COVID-19 - Spagna, tre casi di versione BA.2 della variante Omicron. Sileri: "Progressivo ritorno alla normalità nelle prossime settimane". D'Amato: "Nessuna zona arancione nel Lazio". Stop alle restrizioni in Inghilterra

27.01.2022 23:47 di Emiliano Tomasini Twitter:    vedi letture
COVID-19 - Spagna, tre casi di versione BA.2 della variante Omicron. Sileri: "Progressivo ritorno alla normalità nelle prossime settimane". D'Amato: "Nessuna zona arancione nel Lazio". Stop alle restrizioni in Inghilterra
Vocegiallorossa.it

La Protezione Civile ha reso noti i dati relativi al 27 gennaio. Sono stati effettuati 1.039.756 tamponi e individuati 155.697 nuovi positivi al COVID-19. Nell'ultimo giorno sono morte 389 persone. Come di consueto, Vocegiallorossa.it vi fornirà le notizie LIVE riguardo la situazione del Coronavirus.

23:47 - In Turchia sono stati confermati oltre 80mila casi di coronavirus nelle ultime 24 ore. Questo è la prima volta che accade dall'inizio della pandemia. Secondo i dati resi noti dal ministero della Sanità di Ankara, nell'ultima giornata sono stati registrati 82.180 nuove infezioni e 174 morti.

23:22 - Sono arrivati nella Striscia di Gaza un milione di vaccini contro il coronavirus inviati dagli Emirati Arabi Uniti. Lo ha reso noto Wam, spiegando che il convoglio medico con i vaccini è arrivato nell'enclave palestinese attraverso il valico di Rafah. 

23:01 - Almeno 5 casi della versione BA.2 della variante Omicron del coronavirus sono stati individuati in tre regioni della Spagna. Lo riporta Efe, indicando che si tratta della Catalogna, di Madrid e delle Baleari. La ministra della Sanità, Carolina Darias, ha spiegato che, "con tutta la prudenza del caso", pare che questa versione del virus si comporti "in modo simile" alla versione di Omicron BA.1. Tuttavia, ha aggiunto, questa versione è ancora oggetto di studio per capire se possa avere comportamenti preoccupanti.

21:54 - Dopo la terza dose, alcune persone potrebbero accusare lievi disturbi e altre quasi non accorgersi della somministrazione. Il vaccino è sicuro, ma se si hanno allergie è importante avvisare il dottore, spiegano gli esperti

20:46 - La giunta provinciale di Bolzano ha deciso in seduta straordinaria di attendere le misure appena annunciate da Roma prima di modificare il protocollo Covid adottato nelle scuole e negli asili nido. Dopo che martedì scorso nel corso della seduta ordinaria della giunta provinciale erano state decise ed annunciate semplificazioni dei protocolli di sicurezza nel settore dell'istruzione (soprattutto per quanto riguarda il numero di alunni positivi e la durata della dad) il presidente Arno Kompatscher, che martedì era a Roma, ha contattato i rappresentanti del governo allo scopo di coordinare tali misure. 

19:53 - Per frenare la diffusione del Covid-19 in città, le autorità sanitarie di Pechino hanno annunciato oggi in una conferenza stampa che le misure di prevenzione e di controllo nel distretto di Fengtai saranno aggiornate, includendo restrizioni per chi desidera lasciare le zone coinvolte, test molecolari giornalieri e l'incoraggiamento al lavoro da remoto.

19:06 - Fino a 120 milioni di cicli di trattamento anti-Covid con la pillola Paxlovid saranno messi a disposizione entro fine 2022 a livello globale da Pfizer, grazie a continui investimenti volti a supportare la produzione e la distribuzione del farmaco che oggi ha incassato il via libera dell'agenzia regolatoria europea Ema.

18:11 - Sono 25.098 i nuovi positivi al Covid registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore e 123 i decessi, portando così a 36.881 il totale di morti dall'inizio della pandemia. Lo rende noto la Regione. A fronte di 179.834 tamponi effettuati il rapporto test/positivi si attesta al 13,9%. Calano i ricoveri in terapia intensiva: sono 254 (-5) e i ricoveri non in terapia intensiva: sono 3.264 (-141).

