorre la vita dei Romani attraverso la rievocazione di notizie statistiche e di cronaca, eventi naturali, avvenimenti religiosi, politici e militari, lotte di potere, edifici e monumenti, personaggi, manifestazioni, miti, leggende e tradizioni di Roma.

 

Il 5 Giugno del 1944 esce in edicola Il Tempo. La prima redazione è in Piazza di Pietra, poi passerà in Piazza Colonna dove è tutt'ora.

Il quotidiano era stato fondato da Renato Angiolillo il 6 maggio dello stesso anno. Il primo numero, all’indomani della liberazione di Roma, viene stampato in una vecchia tipografia in via Mario de' Fiori: sulla testata reca la scritta “Il Tempo” seguito da “l’Italia” e nella sottotestata appare l’indicazione “Quotidiano socialdemocratico”. E’ composto da un unico foglio, e viene venduto al prezzo di 50 centesimi di lira.

Sospeso dopo due soli numeri dal comando alleato per “violazione degli accordi sulla stampa”, esce nuovamente in edicola il 9 giugno con la nuova sottotestata “Quotidiano indipendente”.

Nel 1945, quando la maggior parte dei quotidiani ricompaiono nelle edicole, Il Tempo è il quotidiano più letto nella capitale con una tiratura di 300.000 copie. La sede viene trasferita a Palazzo Wedekind, in piazza Colonna.

 

Almanacco del 05 Giugno

1887 Si inaugura, davanti alla Stazione Termini, il Monumento ai Cinquecento caduti di Dogali; nel 1925 verrà spostato nei giardini di Via delle Terme di Diocleziano, dove è tuttora.

1924 Il “Mostro di Roma” sequestra ed uccide Bianca Carlieri, bimba di quasi quattro anni. L’episodio solleva per tutto il mese di giugno un'ondata di indignazione nell'intero Paese.

1934 Muore l’archeologo Corrado Ricci (nato a Ravenna nel 1858).

1944 Vittorio Emanuele trasferisce al figlio Umberto, nominandolo luogotenente del Regno, l’esercizio dei poteri costituzionali.

1944 Il generale Roberto Bencivenga si insedia in Campidoglio, designato dal CLN agli Alleati, quale comandante militare e civile di Roma.

Per avere maggiori info 
www.almanaccodiroma.it
Facebook
Twitter
App (Free)
App (a pagamento)