Rosella Sensi: "Ora parlo io"

30.12.2010 09:15 di Alessandro Carducci   vedi letture
Fonte: Roma Channel - Il Romanista
Rosella Sensi: "Ora parlo io"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Rosella Sensi, attraverso i microfoni di Roma Channel, ha voluto fare gli auguri di buon anno a tutti i tifosi giallorossi. Tanti i temi trattati: dal bilancio del 2010 alle prospettive per il futuro.

"Voglio fare gli auguri a tutti i tifosi della Roma. E' stato un anno importante in cui abbiamo fatto più punti rispetto alle altre squadre.
Abbiamo vinto a Torino, col Bayern, due derby e ottenuto grandi soddisfazioni per i nostri tifosi. La Roma ha raggiunto obiettivi importanti, seconda solo all'Inter, siamo molto soddisfatti".
Un commento su Mexes? "Quello che leggo ultimamente mi ha stancato. La Roma si è rilanciata con la vittoria contro il Milan, non ce l'ho contro la categoria dei giornalisti ma contro alcuni che devono riempire le pagine dei giornali.
Smentiamo qualsiasi colloquio con Galliani in merito a Mexes, Adriano è un amico ma non abbiamo mai parlato del francese. L'intenzione è di rinnovare il contratto. Sono stanca di leggere falsità sulla Roma".
Si è parlato di un cambio tra Mexes e un ruolo per il suo futuro, come risponde? "E' offensivo, per 18 anni abbiamo dato tutto per la Roma".
Adriano? "Anche qui ci sono state grandissime polemiche. Non c'è diversità di vedute con Unicredit, stiamo lavorando assieme nell'interesse della Roma e dei tifosi. Qui si lavora nell'interesse della Roma, chi crea polemiche sterili invece non fa certo il bene della squadra. Al brasiliano posso solo rimproverare di aver avuto una svista in merito al passaporto, tutto qui".
Adriano ha giocato perché gliel'ho chiesto io a Ranieri? "Una delle cose che mi ha insegnato mio padre è di non interferire nel lavoro degli allenatori, è offensivo anche per il tecnico sostenere ciò. Avendo una rosa ampia, Ranieri ha l'imbarazzo della scelta e i giocatori devono accettare le scelte ma le polemiche le leggo solo sui giornali, i giocatori accettano tranquillamente le scelte del mister".
Una dichiarazione su Pizarro? "E' un grande professionista e un grande uomo. E' normale che non gli faccia piacere non poter giocare ma ha avuto parecchi problemi fisici. Creare un caso Pizarro è offensivo. Bisogna lasciare sereni e tranquilli i ragazzi. Non vorrei più leggere queste polemiche inutili, che infastidiscono la squadra".
Come procede la questione sulla società? "Stiamo lavorando nell'interesse della Roma e dei tifosi. Ci sono i comunicati che sono esaustivi. I tifosi stiano tranquilli, il futuro sarà roseo".
Francesco Totti, cosa ci dice di lui? "Segna un gol o fa qualcosa di eccezionale e diventa improvvisamente un eroe anche per chi lo critica. Bisogna lasciarlo tranquillo".

Un augurio per il prossimo anno? "Auguro ai tifosi un anno di serenità e ricco di soddisfazioni".
Sogno per il 2011? "Ho un desiderio ma non vorrei rivelarlo".