Shakhtar, Ugolini: "I giallorossi sono pericolosi in attacco, a Roma sono ossessionati dal calcio"

19.01.2011 14:31 di Pascal Desiato   vedi letture
Fonte: Fc shakhtar.com
Shakhtar, Ugolini: "I giallorossi sono pericolosi in attacco, a Roma sono ossessionati dal calcio"
Vocegiallorossa.it
© foto di Francesco Cherchi

La Roma negli ottavi di finale di Champions League affronterà lo Shakhtar Donetsk, il preparatore atletico degli ucraini Massimo Ugolini, conoscitore del calcio italiano, ha fatto luce sulla rivale di Champions League dello Shakhtar.

"La Roma è stata una delle migliori squadre italiane nel corso degli ultimi anni. E’ l'unico club che ha sfidato l'Inter fino alla fine della passata stagione. Negli ultimi sei anni, la Roma è arrivata quattro volte al secondo posto del campionato nazionale. Ma sono abbastanza altalenanti in termini di risultati. Nelle ultime quattro stagioni, i giallorossi hanno iniziato la stagione molto male, poi si sono ripresi di slancio avvicinandosi a vincere lo scudetto. Voglio sottolineare il fatto che l’ Olimpico è sempre pieno di spettatori, i tifosi italiani sono molto calorosi".

Quali sono i lati dei rivali più pericolosi?
"Nel confronto con le altre squadre italiane, la Roma non gioca mai con le palle lunghe. Roma e Shakhtar puntano molto sul fraseggio. Ci sono tanti buoni giocatori: tre campioni del mondo dell'Italia cha ha vinto la Coppa 5 anni fa. Ci sono anche diversi giocatori stranieri come l’argentino Burdisso, Vucinic che è il miglior giocatore del Montenegro, Menez, che rappresenta ora l’astro della nazionale francese".

Quali sono le caratteristiche della Roma, che dovrebbero essere tenute presente dallo Shakhtar nelle due gare?
"Per noi la cosa principale sarà essere pronti fisicamente, perché quella sarà la prima partita ufficiale per lo Shakhtar. Ci stiamo lavorando. La prima partita si terrà a Roma, così abbiamo bisogno di prepararci per l'atmosfera generale che circonderà la partita. Questo sarà un incontro molto importante. Sono certo che giornali, radio e TV metteranno molta pressione, non solo sugli italiani, ma pure a noi".

Quale potrebbe rivelarsi l'arma più pericolosa della Roma?
"Credo l'attacco. I giallorossi giocano in contropiede. Inoltre, tre giocatori della Roma come Borriello, Menez e Vucinic sono molto tecnici e c'è anche Totti.."

A parte la preparazione fisica e psicologica come vi preparerete per la sfida di Champions League?
"Guardiamo le loro partite in TV. Il Mister deciderà quando e come vederli dal vivo".

Avevi previsto che l'avversario dello Shakhtar in Champions League sarebbe stato un club italiano?
"Il sorteggio sarebbe potuto essere migliore o peggiore. La Roma è un avversario forte e interessante. Dobbiamo essere pronti ad affrontare qualsiasi squadra".

La squadra capirà che non sarà un turno facile?
"Sicuramente. La Roma è in grado di creare grossi problemi per la difesa. A Roma, tutti sono ossessionati con il calcio. Qui la situazione è leggermente diversa da ciò che effettivamente accade in Italia. Nella capitale italiana vi è la televisione e la radio locale, che trasmettono programmi solo su Roma e Lazio. E siccome a Roma la Roma ha più tifosi, si parla 24 ore al giorno della squadra".