17:38 - I numeri di oggi.

• Attualmente positivi: 2.706.453
Deceduti: 145.159 (+389)
Dimessi/Guariti: 7.687.989 (+165.779)
Ricoverati: 21.498 (-168) di cui in TI: 1.645 (-20)
Tamponi: 167.284.466 (+1.039.756)

Totale casi: 10.539.601 (+155.697, +1,5%)

17:19 - Il premier canadese Justin Trudeau dovrà restare in isolamento per cinque giorni, dopo essere entrato in contatto con una persona positiva al Covid. Lo ha annunciato lui stesso su Twitter, precisando che sta bene e che lavorerà da casa.

16:28 - Il via libera di Ema alla pillola antiCovid di Pfizer "arriva in un momento critico in cui l'Europa affronta le continue sfide della pandemia e i tassi di infezione sono in aumento in molti paesi del mondo". Lo afferma Albert Bourla, presidente e amministratore delegato di Pfizer. "Siamo orgogliosi - aggiunge - di avere una forte presenza produttiva in Europa, che aiuterà a sostenere la produzione fino a 120 milioni di cicli di terapia a livello globale. In attesa dell'autorizzazione condizionata alla commercializzazione da parte della Commissione europea, continueremo a lavorare a stretto contatto con i governi degli Stati membri dell'UE per garantire che questo importante trattamento possa essere reso disponibile ai pazienti di tutta Europa il più rapidamente possibile".

15:35 - "Il Tribunale di Velletri-Sezione Lavoro presieduto dal presidente Marcello Buscema ha rigettato la domanda cautelare proposta dall'infermiera che non aveva osservato l'obbligo vaccinale. Pertanto, resta confermata la sospensione da parte dell'Azienda sanitaria Roma 6 nei confronti della dipendente. Questa ordinanza e' importante poiche' ribadisce la correttezza dell'operato dell'Azienda sanitaria nei confronti dell'obbligo vaccinale per il personale sanitario". Lo comunica in una nota l'Unità di Crisi Covid della Regione Lazio.

14:49 - Sono tredici i grandi elettori che hanno votato per l'elezione del Presidente della Repubblica nel seggio allestito per i positivi al Covid o in quarantena.

14:15 - "Sappiamo che il vaccino" anti COVID-19 "protegge dalla malattia grave e dalla morte. È normale quindi che si alzi l'età media dei decessi nei soggetti immunizzati, mentre resti più bassa tra i non vaccinati". Così il virologo Fabrizio Pregliasco commenta i dati dell'Istituto superiore di sanità che indicano l'età media dei decessi Covid a 80 anni, età che si alza nel caso di persone vaccinate e con più patologie. "La risposta immunitaria in presenza di comorbilità - sottolinea l'esperto - amplifica la probabilità di malattia grave. Quindi è normale che ci sia questa sotto-differenziazione".

13:50 - Continua la corsa alla vaccinazione anti COVID-19. In quasi due mesi, dal 3 dicembre, sono stati 38 i giorni in cui il trend delle somministrazioni è risultato sopra la soglia delle 500.000 dosi giornaliere, con punte oltre le 700.000 somministrazioni. In Italia, il 77,1% della popolazione con più di 12 anni ha completato il ciclo vaccinale (2 dosi); la Regione caratterizzata dalla copertura più alta è la Toscana, con l'80,7%, mentre la Provincia Autonoma di Bolzano ha la percentuale più bassa, con il 70,1%. È quanto emerge dalla 82mo Report dell'Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi Sanitari dell'Università Cattolica. 

