Osvaldo: "Ci è mancato un po' il nostro solito gioco. Contento per la doppietta, la dedico a mia figlia"

07.09.2012 23:07 di Claudio Lollobrigida Twitter:    vedi letture
Osvaldo: "Ci è mancato un po' il nostro solito gioco. Contento per la doppietta, la dedico a mia figlia"
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Pablo Daniel Osvaldo ha espresso a Rai Sport le proprie impressioni dopo la doppietta messa a segno nel pareggio dell'Italia contro la Bulgaria: "La doppietta? Sono contento, peccato per il risultato. Sapevamo che era una partita difficile, il primo tempo abbiamo fatto bene mentre nel secondo siamo andati un po’ in difficoltà. Chiaramente era meglio se si vinceva, ma penso che abbiamo fatto una buona partita contro un avversario difficile. Il mio atteggiamento? C’è da lavorare ogni giorno, ci sono cose che devo cambiare. Giovinco? Con lui abbiamo fatto buoni scambi, a volte non abbiamo trovato spazi ma mi trovo molto bene a giocare con lui. Mancato il ritmo? A momenti sì, penso che ci sia mancato il nostro solito gioco. Loro hanno fatto una buona pressione e siamo andati un po’ in difficoltà. Problema di condizione? No, loro per un momento si sono alzati e poi abbassati, prendendoci di sorpresa. A chi dedico i gol? A mia figlia Vittoria che ogni volta dice una preghiera per me. Destro? Anche lui è un grandissimo giocatore, ci siamo intesi bene. Non cambia giocare con lui o Giovinco, anche se sono diversi. Magari Mattia è più attaccante come me e anche lui va molto sul pallone ma ci possiamo capire benissimo. Zeman? Mi dà tanto, per noi attaccanti è molto importante. Conoscevo già i suoi movimenti. Come sto? Bene".