13:28 - Oltre la metà della popolazione tedesca ha ricevuto la dose booster del vaccino anti COVID-19. A riferirne è stato il Robert Koch Institut, precisando che circa 43 milioni di persone, corrispondenti al 51,7 della popolazione, si sono fatti inoculare la terza dose, mentre il 75,6%, pari a 62,9 milioni di persone, ha ricevuto almeno una dose di vaccino. Obiettivo del governo è portare questo dato all'80% entro fine mese. Stando sempre al Rki, il 73,7 per cento almeno della popolazione ha ricevuto "una piena protezione di base", ossia due dosi di vaccino o una di Johnson & Johnson. Il 24,4 per cento della popolazione (20,3 milioni) non è vaccinata: per il 4,8%, si tratta di bambini fino ai 4 anni per i quali non è disponibile il vaccino.

13:05 - "L’alta percentuale di vaccinati e il virus meno temibile ci permettono una rimodulazione delle regole. Siamo in una fase di transizione, ma nelle prossime settimane ci sarà un cambiamento radicale della nostra vita, un progressivo ritorno alla completa normalità". Questa la previsione di Pierpaolo Sileri, sottosegretario al ministero della Salute, intervenuto ai microfoni de L’Italia s’è desta su Radio Cusano Campus. Secondo Sileri, infatti, "l’alta percentuale di vaccinati così come la circolazione di un virus che è un po’ meno temibile rispetto alla variante Delta ci permettono una rimodulazione di alcune regole e la rimozione della burocrazia che oggi serve per l’uscita dall'isolamento. Va rivista quella che è la durata del Green Pass per chi ha completato il ciclo vaccinale - sottolinea - Bisogna anche rimodulare le regole per la scuola visto che anche tra i ragazzi e le ragazze aumentano i vaccinati. I provvedimenti verranno fatti sulla base dei dati, ma direi che ormai ci siamo", rimarca. "Non credo servirà avere un obbligo per tutti - aggiunge il sottosegretario - Bisognerà, nel tempo, passare a una vaccinazione per il COVID-19 fatta come quella per l’influenza, ovvero rivolgendosi soprattutto alle categorie più fragili. Anche questo però ce lo diranno i dati. Siamo in una fase di transizione ma nelle prossime settimane ci sarà un cambiamento radicale della nostra vita, un progressivo ritorno alla completa normalità".

12:40 - La situazione dell'epidemia di COVID-19 è eterogena in Europa, probabilmente a causa delle diverse fasi di diffusione della variante Omicron, con Paesi nei quali i valori dell'incidenza si stanno riducendo, come la Spagna, e altri in crescita, come Francia e Portogallo: lo indicano le analisi del matematico Giovanni Sebastiani, dell'Istituto per le Applicazioni del Calcolo "M.Picone", del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr). "L'analisi delle differenze settimanali delle curve dell'incidenza dei positivi di alcuni degli Stati più grandi tra quelli vicini all'Italia rivela che Spagna, Francia, Portogallo e la stessa Italia fino a due settimane fa avevano un andamento molto simile, con un annullamento della crescita", osserva l'esperto. "Successivamente - prosegue - la Spagna diminuiva il valore medio dell'incidenza, assieme all'Italia, quest'ultima con una velocità di discesa molto più bassa". Diversa la situazione per Francia e Portogallo, "dove, specialmente per il Portogallo, avveniva una nuova crescita dell'incidenza". Nel Regno Unito e in Grecia "perdura la già segnalata fase di stasi, iniziata circa dieci giorni fa". In Germania l'evoluzione della curva è invece più indietro e "negli ultimi 30 giorni circa si rileva una fase di crescita esponenziale, con un tempo di raddoppio degli incrementi pari a circa 11 giorni: molto più grande di quello che ha caratterizzato la crescita in numerose province italiane nelle ultime settimane del 2021, che era tra 3 e 4-5 giorni".

12:15 - Israele estende la sua campagna per la quarta dose di vaccino, che verrà ora offerta a tutte le persone con particolare rischio di contrarre il COVID-19 perché fragili o particolarmente esposti sul lavoro, oltre a badanti di persone fragili. L'iniezione potrà essere fatta a partire da quattro mesi dalla terza dose, ha reso noto il ministero della Salute. Il comitato degli esperti aveva invece raccomandato ieri di estendere la quarta dose a tutti gli adulti, cinque mesi dopo la terza. 

11:55 - Il Brasile ha registrato 219.878 nuovi contagi da coronavirus nelle ultime 24 ore, la cifra più alta di casi dall'inizio della pandemia, nel febbraio 2020. Il numero accumulato in quasi due anni è dunque salito a 24.553.950, mentre la media settimanale segnata ieri è stata di 161.870, con un aumento del 169% rispetto alla media calcolata due settimane fa. Aumentano anche i morti, raggiungendo complessivamente i 624.507, compresi i 606 di ieri, quando la media mobile è stata di 369, un incremento del 194% rispetto alla media precedente. Parallelamente, 148,5 milioni di individui, pari al 69,2% della popolazione di circa 215 milioni di abitanti, risultano vaccinati con due dosi, mentre 163,7 milioni hanno ricevuto almeno una dose, equivalenti al 76,2% del totale, secondo le informazioni delle segreterie sanitarie statali pubblicate oggi dal quotidiano O Globo.

11:34 - La Società Italiana di Pediatria segnala 400 ospedalizzazioni in una settimana nella fascia 5-11 anni, l’unica per cui il tasso di incidenza - anche secondo l’Iss - non sta rallentando. Secondo i dati del governo aggiornati alle 20.45 del 26 gennaio, fra i 5 e gli 11 anni il 29,33% ha ricevuto la prima dose di vaccino, mentre il 9,26% anche la seconda. Complessivamente in 7 giorni sono stati oltre 294mila i nuovi casi nella fascia di età 0-19 anni, con 13 ricoveri in terapia intensiva e un decesso.

11:07 - "Il Lazio in zona arancione? È escluso. Le terapie intensive sono sotto la soglia di allerta, stiamo in una fase di plateau". Così, a margine dell'inaugurazione del nuovo centro vaccinale pediatrico all'Auditorium Parco della Musica a Roma, l'assessore regionale alla sanità del Lazio, Alessio D'Amato

10:34 - Focolaio Covid all'interno della casa circondariale di Terni: sono infatti 40 - in base a quanto si apprende - i contagi registrati attualmente tra i detenuti di alta e media sicurezza e dieci tra il personale. Isolati nelle stesse celle i detenuti positivi, tutti in buone condizioni. A partire da lunedì sono previsti i primi tamponi di controllo.

10:15 - Le autorità della regione spagnola della Catalogna hanno soppresso l'obbligo di presentare un Green Pass Covid valido per poter accedere a ristoranti, caffè, sale concerti e palestre: lo pubblica la Gazzetta ufficiale della regione. La decisione arriva dopo che, negli ultimi giorni, e' stata registrata una stabilizzazione della situazione epidemiologica.

09:53 - Da oggi, niente più mascherine obbligatorie nei luoghi pubblici e passaporti vaccinali in Inghilterra, dove il governo accantona il cosiddetto Piano B, introdotto prima di Natale per far fronte all'impennata di casi di Covid-19, dovuta alla variante Omicron. Si torna al Piano A, la convivenza col virus, come hanno spiegato le autorità. Lo riporta SkyTg24.

09:14 - Sono 125.779.725 le dosi di vaccino anti-Covid somministrate in Italia, il 100,1% del totale di quelle consegnate pari finora a 125.654.197 (nel dettaglio 84.764.871 Pfizer/BioNtech, 23.468.721 Moderna, 11.544.738 Vaxzevria-AstraZeneca, 4.026.014 Pfizer pediatrico e 1.849.292 Janssen). È quanto emerge dal report del Commissario straordinario per l'emergenza sanitaria aggiornato alle 06.56.

08:50 - La Germania ha registrato un nuovo incremento record di contagi da Covid-19, superando per la prima volta da inizio pandemia la soglia dei 200 mila: secondo il bollettino dell'Istituto Robert Koch, sono 203.136 le infezioni confermate nelle ultime 24 ore e 188 i nuovi decessi.